in

Nuovo avvistamento per la Suzuki Jimmy a 5 porte

Tempo di lettura: < 1 minuto

Dal giorno dell’annuncio in merito alla possibile commercializzazione di una Suzuki Jimny a cinque porte, gli appassionati di fuoristrada stanno fremendo per conoscere quella che potrebbe essere una vera svolta estetica dell’auto asiatica. È uno degli ultimi fuoristrada leggeri rimasti sul mercato ed una sua commercializzazione completerebbe al meglio la gamma. A quanto pare, tutto potrebbe presto diventare realtà, stando ad alcune foto spia che hanno iniziato a circolare.

Suzuki Jimmy a 5 porte con un passo più lungo

Stando a quanto visto finora con la Jimmy precedente, quella a 5 porte dovrebbe avere il passo più lungo. La variazione è percettibile dalla foto diramate da CarScoops, e dovrebbe arrivare complessivamente a 30 cm, il che comporterebbe un albero di trasmissione più lungo e dei differenti rapporti al ponte per il cambio.

Sotto al cofano dovrebbe essere alloggiato un nuovo motore turbo mild hybrid, un qualcosa di indispensabile per bypassare il problema che nell’ultimo periodo aveva afflitto la versione a 3 porte, cioè l’inquinamento in fase di test WLTP. Un’incognita è rappresentata dalla presenza della versione equipaggiata con il classico 1.5 aspirato da poco più di 100 CV, forse per una ipotetica versione Pro cargo.

Il nome “Long” per la Suzuki Jimmy a 5 porte

Suzuki potrebbe non battezzare questa vettura solamente col nome di Jimmy, ma aggiunge qualcosa che identifichi le dimensioni maggiori. Stando alle voci che circolano, il fuoristrada leggero a cinque porte potrebbe chiamarsi Suzuki Jimmy Long. La 4×4 dovrebbe essere commercializzata nel corso del 2023 inizialmente in Giappone, con una maggiorazione di prezzo rispetto alla versione tradizionale a tre porte di circa 300.000 yen, pari a quasi 2.000 euro.

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0

    F1, Pagelle GP Austria 2022: Leclerc riapre il mondiale e Ferrari spera

    L’Apollo Intensa Emozione va davvero forte al Nurburgring, non ci credete? [VIDEO]