venerdì, 10 Luglio 2020 - 23:37
Home / Notizie / Motorsport / Pubblicato il calendario F1 2020: due new entry, le gare diventano 22
Calendario f1 2020

Pubblicato il calendario F1 2020: due new entry, le gare diventano 22

Tempo di lettura: 2 minuti.

Troppe gare, sia per gli addetti ai lavori, sia per il pubblico? La F1 targata Liberty Media si espande, in attesa di capire cosa succederà nel 2021 con l’ormai certezza di vedere vetture rivoluzionate nelle forme ma non nei motori. Oggi il sito ufficiale del campionato ha pubblicato la bozza del calendario F1 2020: le gare diventano 22, record storico, saranno 7 le coppie di gare a distanza di appena un weekend e si correrà dal 15 marzo al 29 novembre. Partenza in Australia, finale ad Abu Dhabi. Un calendario extra per la 70° edizione, non trovate?

La F1 si “risveglia” dopo la pausa estiva in questo giovedì belga, dove la notizia del giorno è la riconferma di Bottas, ancora un anno, alla corte di Mercedes (scontato pensare che Ocon, ormai libero di svincolarsi dalla Stella d’argento, possa approdare in Renault, annuncio a breve?) e del mistero che aleggia sulla convocazione di Marcus Ericsson tra le fila di Alfa Romeo Racing per l’appuntamento belga: che Giovinazzi o Raikkonen non siano in grado di partecipare al weekend?

L’argomento di questo articolo è, però, la suddetta pubblicazione del calendario F1 2020. Già annunciate nei mesi scorsi, debuttano nel mondiale (anche se per una è un ritorno) le piste di Zandvoort, Olanda (3 maggio) e Vietnam, con il cittadino che verrà ricavato nella capitale Hanoi (5 aprile).

Un calendario, come si può notare, molto fitto, dove saranno appunto 7 i weekend doppi, da una domenica all’altra; nel dettaglio:

  • Australia – Bahrain (15 – 22 marzo)
  • Olanda – Spagna (3 – 10 maggio)
  • Azerbaijan – Canada (7 – 14 giugno)
  • Francia – Austria (28 giugno – 5 luglio)
  • Belgio – Italia (30 agosto – 6 settembre)
  • Singapore – Russia (20 – 27 settembre)
  • Stati Uniti – Messico (25 ottobre – 1 novembre)

Sarà un enorme sforzo logistico stare dietro al calendario della F1 2020, che dimostra la potenza, se così si può chiamare, organizzativa e di uomini che sta dietro il campionato automobilistico più seguito sul globo terrestre. Che poi sia un bene per i fan, specie nel caso in cui dovesse ripetersi un anno di dominio per una sola scuderia, come in tempi recenti, questo è tutto da verificare…

Ancora prematuro parlare di orari, certo è che verrà confermato l’orario di partenza alle 15:10, decisione che ha creato non poche polemiche fin dalla sua introduzione.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

12h hankook monza

Autodromo Nazionale Monza: riprendono le gare dopo il lockdown

Via alle attività in pista, all’Autodromo di Monza, dopo i mesi del lockdown. Con il …