domenica, 22 aprile 2018 - 2:52
Home / Notizie / Mercato / Renault, ipotesi frode sulle emissioni. Titolo giù di oltre il 18% in borsa

Renault, ipotesi frode sulle emissioni. Titolo giù di oltre il 18% in borsa

Tempo di lettura: 1 minuto.

Gli agenti del Governo francese hanno sequestrato computer da alcune fabbriche Renault, negli stabilimenti di Guyancourt e Lardy in Francia, quest’ultimo è il sito preposto alla realizzazione di prove sulle emissioni dei veicoli. Ad affermarlo è Bloomberg che riprende altre fonti di stampa francese che citano un documento sindacale della CGT, secondo il quale quale gli ispettori si sono recati nell’impianto transalpino lo scorso 7 gennaio. Secondo il sindacato il fatto genera sospetti su un possibile coinvolgimento di Renault nello scandalo sulle emissioni che ha colpito Volkswagen.

 A seguito di queste rivelazioni il titolo Renault ha ceduto oltre il 18% in borsa. 

La notizia di possibili “imbrogli” è stata però seccamente smentita dalla Casa francese attraverso un comunicato. Nel testo si legge che sono state confermate le ispezioni della polizia anti frode, ma Renault fa sapere che non è stato trovato alcun software fraudolento che consenta di aggirare i testi sulle emissioni. Inoltre il Gruppo Renault precisa che è presente fin d’ora nella top 3 (1° nel 2013, 2° nel 2014) dei programmi di miglioramento dell’impronta CO2. Da 3 anni, il Gruppo Renault ha concretamente ridotto del 10% la carbon footprint dei suoi veicoli.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti e vi terremo informati sugli sviluppi.

Autore: Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Libertà Peugeot

Con Libertà Peugeot cambia il modo di guidare un veicolo del Leone

Tempo di lettura: 1 minuto. Figlia di una moda iniziata ormai da qualche anno anche il costruttore francese si allinea …

something