in

Sensore intelligente BeOn: regolare la ricarica in base ai consumi casalinghi

BeOn Sensore
Tempo di lettura: 2 minuti

Negli ultimi tempi stiamo assistendo a una rapida e crescente diffusione dei veicoli elettrici in tutto il territorio nazionale. Per questo è sempre più importante sviluppare una rete di punti di ricarica e dotarsi di soluzioni di ricarica non solo in aree pubbliche, ma anche in quelle private. Abbiamo visto come caricare l’auto elettrica a casa richieda qualche accortezza, visto il consumo di corrente non trascurabile per parecchie ore, superiore a quello di un qualsiasi elettrodomestico.

La necessità ci spinge a ricaricare l’auto nel minor tempo possibile, magari senza la necessità di aumentare il contratto di energia che attualmente abbiamo con il nostro fornitore. Inoltre, sicuramente si vuole evitare il rischio di blackout durante l’utilizzo di elettrodomestici in contemporanea alla ricarica del veicolo elettrico, senza incorrere in un investimento esagerato per modificare la linea elettrica. Da oggi è possibile con il sensore intelligente BeOn che evita il blackout elettrico durante la ricarica del veicolo.

Come funziona il sensore BeOn: monitora e sincronizza

Iren luce gas e servizi ha perciò pensato ad arricchire la sua offerta di dispositivi dedicati alla mobilità elettrica rendendo disponibili diverse soluzioni di ricarica in grado di soddisfare le esigenze di ogni utente

L’eHome BeON sincronizza la carica, misura ed interpreta il consumo casalingo generando corrispettivo segnale e mandandolo alla stazione di ricarica WallBox eHome, che leggendolo modifica la sua corrente di output in relazione ad esso.

Senza sensore un potenziale e inaspettato sovraconsumo di corrente può superare le soglie del contatore e causare un blackout. Ciò avviene perché l’assorbimento del veicolo elettrico è condiviso con le altre utenze installate a casa. Il consumo incontrollato e casuale di queste apparecchiature potrebbe causare un’interruzione di fornitura di corrente, evitabile soltanto spegnendo uno degli elettrodomestici oppure disconnettendo il veicolo. L’eHome BeON è il primo sensore intelligente che, collegato sia con il sistema di ricarica eHome che eBasic, sincronizza la ricarica dell’auto elettrica con le altre utenze installate in casa. Questa soluzione, unica nel mercato, consiste in un apparato elettronico chiamato BeON che si può facilmente installare nel quadro elettrico di casa.

Sensore BeOn

Il sistema eHome BeON è in grado di aggiustare in maniera dinamica l’assorbimento di corrente della batteria del veicolo elettrico o ibrido Plug-In, assumendo il consumo istantaneo delle utenze domestiche come valore di riferimento, Questo dispositivo genera ed invia un segnale di controllo alla eHome che, se necessario, modulerà di conseguenza l’assorbimento di corrente. Questo senza dover aumentare la potenza del contatore domestico, evitando così il fastidio di blackout o peggio di una bolletta lievitata.Ad esempio, se accendete contemporaneamente forno e lavatrice, l’auto in quel momento caricherà ad una potenza minore ed in maggior tempo, spenti gli elettrodomestici l’auto riprenderà a caricare più velocemente e con un assorbimento di energia maggiore, ma sempre entro i limiti del contatore elettrico, evitando l’interruzione della fornitura di energia.

Il sensore BeOn: compatto, moderno e di facile installazione

Il sistema eHome BeON ha, inoltre, un design moderno ed è contraddistinto da dimensioni ridotte, che lo rendono ideale per l’installazione anche in parcheggi privati, aziendali o in aree comuni. Ovviamente è un sistema brevettato per la ripartizione intelligente del carico. É possibile quindi caricare la propria vettura elettrica anche mentre stanno funzionando altre utenze.

L’eHome BeON fa un passo avanti nella ricarica domestica: il suo intelligente sensore, facilmente aggiunto al classico pannello di sicurezza a casa, modifica dinamicamente il consumo del veicolo elettrico se il sistema casalingo sta per sovraccaricarsi.

Queste soluzioni di ricarica si adattano in modo eccellente oltre che a casa anche nei seguenti campi di impiego:

  • Hotel
  • Banche e Assicurazioni
  • Autosaloni con officina
  • Centri commerciali
  • Negozi
  • Ristoranti

Dì la tua

RAV4 incidente piscina

Una Toyota RAV4 in volo sulla piscina: l’incredibile incidente [VIDEO]

Mick Schumacher in F1

Mick Schumacher in F1 già nel 2020? C’è chi lo ritiene possibile