in

Stellantis: la crisi dei semiconduttori blocca due stabilimenti

Tempo di lettura: < 1 minuto

La crisi dei microchip e dei semiconduttori non cessa e sta letteralmente affossando la catena di produzione di tutto il settore automotive. Questo problema sta attanagliando, e non poco, anche il colosso Stellantis, la cui capacità produttiva europea è seriamente compromessa. Il Gruppo italo-francese è stato obbligato a sospendere i lavori di assemblaggio in due stabilimenti in Europa: quello a Saragozza, in Spagna, e l’altro a Sochaux, in Francia.

Crisi dei semiconduttori: Stellantis blocca gli stabilimenti di Opel e Peugeot

La crisi dei microchip e dei semiconduttori, in casa Stellantis, si sta abbattendo soprattutto sulla produzione Opel che avviene nello stabilimento di Saragozza. Stando a quanto riporta la stampa, la direzione dell’impianto ha deciso di modificare i piani di lavoro per problemi di forniture, fermando il turno di notte dal 25 agosto fino a domenica, mentre il sindacato CCOO ipotizza lo stop fino a lunedì 29. Nell’impianto iberico di produzione vengono assemblate le Opel Corsa, Crossland, ma anche Citroen C3 Aircross. Quanto a Sochaux, dopo una pausa estiva di tre settimane, la produzione è stata fermata per diversi giorni per mancanza di semiconduttori. Al momento il blocco è confermato fino a sabato 27, ma nulla è ancora definitivo. Questa cosa si sta ripercuotendo, fortemente, anche sul fronte francese, dove a risentirne sono Peugeot 3008 e 5008.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Nuova Fiat Punto: uno dei prossimi modelli potrebbe chiamarsi così

    Renault-Clio-E-Tech-Hybrid-blu

    Renault punta tutto sull’elettrico: pronta alla cessione della divisione termica?