lunedì, 16 luglio 2018 - 20:23
Home / Notizie / Novità / Range Rover Sport SVR: 0-100 su fondi a bassa aderenza

Range Rover Sport SVR: 0-100 su fondi a bassa aderenza

Tempo di lettura: 4 minuti.

Con la pioggia o il sole, sull’erba come sulla neve e la sabbia, la trazione della Range Rover Sport SVR è impressionante. La perfetta fusione delle capacità all-terrain con la potenza del propulsore V8 da 550CV e con le avanzate tecnologie della trazione, garantisce al veicolo più veloce di Land Rover prestazioni reali ed uniche.

Fin dal suo lancio nella primavera del 2015, la Range Rover Sport SVR ha dimostrato le capacità della Divisione Special Vehicle Operations di Jaguar Land Rover, contribuendo a far superare alla Range Rover Sport di seconda generazione, le 285.000 consegne a clienti di tutto il mondo. Molti di loro saranno stati attratti dal tempo di 4,7 secondi registrato in accelerazione da 0 a 100 km/h, ma il dato ufficiale sfiora appena le autentiche capacità della Range Rover Sport.

Quando viene a mancare la perfetta aderenza di un asfalto asciutto e pulito, la maggior parte delle auto sportive inizia a soffrire di mancanza di trazione, stabilità e prestazioni. E nessuna sportiva ha la leggendaria capacità ed esperienza all-terrain di Land Rover.

Nel suo speciale test la SVR ha completato le prove di accelerazione con pneumatici di serie Michelin 275/45 R21 All Season su ogni tipo di superficie, dall’asfalto all’erba, dalla neve alla sabbia, impiegando l’innovativa tecnologia Terrain Response 2 di Land Rover. Questo sistema intelligente seleziona automaticamente il programma più appropriato per massimizzare la trazione: Guida generica, Dynamic, Erba/ghiaia/neve, Fango e solchi, e Roccia. Il guidatore può anche scegliere la modalità specifica tramite il selettore rotativo posto sulla consolle centrale.

I tempi registrati testimoniano le capacità intrinseche della Range Rover Sport. Sull’erba bagnata, notoriamente viscida, il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h è aumentato di soli 0,8 secondi, mentre sulla sabbia il cronometro si è fermato a 5,5 secondi.

Terreno Modalità 0-100 km/h tempi
Asfalto Dynamic 4,7 secondi
Erba Erba, Ghiaia e Neve 5,5 secondi
Ghiaia Erba, Ghiaia e Neve 5,3 secondi
Neve Erba, Ghiaia e Neve 11,3 secondi
Fango Fango e Solchi 6,5 secondi
Sabbia Sabbia 5,5 secondi


Dettaglio delle performance all-terrain

La prima prova per la Range Rover Sport SVR si è svolta sul rettilineo del Rockingham Motor Speedway di Corby, il circuito britannico più veloce d’Europa. In modalità Dynamic, il Terrain Response 2 velocizza la risposta all’acceleratore e cambia marcia ad un regime di giri più elevato. Inoltre irrigidisce il sistema di ammortizzazione variabile all’interno del sistema del controllo antirollio. Con l’ottimizzazione di questi elementi, la Range Rover Sport SVR è scattata da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi.

Nella seconda prova il SUV ha affrontato una delle superfici più insidiose: l’erba bagnata. In modalità Erba/Ghiaia/Neve, la risposta all’acceleratore è più morbida, a prevenire lo slittamento, mentre i cambi di rapporto sono più rapidi e dolci. Anche il sistema di Controllo della Trazione interviene anticipatamente per prevenire lo slittamento, mentre il differenziale centrale viene precaricato per ottimizzare le prestazioni in partenza. Il percorso del Land Rover Experience è stato lo scenario perfetto per questa sfida, dove la Range Rover Sport SVR ha registrato il tempo mozzafiato di 5,5 secondi da 0 a 100 km/h.

La superficie di una cava di ghiaia ha fornito il luogo ideale per questo tipo di test, dove le innate capacità di trazione della Range Rover Sport SVR sono uscite allo scoperto. Con i sistemi del veicolo ottimizzati per la ghiaia sciolta, il cronometro si è fermato sui 5,3 secondi.

Per trovare la neve, la Range Rover Sport SVR si è recata sulla pista dei test invernali di Jaguar Land Rover, ad Arjeplog, Svezia. Qui l’ottimizzazione dei sistemi e la trazione integrale hanno consentito di completare lo sprint su una combinazione di neve e ghiaccio in 11,3 secondi.

La successiva regolazione del selettore Terrain Response 2 è avvenuta in modalità Fango e Solchi. In questo caso le sospensioni pneumatiche si alzano e il Controllo della Trazione consente uno slittamento limitato degli pneumatici che ottimizza la trazione in condizioni di scarsissima aderenza. In uno dei siti di prova britannici di Land Rover, il prestazionale SUV ha registrato, sempre nell’accelerazione da 0 a 100 km/h, un tempo di 6,5 secondi, grazie all’intelligente tecnologia della trazione integrale.

La spiaggia di Pendine Sands, a Carmarthen Bay nel Galles, è legata alla velocità fin dal 1924, quando ospitò il primo record mondiale di velocità su terra. Questo ne ha fatto la location ideale per la regolazione del Terrain Response 2 in modalità Sabbia. Questa regolazione rende più brusca la risposta dell’acceleratore per consentire una rapida erogazione della coppia. Il veicolo mantiene più a lungo il rapporto innestato e blocca il differenziale centrale per tenere la velocità acquisita. Il risultato di questa magia tecnologica è stato: 0/100 km/h in 5,5 secondi.

L’ultima modalità del Terrain Response 2 richiedeva una location diversa. Il programma Roccia assiste il guidatore operando in congiunzione ai rapporti lenti della trasmissione, per mantenere la ridotta velocità necessaria ad affrontare grandi rocce e massi.

Questa modalità ammorbidisce la riposta dell’acceleratore per limitare ogni movimento improvviso e offrire al pilota il massimo controllo. Per ottimizzare la distanza da terra, le sospensioni pneumatiche si alzano. Grazie al Terrain Response 2 la Range Rover Sport SVR ha scalato facilmente la pendenza rocciosa del 32% situata al Centro Prove.

Il pilota Darren Jones, Stability Applications Leader di Jaguar Land Rover, ha dichiarato: “La Range Rover Sport SVR è famosa per le prestazioni stradali che tuttavia non sono state ottenute a spese delle tradizionali capacità Land Rover. La nostra tecnologia Terrain Response 2 elimina lo stress dalla guida in ogni condizione.”

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

308 Arduini Corse

Peugeot 308 Arduini Corse: la hot hatch con 30 cavalli in più

Tempo di lettura: 2 minuti. Tutta l’esperienza derivata dal mondo delle competizioni sulla berlina del Leone Francese in versione hot …

something