lunedì, 19 novembre 2018 - 2:07
Home / Notizie / Storiche / Le luci del Salon Retromobile puntate sui modelli FCA Heritage
Retromobile

Le luci del Salon Retromobile puntate sui modelli FCA Heritage

Tempo di lettura: 2 minuti.

In questi giorni si sta svolgendo a Parigi, presso il Paris Expo Porte de Versailles, il Salon Retromobile, rassegna alla quale FCA Heritage partecipa con alcuni dei suoi modelli più rappresentativi.

Per quest’edizione FCA Heritage ha puntato sulle coupè, non quattro coupè qualsiasi. Ciascuno dei quattro modelli esposti a Parigi, prodotti da quattro marchi differenti (Fiat, Abarth, Lancia e Alfa Romeo), da quattro carrozzieri diversi (Pininfarina, Bertone, Allemano e Zagato) e in quattro diversi periodi di tempo (dal 1957 al 1989) hanno a loro modo segnato un pezzo della storia dell’automobile italiana. 

Chi avrà occasione di visitare Retromobile questo weekend potrà ammirare dal vivo la rara bellezza di modelli come la Lancia Appia Coupé, la Fiat Dino 2400 coupé, l’Abarth 2400 coupé Allemano e l’Alfa Romeo SZ, quest’ultima direttamente in prestito dal Museo Alfa Romeo di Arese.

Per segnare un’immaginaria linea di continuità tra passato e presente, FCA ha portato al Retromobile di Parigi anche due modelli della gamma attuale, e che gamma: Abarth 695 Rivale, modello di punta dello Scorpione, e Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, alter ego per la Casa del Biscione.  Vediamo uno per uno i modelli storici esposti e le loro caratteristiche.

Lancia Appia Coupé

Retromobile

La Lancia Appia, presentata nel 1953 in versione berlina, è stata commercializzata fino al 1963 in 3 diverse serie. I migliori progettisti dell’epoca hanno firmato diverse varianti di questo modello, in particolare della sua seconda serie: tra questi Allemano, Boano, Zagato, Ghia, Vignale, Viotti… È stata Pininfarina a realizzare questo elegante coupé 2+2 dall’alto grado di sofisticazione tecnica. Il suo V4 da 1089 cc, di dimensioni ridotte, è in grado di erogare 53 CV. Il modello è rimasto in produzione per 5 anni, dal 1957 al 1962.

Fiat Dino 2400 coupé

 Retromobile

Questo progetto nacque come “sottoprodotto” dell’accordo tra Ferrari e Fiat per la fornitura da parte del Cavallino di un V6 sotto l’egida Fiat, una mossa strategica per ottenere l’omologazione per la Formula 2 dell’epoca. 160 i cavalli (180 per la 2.4) della Dino coupè che venne presentata al Salone dell’automobile di Torino nel 1967. Impreziosita dall’elegante silhouette progettata da Bertone, la Fiat Dino coupé fu prodotta fino al 1972 per un totale di 6068 unità vendute.

Abarth 2400 coupé

 Retromobile

Questo coupé dalle linee ancora brillantemente eleganti porta la firma di Michelotti e fu presentato a Ginevra nel 1959. Partiti dalla base della Fiat 2.100, cambiò nome nel corso della sua vita, prima 2.200 coupè poi 2.400 coupè, quello con il quale è passata alla storia. Il 6 cilindri in linea della 2400, in grado di erogare 140 CV, consentiva al veicolo di avvicinare una velocità massima di 200 km/h. Il modello esposto a Retromobile è appartenuto a Carlo Abarth in persona.

Alfa Romeo SZ

 Retromobile

La storia della Carrozzeria Zagato è legata a doppio filo, sin dagli anni Venti del secolo scorso, a quella di Alfa Romeo. Le sue creazioni si sono concentrate sull’ottimizzazione delle prestazioni delle Alfa: i primi modelli costruiti, di un’eleganza rara, hanno poi lasciato spazio ad altri dallo stile più personale e originale.

Tra questi, per l’appunto, la coupé SZ (che sta per Sport Zagato), presentata a Ginevra nel 1989; il modello, progettato in collaborazione con Alfa Romeo, è da segnalare per le sue forme aerodinamiche (Cx pari a 0,3), sorprendenti e geometriche, ma anche per la sua guidabilità. Ne sono stati prodotti, all’incirca, 1000 esemplari.

 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Motori DS: nel 1972 un cuore che batte 200 km/h

Era il lontano settembre 1972 e grandi novità si prospettavano al Salone dell’Auto di Parigi: …