in

Scandalo emissioni anche Renault sotto inchiesta. A Parigi, titolo crolla in Borsa

Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo le accuse emerse ieri nei confronti di FCA, è notizia di oggi che tre giudici francesi indagheranno sui dispositivi utilizzati da Renault per controllare le emissioni dei motori diesel della casa francese che si sospetta siano illegali. A riferirlo è stata la procura di Parigi, che ha aperto un fascicolo giudiziario il 12 gennaio scorso. 

La replica ufficiale Renault alle accuse

Renault rispetta la legislazione francese ed europea. I veicoli Renault sono sempre stati omologati conformemente alla legge e alle regolamentazioni. Sono conformi alle norme in vigore. I veicoli Renault non sono equipaggiati di software di frode ai dispositivi anti-inquinamento“: è quanto si legge in una nota diffusa poco fa dall’azienda stessa.

Dì la tua

Nuova Toyota GT86 [VIDEO]

Petehransel riapre i giochi alla Dakar 2017