in

ŠKODA Superb Wagon: lo spazio nella sua nuova dimensione

Tempo di lettura: 2 minuti

La nuova ŠKODA Superb Wagon stabilisce nuovi standard in termini di spazio, comfort, sicurezza, connettività e consumi, grazie anche all’utilizzo della piattaforma MQB del Gruppo Volkswagen.

La nuova versione familiare dell’ammiraglia boema offre spazio interno e capacità del bagagliaio da best-inclass. Il nuovo linguaggio stilistico ridefinisce poi il modello rendendolo più accattivante e dinamico.

“Con la nuova ŠKODA Superb Wagon, abbiamo ulteriormente sviluppato i punti di forza della nostra ammiraglia, presentata da poco in versione berlina, sottolineando, grazie al suo design dinamico, la nostra competenza costruttiva in materia di auto familiari“, così commenta Frank Welsch, Membro del Consiglio di Amministrazione ŠKODA con Responsabilità per lo Sviluppo Tecnico. “La combinazione di stile, tecnologia all’avanguardia e praticità, rende la nuova Superb Wagon un modello interessante all’interno del suo segmento“.

La Casa automobilistica ha presentato la prima Superb Wagon nel 2009 e da allora ne ha consegnate più di 200.000 in tutto il mondo. Questa cifra rappresenta il 35% di tutte le Superb vendute dal 2009 a oggi. Basata sulla piattaforma MQB, la nuova Superb Wagon ha incrementato ancora le proprie dimensioni, raggiungendo spazi interni da primato. L’interasse è stato esteso di 80 mm a 2.841 mm, contemporaneamente la carreggiata è aumentata a 1.584 mm nella parte anteriore e a 1.572 mm in quella posteriore. Il risultato: ancora più spazio interno.

media-150526 SKODA Superb Combi 001

Nella nuova generazione del modello, conducente e passeggero hanno 39 mm in più di spazio per i gomiti. Lo spazio per la testa è di 995 mm nella parte anteriore e 1.001 mm nella parte posteriore, più che in qualsiasi altro modello del segmento. Un altro primato è dato dallo spazio per le ginocchia offerto nei sedili posteriori: 157 mm, valore pari a circa il doppio di quanto offerto dalla concorrenza. Lo spazio posteriore per i gomiti è stato incrementato di 70 mm.

Il vano bagagli definisce un nuovo punto di riferimento per il segmento con i suoi 660 litri, 27 litri in più rispetto alla generazione precedente. Con i sedili posteriori ribaltati, il volume del bagagliaio raggiunge l’impressionante dimensione di 1.950 litri. L’uso della piattaforma MQB svolge un ruolo centrale non solo nell’aumento delle dimensioni ma anche nella definizione del linguaggio stilistico. Il passo più lungo e la carreggiata più larga consentono di imprimere alla vettura proporzioni maggiormente estese ma equilibrate, grazie anche all’adozione di una linea del tetto leggermente spiovente, che le dona una spinta dinamica.

Neopatentato

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

#HyundaiExperience | i30 facelift e Turbo alla prova

Debutto della Jaguar F-Type Bloodhound Rapid Response Vehicle