in

TESLA MODEL X: il SUV a prova di vegano!

Tempo di lettura: 2 minuti

Quando si tratta di scegliere gli interni di un’auto di lusso la risposta è solo una: pelle. Questo fino ad ora… Sì, perché durante il meeting annuale di Tesla del 2015, la PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) aveva richiesto alla compagnia di offrire auto con interni completamente vegani ed ecosostenibili.

Elon Musk (CEO di Tesla) ha esaudito i loro desideri e quelli di tutti i vegani o vegetariani amanti delle auto, ideando gli interni della sua Model X in un materiale esteticamente pari alla pelle, ma totalmente cruelty free: Ultra White, ecopelle di colore bianco, con cui sono stati ricoperti sedili, volante e leva del cambio.

 Così il SUV elettrico diventa vegan friendly, dimostrando che lusso e sostenibilità non solo possono essere compatibili, ma riescono a creare una perfetta armonia. Questa scelta limiterà non solo le sofferenze atroci inferte agli animali, ma anche l’inquinamento dovuto all’utilizzo di sostanze chimiche tossiche, tra cui il cianuro, necessarie per trasformare gli animali in pelle, lo spreco di acqua (fino a 60.000 litri di acqua per ogni tonnellata di pellame) e ovviamente minori emissioni di CO2.  

La Model X diventa, quindi, completamente eco-sostenibile soddisfacendo sia le esigenze di stile di un’auto lussuosa, che il senso etico di chi non vuole danneggiare l’ambiente. Tesla percorre una strada già battuta con enorme successo già in altri campi (pensiamo alle collezioni di Stella McCartney e alla sua Falabella, hit bag desiderata da ogni ragazza) e non rinuncia ,infatti, ad un design accattivante: le portiere che si aprono ad ala di gabbiano (Falcon Wings), un parabrezza spaziosissimo e lo spoiler attivo sul retro.

Io, in quanto vegetariana maniaca della raccolta differenziata e del “chiudi l’acqua mentre ti lavi i denti” non posso che apprezzare questo passo avanti della Casa californiana e sperare che sia di ispirazione per altre case ancora non convertite all’eco-friendly.

Dì la tua

Nissan produrrà le batterie della Leaf a Sunderland in Regno Unito

Opel si è reinventata: una prima occhiata alla GT Concept