in

Sostenibilità e performance: arriva la Panamera 4 E-Hybrid

Tempo di lettura: 3 minuti

Sarà presentata al Salone dell’Auto di Parigi la quarta versione della nuova Porsche Panamera: la Panamera 4 E-Hybrid a trazione integrale e con un’autonomia in elettrico di 50 km.

I dati ufficiali parlano di 462 CV con un consumo molto contenuto (2,5 l/100 km) nel nuovo ciclo di guida europeo per i modelli ibridi plug-in, pari a 56 g/km di emissioni di CO2. Le esperienze vittoriose alla 24 Ore di Le Mans (due vittorie con la 919 Hybrid nel 2015 e 2016) ha caratterizzato la filosofia costruttiva della nuova ammiraglia di casa Porsche che è in grado di percorrere 50 km in modalità totalmente elettrica e di raggiungere una velocità massima di 140 km/h. In modalità ibrida è invece in grado di raggiungere i 278 km/h con uno 0-100 km/h in 4,6 grazie alla poderosa coppia di 700 Nm, trasmessa su tutte e quattro le ruote.

Come sulla Porsche 918 Spyder, la vettura di serie più veloce al Nordschleife, sulla nuova Panamera 4 E-Hybrid la potenza del motore elettrico da 100 kW (136 CV) alimentato da una batteria agli ioni di litio raffreddata a liquido con una coppia di 400 Nm è disponibile non appena si sfiora il pedale dell’acceleratore. Nel modello precedente, bisognava agire sul pedale almeno all’80 % per liberare la spinta supplementare della trazione elettrica. La trazione proveniente dal motore elettrico fornisce quindi una costante spinta supplementare al nuovo motore biturbo V6 da 2.9 litri (330 CV). Il tutto è ben supportato dal nuovo cambio a doppia frizione PDF a otto rapporti con frizione di disaccoppiamento per tempi di cambiata più ridotti del modello precedente.

Panamera 1

Il peso del pacco batterie è rimasto invariato nonostante l’autonomia aumentata e per ricaricare la vettura bastano poco meno di 6 ore da una presa a 230 V e 10 A che diventano circa 4 ore con il caricabatterie onboard da 7,2 kW. Tramite il Porsche Communication Management (PCM) o l’app di Porsche Car Connect (per smartphone e Apple Watch) è anche possibile programmare l’avvio della ricarica comodamente dal divano di casa. La Panamera 4 E-Hybrid, inoltre, è equipaggiata di serie con un sistema di climatizzazione per raffreddare o riscaldare l’abitacolo mentre la vettura è ferma per la ricarica. L’ibrido “invade” anche l’abitacolo con il nuovo Porsche Advanced Cockpit con indicatori specifici relativi al sistema ibrido come il Power-Meter che fornisce informazioni su come l’energia elettrica viene utilizzata in ogni momento; due schermi da 7” incorniciano il contagiri analogico, completando il cruscotto interattivo.

Interni Panamera

L’infotainment si caratterizza per lo schermo touchscreen da 12,3″ che è il vero pannello di controllo della vettura. Anche dallo schermo centrale vengono fornite le informazioni relative al motore ibrido grazie al Boost Assistant e Hybrid Assistant. Il primo visualizza l’energia disponibile per un’ulteriore spinta (booster) mentre il secondo fornisce indicazioni visive per dosare la potenza elettrica. Disponibili poi diverse modalità di guida con tre specifiche per l’ibrido: “E-Power” quindi modalità totalmente elettrica, “Hybrid Auto” che offre sempre le massime prestazioni disponibili della power unit, “E-Hold” per il risparmio energetico e “E-Charge” per caricare in rilascio del motore V6 il pacco batterie.

La massima performance di trazione è disponibile in modalità “Sport” e “Sport Plus”. Il motore biturbo V6, in questo caso, è costantemente attivo. Nella modalità “Sport“, la carica della batteria viene mantenuta ad un livello minimo costante per assicurare riserve sufficienti di spinta elettrica (E-Boost) mentre è nella modalità “Sport Plus” che l’ammiraglia tedesca si trasforma in una vettura dalle altissime prestazioni.

Panamera 2

Panamera 4 E-Hybrid è già ordinabile in Europa e in Italia e arriverà nella primavera 2017 con un prezzo di lancio di 111.522,01 Euro, IVA inclusa. 

Dì la tua

BMW Italia dona 500.000 € in beneficenza per il terremoto

Nuova Opel Karl Rocks: una veste da SUV per la citycar Opel