in

Tasse auto elettriche: dal 2025 si pagheranno anche nel Regno Unito

Tempo di lettura: 2 minuti

Il governo britannico è pronto ad introdurre una nuova tassa automobilistica, o meglio, è pronto a tassare indistintamente tutti gli automobilisti. L’arrivo del nuovo premier Rishi Sunak, infatti, sembra prospettare la tassa auto elettriche a partire dal 2025, in maniera da contrastare la recessione e livellare i costi per tutti gli automobilisti.

Tasse auto elettriche: la Gran Bretagna le introdurrà dal 2025

diesel vs elettrico

Il governo del Regno Unito è quindi pronto ad uguagliare la pressione fiscale sugli automobilisti d’oltremanica, facendo rientrare nelle casse quei contributi che verrebbero sempre meno con l’avanzare della transizione elettrica. Più il parco auto verrà rinnovato e più il gettito assicurato dalle tasse sui carburanti fossili e sul possesso ed uso dei veicoli stessi sarà ridotto, quindi anche in Gran Bretagna si è deciso di tassare le automobili eco-friendly, adottando una strategia simile a quella già ipotizzata da altri Paesi.

Dal punto di vista fiscale, quindi, dal 2025 non ci saranno più vantaggi tra l’avere in garage una vettura elettrica oppure endotermica. A rendere noto il tutto è stato il ministro delle finanze britannico Jeremy Hunt, che leggendo l’Autumn Statement ha annunciato che le auto elettriche saranno tenute a pagare la VED (vehicle excise duty). Dal canto suo, il governo britannico proseguirà ad incrementare le infrastrutture di ricarica ed a scontare le tasse sulle elettriche, con aumenti contenuti entro il 5% per il 2028.

Tasse auto elettriche: ci sono anche altri Paesi oltre la Gran Bretagna

La decisione di tassare le auto elettriche non è nata dal governo della Gran Bretagna. Ci sono tanti altri Paesi nel mondo che hanno deciso di agevolare meno le vetture “green”. Uno di questi è il Giappone, dove i vertici nazionali stanno studiando una manovra simile in tempi ancora più brevi, invece in Svezia sono state sospesi senza preavviso gli incentivi esistenti. Diverso quanto accaduto a luglio in Germania, dove c’è stato un sostanzioso taglio sia per le elettriche che per le ibride plug-in.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    m1 andy wahrol

    BMW M1 Andy Warhol: il VIDEO della polemica ambientalista

    Audi RS 3 verde kyalami

    Audi RS 3 2022: prova su strada, interni, motore, recensione, prezzi