in

La storia di questa Ferrari Daytona vi sorprenderà: è esposta al Museo Ferrari

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Museo Ferrari di Modena si arricchisce con l’arrivo di una nuova vettura da esporre. Si tratta di una esclusiva Ferrari 365 GTB/4 Daytona Berlinetta, la quale per 40 lunghissimi anni è rimasta “segregata” in Giappone. La Rossa è stata esposta nelle condizioni in cui è stata ritrovata, una decisione che ha destato inevitabilmente scalpore.

Ferrari Daytona esposta al Museo Ferrari dopo 40 anni di “reclusione”

Quello esposto al Museo Ferrari di Modena è un esemplare esclusivo che ha fatto la prima comparsa online nel 2017. È a quell’anno che risale il suo ritrovamento in terra giapponese, quando il suo design tutt’altro che convenzionale ha fatto finalmente e meritatamente il giro del mondo. La particolarità del suo design è data dal fatto che è a tutti gli effetti l’unico esemplare sopravvissuto con la carrozzeria realizzata da Sergio Scaglietti.

Questo fa sì che si tratti a tutti gli effetti di un pezzo prezioso, se vogliamo anche unico, della storia del Cavallino Rampante. Il primo proprietario di questo esemplare di Ferrari 365 GTB/4 Daytona Berlinetta era un amico di Enzo Ferrari, il quale l’acquisto nel 1969 per poi importarla in Giappone nel 1971. In terra nipponica sono stati tre i proprietari che si sono avvicendati tra loro fino al 2017, quando la vettura è stata messa all’asta da RM Sotheby’s nella condizione in cui si trova ancora oggi. 1,8 milioni di euro ha sborsato il collezionista che la possiede oggi, il quale ha deciso di prestarla al Museo Ferrari per esporla.

A proposito di questa vettura, Ferrari ha scritto nella didascalia che accompagna l’esposizione:

Questa incredibile #Ferrari365GTB4 (#12653) è stata scoperta in Giappone dopo essere rimasta nascosta per quasi 40 anni, ed è attualmente esposta a Modena nelle sue condizioni di ritrovamento originali, in attesa di essere restaurata dal Dipartimento Ferrari Classiche. Un pezzo assolutamente unico – è l’unica Daytona stradale in alluminio mai realizzata – e imperdibile, documentata e certificata nella sua autenticità da Ferrari Classiche: un sogno per ogni collezionista e amante del Cavallino”.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Kimera EVO 037

    Milano Autoclassica 2022: orari, programma, cosa vedere, espositori

    Alfa Romeo Tonale Plug-In Hybrid Q4: prezzo, prestazioni, autonomia, prova in anteprima