in

Top Gear Magazine Awards: doppietta di premi per le ultime novità Ferrari

bbc top gear magazine awards
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ferrari conta già diversi premi ai ben noti BBC TopGear Magazine Awards e nel 2020 ne può aggiungere due alla “collezione”, composta già da 18 trofei: la 812 GTS ha infatti vinto il primo premio nella categoria Noise of the Year (“Sound dell’anno”), mentre la SF90 Stradale l’ha raggiunta nella categoria Eco-Warrior of the Year, (“Campione ecologico dell’anno”). 

Partiamo dalla 812 GTS, versione spider della 812 Superfast. Non è stato difficile primeggiare contro le rivali grazie a quel V12 capace di dare il massimo ai 9.000 giri/min e al suono non “strozzato” dalla presenza di una turbina. Pura poesia e qualcosa di ormai raro nel panorama automobilistico mondiale, tanto che i giudici di Top Gear non hanno avuto dubbi fin dal principio. 

ferrari 812 gts

La SF90 Stradale, come detto, si è invece aggiudicata il premio “Campione ecologico dell’anno”. Inutile negare che essendo la prima ibrida plug-in nella storia del cavallino non poteva mancare un importante riconoscimento per lo sforzo compiuto da Ferrari nella transizione verso l’elettrificazione. 

La 812 GTS e la SF90 Stradale non sono auto in edizione limitata (come lo è stata la LaFerrari, prima ibrida in assoluto), bensì nuove aggiunte alla gamma del Cavallino Rampante: mentre la prima segna il ritorno nella line-up di una spider V12 dai tempi della 365 GTS4, la seconda ha creato un segmento totalmente nuovo per il marchio, portando una supercar ibrida da 1000 CV al top di gamma Ferrari per la prima volta. Entrambe le vetture sono coperte dal programma Ferrari Genuine Maintenance, che comprende la manutenzione ordinaria della vettura per i primi 7 anni dall’acquisto.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    ds 4 2021

    DS 4 2021: prime informazioni sulla nuova segmento C della Casa francese

    Peugeot 306

    Peugeot 306, l’antenata della 308 che vinceva anche in pista e nei rally