in

Test dell’Alce? Questa Tesla Model Y dimostra perché è assolutamente necessario

test alce tesla model y
Tempo di lettura: 3 minuti

Incredibile manovra evasiva di una Tesla Model Y in Cina, che evita ben due incidenti. In molti criticano l’importanza mediatica che il mondo dell’auto riserva al cosiddetto “Test dell’Alce”, il test di evasione improvvisa di un ostacolo fermo in mezzo alla carreggiata. Sebbene i suoi detrattori lo ritengano un test “inutile”, può capitare più spesso di quanto si pensi dover effettuare un velocissimo cambio di corsia. Ed è proprio questo ciò che ci dimostra questo video proveniente dalla Cina trovato su Twitter. In questa clip, una Tesla Model Y effettua un Test dell’Alce nella vita reale, evitando ben due incidenti con una sola manovra.

Il merito è anche dell’auto, ma il vero “eroe” qui è il guidatore del SUV elettrico americano, che ha dimostrato riflessi e prontezza. Siamo all’interno di una città cinese non meglio specificata. Su un grande corso ad alto scorrimento un’auto dotata di dashcam viene superata da una Tesla Model Y che viaggia spedita ma senza correre. In quel momento, da una strada laterale compare a sorpresa una Honda CR-V. Il conducente del SUV giapponese è intento a invertire la marcia, pensando di avere abbastanza spazio per concludere la manovra. In fretta però si accorge di essere completamente fuori tempo, e inchioda la sua vettura perpendicolare al senso di marcia. Qui, il guidatore della Tesla ha dimostrato di avere una encomiabile prontezza, degli ottimi riflessi e di saper gestire bene la pressione di una situazione di pericolo. 

Per la Tesla Model Y un test dell’alce nella vita vera: salva da ben due incidenti

Come insegna il test dell’alce, infatti, quando ci si para davanti un oggetto più lento davanti a noi (come un alce nelle fredde strade della Scandinavia, da cui il test prende ispirazione), la cosa più sbagliata che si possa fare è inchiodare e sperare per il meglio. Se il conducente della Tesla infatti avesse solo frenato, quasi sicuramente avrebbe colpito l’Honda bianca in mezzo alla corsia. La Tesla Model Y, invece, in pochissimi metri riesce a sterzare violentemente e ad evitare l’Honda CR-V. Ed è qui che la bontà del telaio e la dinamica di guida della Model Y viene in soccorso.

Grazie al suo baricentro basso, allo sterzo pronto e agli ADAS che avranno sicuramente avvertito il conducente prima della manovra facendogli notare meglio il pericolo, l’auto è riuscita a mantenere la traiettoria senza problemi. Spesso infatti vediamo automobili anche nuove, soprattutto SUV, che non riescono a mantenere l’aderenza dopo il primo scarto veloce, finendo per andare in testacoda o, peggio, ribaltarsi. La Tesla, invece, è riuscita a mantenere saldo il grip, riuscendo anche ad evitare un secondo incidente. Poche decine di metri dopo la CR-V, infatti, si trovava un autobus che procedeva lentamente. Se l’auto non avesse mantenuto l’aderenza, o fosse andata in testacoda, l’incidente sarebbe stato inevitabile.

Invece, questa ripresa di una dashcam in una grigia giornata in una città della Cina ci ha fatto capire diverse cose. La prima è che non farsi prendere dal panico e utilizzare le giuste tecniche di guida è fondamentale per evitare brutti incidenti. La seconda è che Tesla Model Y è dotata di un’ottima dinamica di guida, che le ha permesso di evitare un brutto incidente trasversale e un tamponamento di un autobus. E la terza è che il tanto criticato test dell’alce, in questo caso, è stato messo alla prova nella vita reale. E per giunta in una situazione di pericolo causata da una manovra azzardata di un altro utente della strada, nella quale tutti almeno una volta ci siamo trovati. D’ora in poi forse anche i detrattori del test dell’alce lo vedranno con occhi nuovi…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Audi R8 Special Edition

    Prima della pensione, l’ultimo brivido: in cantiere l’Audi R8 più potente di sempre?

    mansory 812 gts stallone

    Mansory Ferrari 812 GTS: la V12 spider ora è uno “Stallone”