in

Tecnica: comunicazione cloud Volvo per rendere la guida più sicura

Tempo di lettura: 3 minuti

Volvo, l’Ente dei Trasporti Svedese (Trafikverket) e l’Ente di Gestione della Rete Stradale Pubblica norvegese (Statens Vegvesen) stanno collaborando nell’ambito di un progetto pilota in cui le informazioni sulle condizioni del fondo stradale provenienti dalle singole auto vengono condivise all’interno di un sistema cloud.

I dati in tempo reale sui tratti stradali con fondo scivoloso vengono ora utilizzati per avvertire i veicoli nelle vicinanze, contribuendo al tempo stesso ad aumentare l’efficienza della manutenzione stradale nel periodo invernale.

“Questo progetto pilota è uno dei primi esempi pratici di come la comunicazione fra veicoli attraverso la rete mobile consenta a questi di ‘dialogare’ fra loro e con il contesto di traffico circostante. Ciò può contribuire a rendere più sicure le strade ,” spiega Erik Israelsson, Responsabile del Progetto ‘Cooperative ITS’ (Sistema di Trasporto Intelligente Cooperativo) presso Volvo Cars.

Attualmente sono 50 le auto circolanti che partecipano al progetto e il prossimo inverno questo numero crescerà notevolmente. Il nostro obiettivo è quello di mettere questa tecnologia a disposizione dei nostri clienti nel giro di pochi anni,” aggiunge Israelsson.

Utilizzo della rete mobile

Quando una Volvo utilizzata per il test rileva un tratto di strada ghiacciato o con fondo scivoloso, l’informazione viene trasmessa al database di Volvo Cars attraverso la rete telefonica mobile. Una segnalazione viene istantaneamente trasmessa agli altri veicoli che si stanno avvicinando all’area con fondo scivoloso, consentendo così ai conducenti di attivarsi per evitare una situazione critica.

Il conducente viene avvisato della prossimità di un tratto stradale scivoloso da un apposito segnale sul quadro strumenti dell’auto. L’applicazione all’interno del veicolo verrà progettata in modo tale che il segnale di avvertimento rifletta il livello di pericolosità della situazione, tenendo conto della velocità dei veicolo e delle condizioni stradali del momento.

Miglioramento della manutenzione stradale in inverno
Le informazioni su eventuali tratti ghiacciati vengono inviate anche alla società di gestione della manutenzione stradale a complemento dei dati forniti dalle centraline di misurazione esistenti lungo la strada. Tali informazioni possono aiutare la società di gestione delle strade e le sue imprese appaltatrici a pianificare meglio ed eseguire più tempestivamente la manutenzione invernale, intervenendo rapidamente in caso di mutamento delle condizioni.

“Nel momento in cui l’ente che gestisce la rete stradale ha accesso a informazioni provenienti da un numero elevato di veicoli, i dati possono essere utilizzati per rendere più efficiente la manutenzione stradale durante il periodo invernale. Le informazioni potrebbero inoltre migliorare ulteriormente la sicurezza stradale per tutti gli utenti della rete. In aggiunta, sarebbe possibile limitare lo spargimento di sale quando non necessario e ridurre l’impatto ambientale,” continua Erik Israelsson.

Volvo Cars riconosce come la garanzia dell’incolumità degli utilizzatori finali sia un aspetto molto importante del sistema. Le informazioni condivise con la società di gestione stradale non includeranno i dati dei singoli veicoli. I dati aggregati verranno utilizzati unicamente per descrivere le condizioni momentanee della rete stradale.

Una strategia ambiziosa per la connettività
Volvo Cars sta avviando e investendo in accordi di collaborazione strategici per la realizzazione di soluzioni basate sul cloud e la segnalazione dei tratti di strada con fondo scivoloso è la prima funzionalità di sicurezza disponibile su cloud di Volvo. Lo sviluppo di comunicazioni sofisticate attraverso la rete mobile rientra nell’obiettivo dell’azienda di offrire al cliente un’esperienza di connettività a 360 gradi.

“Questo è solo l’inizio. In futuro assisteremo a un aumento degli scambi di informazioni vitali fra veicoli,” precisa Erik Israelsson. “Il potenziale in quest’area è notevole e include la possibilità di rendere il traffico più sicuro, la guida più agevole e il flusso automobilistico più scorrevole.”

“L’attenzione strategica rivolta alla connettività nell’ambito della nostra nuova Architettura di Prodotto Scalabile apre la strada ad altre soluzioni di sicurezza basate sul cloud. Questo ci farà avvicinare al nostro obiettivo di sicurezza per il futuro, ovvero l’azzeramento del numero di vittime o feriti gravi a seguito di incidenti in una nuova Volvo entro il 2020,” conclude Erik Israelsson.

Neopatentato

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2014 sotto il segno dell’ “Epoca d’Oro degli Anni Venti”

La nuova Honda Civic che parteciperà al FIA WTCC 2014