in

Pubblicato il regolamento del Campionato Italiano Rally 2017

Tempo di lettura: 3 minuti

Da poche ore è online il regolamento di Settore del Campionato Italiano Rally 2017, vi spieghiamo le novità e cosa c’è da attendersi per la nuova stagione.

Otto gli appuntamenti del Campionato Italiano Rally assoluto (a livello di calendario entra il Salento ed esce il Friuli). Iscrizione obbligatoria con deroga fino alla terza gara per poter rientrare nella clasifica generale. Due tappe distinte si disputeranno per ognuno degli otto appuntamenti con l’attribuzione del punteggio ai primi 10 di ogni tappa (7,5 punti al primo poi, in ordine, 6 al secondo, 5 al terzo, 4 al quarto, 3 al quinto, 2,5 al sesto, 2 al settimo, 1,5 all’ottavo, 1 al nono e infine 0,5 per il decimo classificato). La più grande novità del 2017 è l’attribuzione di un punteggio bonus (dipendente dal coefficiente maggiorativo della gara in questione) ai primi tre della classifica generale del rally (somma dei tempi delle due tappe) con 3 punti al primo 2 al secondo e 1 al terzo.

A fine stagione, per la classifica finale del CIR assoluto, varranno le migliori 14 tappe (sulle 16 disputate negli 8 appuntamenti) alla quale verranno sommati i punteggi bonus di cui sopra. A titolo d’esempio con questa nuova modalità il Campionato 2016 sarebbe andato a Paolo Andreucci ai danni del Campione Basso.

Campionato Italiano Rally 2 ruote motrici

Il Campionato Italiano Rally 2 ruote motrici vede la novità principale rappresentata dalla validità di tutti gli otto rally del CIR ma senza l’applicazione dei coefficienti maggiorati per Salento e Due Valli, mentre la classifica finale verrà redatta sulle 10 migliori tappe.

Campionato Italiano Rally Junior

Ammessi in questa categoria i nati dopo il 31 dicembre 1990 che potranno schierarsi al via a bordo di vetture di classe R2B. Sei gli appuntamenti validi per i Junior (esclusi Ciocco e Salento) mentre la classifica finale terrà conto delle migliori 10 tappe (due tappe vengono scartate sulle 12 totali). Anche in questo caso non ci saranno coefficienti maggiorativi nella gare e ne punteggi bonus per la classifica generale.

Campionato Italiano Costruttori

Per i Costruttori tutto invariato rispetto al 2016 con obbligo d’iscrizione, tutte le gare valide (comprese il coeff. maggiorativo) e si danno punti alla migliore vettura della Marca se classificata nei primi dieci: nel caso un conduttore Junior (nato dopo il 31 dicembre 1990) arrivi nella top ten, porta punteggio come seconda vettura.

Campionato Italiano Costruttori Due Ruote motrici

Situazione identica al Costruttori assoluto, ma riservato alle vetture 2 ruote motrici ad esclusione delle RGT (rally GT).

Campionato Italiano RGT

Novità per il 2017 è l’istituzione del Campionato dedicato alle vetture RGT comprendente 7 degli 8 appuntamenti del CIR assoluto (non verrà disputato il San Marino); classifica a stralcio fra le RGT ad ogni rally, con la classifica finale che terrà conto delle migliori 12 tappe (sulle 14 complessive). Anche in questo caso nè coefficienti e nè punteggi bonus.

Coppe ACI-Sport

Le Coppe Aci-Sport, senza l’obbligo dell’iscrizione, saranno: Gruppo N, Classe R2B, Classe R3, Femminile e Scuderie. Ci sarà anche la Coppa “Junior Due Ruote motrici” che nel 2016 è stata dedicata, agli Under 25 iscritti al Due Ruote motrici. Validi tutti gli 8 appuntamenti, ma per la classifica finale varranno le migliori 14 tappe (sulle 16 totali).

Trofeo Italia Rally Asfalto

Si disputa sui 6 rally del CIR con fondo asfaltato; L’iscrizione non prevede criteri di ammissione particolare ma Aci Sport fa sapere che i piloti si potranno iscrivere al Trofeo Asfalto “soltanto se iscritti preventivamente al CIR Assoluto.” Quindi si partecipa al TRA solo se si è iscritti anche al CIR assoluto. Classifica finale redatta sulle migliori 10 tappe (sulle 12 totali).

Le altre novità riguardano la lunghezza complessiva delle prove speciali di ogni rally CIR (170 km su asfalto e 130 per sterrato), circa 20 km in più rispetto alle tappe 2016. Gli pneumatici permessi saranno 16 (8 nella seconda tappa) per i rally su asfalto, con la possibilità di usare pneumatici punzonati già nella prima tappa mentre 12 saranno gli pneumatici sfruttabili per i rally su fondo sterrato di cui 6 punzonabili nella seconda tappa.

Infine, dopo le polemiche, cambia l’ordine di partenza del 2016: nella prima tappa varrà l’ordine della classifica di campionato (per l’appuntamento inauguarale del Ciocco varrà la classifica generale 2016) mentre per la seconda tappa si ritornerà all’ordine di partenza per la classifica valida alla fine della giornata della prima tappa.

Fonte: rallylink.it

Dì la tua

Fotovoltaico e automobili: passi avanti in Francia

BMW e la guida autonoma entro il 2021