in

Range Rover Evoque e Discovery Sport: l’edizione limitata con monopattino

Range Rover Evoque
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il successo dei monopattini elettrici è sempre più tangibile: rappresentano un’alternativa semplice e a zero emissioni per gli spostamenti a corto raggio ed un mezzo complementare all’automobile, magari per percorrere velocemente l’ultimo chilometro o per entrare nelle aree a traffico limitato.

Questo è quanto emerso anche dall’indagine che Jaguar Land Rover Italia ha condotto lo scorso giugno tra i suoi Clienti; i risultati della ricerca hanno confermato il trend della micro-mobilità in sensibile crescita.

Per questo, nascono le edizioni limitate Range Rover Evoque e Discovery Sport Urban View SegwayNinebot come risultato della partnership di Jaguar Land Rover Italia con Segway-Ninebot, produttore leader di monopattini elettrici.

Range Rover Evoque e Discovery Sport con il tetto panoramico, saranno vendute in serie limitata, in abbinamento ad un monopattino Segway-Ninebot MAX G30. Con le loro ampie superfici vetrate diventeranno le vetture ideali per esplorare e godere la città, con comfort ed elegante dinamicità, consentendo di percorrere gli ultimi chilometri con il monopattino Segway-Ninebot per arrivare a destinazione, diventando quindi un vero manifesto di mobilità urbana integrata.

Ninebot Max G30

Si tratta di un’edizione limitata di 200 unità che riguarderanno le vendite da ottobre a dicembre 2020.

“In un momento di grandi cambiamenti nella mobilità in generale ed in particolare di quella urbana” dichiara Daniele Maver, Presidente di Jaguar Land Rover Italia. “la soluzione migliore consiste in un modello integrato che prevede l’uso della vettura per la parte principale del percorso per poi passare   a mezzi più’ piccoli e versatili con cui arrivare a destinazione, spostandosi dal parcheggio, alla sede di lavoro, ad esempio, senza incidere sul traffico e sull’inquinamento ambientale. La partnership con Segway-Ninebot ci permette di avere un monopattino tecnologicamente avanzato, da ripiegare e riporre all’interno del bagagliaio, per spostamenti sempre più’ sostenibili”.

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    fiat 500 share now

    Share Now accoglie Fiat 500, per ora solo in Germania

    onboard kalle rovanpera

    Kalle Rovanpera e l’onboard sulla sua Toyota Yaris WRC [VIDEO]