domenica, 21 ottobre 2018 - 22:56
Home / Notizie / Motorsport / Rally di Roma Capitale: dopo lo spavento di Andreucci, Campedelli è il favorito
Rally di Roma Capitale

Rally di Roma Capitale: dopo lo spavento di Andreucci, Campedelli è il favorito

Tempo di lettura: 2 minuti.

Il Campionato Italiano Rally, dopo la parentesi su terra del San Marino Rally di fine giugno, torna sull’asfalto e si trasferisce  questo weekend nella città eterna per il Rally di Roma Capitale, l’evento valido oltre che per il CIR anche come quinta tappa del FIA European Rally Championship.

La notizia che ha fatto tremare gli appassionati, ovvero il terribile incidente che ha coinvolto il 10 volte campione italiano rally Paolo Andreucci, si è risolta per il meglio, tanto che il toscano non ha resistito e si è presentato al via del Rally di Roma Capitale, sorprendendo ancora una volta tutti per la sua tenacia e la sua voglia di non arrendersi mai. Non è andata così bene alla sua fidata navigatrice Anna Andreussi, la quale nel botto durante i test ha presentato diverse micro-fratture alle creste iliache che l’hanno costretta al riposo forzato. Auguri di pronta guarigione per la campionessa italiana.

In casa Orange1 Racing, team supportato tecnicamente da Arexons, fornitore di prodotti per la cura motore, della meccanica e della carrozzeria, Simone Campedelli vuole migliorare il secondo posto ottenuto di recente al San Marino Rally, cercando inoltre di confermare il risultato che lo pose al primo posto un anno fa sulle strade romane nell’edizione 2017 del Roma Capitale.

Con il ritiro di Andreucci al San Marino e l’inconveniente, ripetiamo, risoltosi senza gravi conseguenze, Campedelli deve approfittare del Rally romano per recuperare sul capolista. Ora il pilota di Cesena è separato da un solo punto dal secondo classificato e a -23 dal capolista, lo stesso Paolo Andreucci forte di tre vittorie nei primi cinque appuntamenti della stagione che dovrà non per forza correre di conserva nonostante l’impiego di un nuovo navigatore al suo fianco, l’esperto David Castiglioni.

Il Rally di Roma assegnerà 15 punti al 1° classificato, 12 al 2°, 10 al 3° e dal 4° piazzamento a scalare da 6 a 1. Le prossime due gare (Adriatico a settembre e Verona ad ottobre) questi stessi punti saranno moltiplicati per il coefficiente 1,5, quindi la corsa per il titolo è ancora aperta.

Il Rally di Roma Capitale è una gara molto bella affascinante per luoghi e scenari, so di poter far bene perché l’ho già vinta l’anno scorso e ricordo che il percorso permette grandi soddisfazioni alla guida”, sono le prime parole del pilota romagnolo del team Orange1 Racing che, dopo aver fatto i migliori auguri di guarigione a Paolo Andreucci e Anna Andreussi, prosegue: “Dopo l’esperienza di San Marino che ci ha fatto dato la medaglia d’argento si torna su strada, e la corsa si conferma aperta! Il mio team sta lavorando per ridare piena competitività alla vettura e cercherò di fare il massimo con l’obiettivo di vincere”, conclude Campedelli.

Con la partenza degli equipaggi prevista oggi pomeriggio da Piazza Adriana, e la prova speciale prevista per questo venerdì sera, il Rally di Roma Capitale si prepara a entrare nel vivo con le prime prove nei pressi di Fiuggi sabato 21 luglio, con seconda prova spettacolo a Pico (start alle 19:15).

Domenica 22 luglio il gran finale e dopo 6 speciali la mattina nella zona di Subiaco e Palestrina, la terza super speciale del rally, ultima della gara, sul lungomare di Ostia alle 19:18 con arrivo e festeggiamenti finali dalle 19:40.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

GP Stati Uniti

GP Stati Uniti: Raikkonen festeggia e vince la gara!

Una Ferrari che sembra essersi risvegliata quella che vediamo sulla griglia del GP Stati Uniti: …

something