in

Range Rover Velar 2021: arrivano l’ibrido plug-in e nuove tecnologie

range rover velar 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

Si presenta sotto una nuova veste la nuova Range Rover Velar 2021, aggiornata con la disponibilità del motore ibrido mild o plug-in hybrid e un nuovo sistema di infotainment. 

Disponibile all’inizio del 2021, Velar si aggiorna principalmente grazie all’arrivo del nuovo 2 litri quattro cilindri P400e Plug-in da 404 CV e 640 Nm di coppia capace di muovere la vettura, da 0 a 100 km/h, in 5,4 secondi. 404 CV risultato dell’abbinamento tra i 300 CV del motore benzina e i 105 kW dell’elettrico, alimentato dalla batteria agli ioni di litio da 17,1 Wh situata sotto il portabagagli che può essere ricaricata all’80% in soli 30 minuti in corrente continua, o in un’ora scarsa utilizzando una wallbox, volendo domestica, da 7 kW. 

Con un’autonomia all-electric di 53 km ad emissioni zero, consumi di 2,2 litri / 100 km* ed emissioni di CO2 di soli 49 g/km, la Range Rover Velar è oggi ancor più sostenibile e rientra negli ecoincentivi statali, anche se il prezzo di listino non è ancora stato comunicato.

Vicino al plug-in, spazio al MHEV. Ibrido alla spina o mild hybrid, grazie al sei cilindri in linea Ingenium, 3 litri, dotato di tecnologia a 48 Volt. Diverse le varianti: D300 (Diesel da 300 CV), e P400 (benzina da 400 CV) tutte con sospensioni pneumatiche di serie per un comfort Range Rover. 

Per chiudere con il discorso motori di Range Rover Velar 2021, sul restyling debutta inoltre l quattro cilindri Ingenium di prossima generazione D200 diesel (204 CV), anche lui abbinato allo stesso sistema MHEV a 48 Volt, con emissioni di CO2 pari a 165 g/km e consumi, nel  misto, di 6,3 litri/100 km.

Range Rover Velar 2021: cambia anche dentro

Non solo sotto il cofano, dove l’elettrificazione regna sovrana, ma anche dentro Range Rover Velar 2021 cambia e lo fa ospitando i sistemi multimediali di ultima generazione Land Rover, Pivi e Pivi Pro, con quest’ultimo, offerto a partire dalle specifiche S, trasforma l’esperienza digitale della Velar.  Gli aggiornamenti sono trasmessi via SOTA, senza visite in Concessionaria. Infatti una connessione integrata consente l’accesso alle mappe, alle app e ai moduli software del veicolo con aggiornamenti programmati via touchscreen, negli orari preferiti. 

Altre novità riguardano il nuovo Active Road Noise Cancellation, che riduce al minimo il rumore in abitacolo, e il Il nuovo sistema Cabin Air Filtration che invece riduce i livelli delle sostanze nocive, dei particolati, dei pollini e perfino degli odori. Questo sistema si aggiunge all’esistente Cabin Air Ionisation. Azionato dal bottone “Purify” sul touchscreen, filtra particolati ultrafini (anche inferiori a PM2.5). 

Chicche hi-tech. La seconda generazione indossabile dell’Activity Key, disponibile sulla Velar sostituisce, se necessario, il telecomando tradizionale. Il dispositivo da polso impermeabile e antiurto oggi con orologio LCD consente di avviare, arrestare bloccare e sbloccare il veicolo senza la vicinanza di un telecomando. Fra le novità Velar il nuovo design del volante con pulsanti intelligenti pronti per ricevere gli aggiornamenti dei sistemi ADAS via SOTA. Un nuovo Drive Selector tattile sostituisce il selettore rotativo della trasmissione. 

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    bmw m3 2021

    BMW M3 2021: più cattiveria per la nuova berlina tedesca

    renault arkana

    Renault Arkana 2021: arriva in Europa il nuovo SUV ibrido