in

Un’auto elettrica firmata Apple? Dopo le voci degli ultimi anni, si fa sul serio

Tempo di lettura: 2 minuti

Un’auto della Apple? Se ne parla da anni, ma ora sembra proprio che l’azienda di Cupertino abbia dato un’accelerata al progetto: lo riferisce l’agenzia di stampa Bloomberg, che ha parlato con tre persone a conoscenza dei programmi della Apple, secondo i quali l’automobile sarà dotata di un motore alimentato con innovative batterie ad alta efficienza e potrebbe arrivare sul mercato ma non prima nel 2024.

Auto elettrica Apple: progetto ridimensionato

Apple iniziò a lavorare alla sua auto elettrica nel 2014, ma il progetto (noto come Project Titan) subì una battuta d’arresto nel 2019, quando l’azienda californiana si rese conto delle enormi difficoltà e lo ridimensionò: licenziò 190 persone e decise di fermare lo sviluppo di un’auto vera e propria, ma di concentrarsi nelle promettenti tecnologie di guida autonoma.

Contatti avviati

Ora, secondo Bloomberg, i piani sarebbero nuovamente cambiati: Apple sembra intenzionata a lanciare una propria vettura e avrebbe già iniziato a discutere con società specializzate, nell’ottica di ricevere il supporto tecnico necessario. L’austriaca Magna, che si occupa di ingegnerizzare e produrre auto per conto terzi, sarebbe fra i partner a cui si è rivolta l’azienda di Cupertino.

L’auto elettrica di Apple avrà davvero batterie di nuova concezione?

Tuttavia, per sperare di affermarsi a livello globale, la Apple non intende fare affidamento sulla fedeltà dei clienti e la forza del suo marchio. Secondo Bloomberg, la Mela avrebbe concepito nuove batterie, con le quali intende costruirsi un vantaggio competitivo nei confronti delle case rivali: il pacco di accumulatori non sarebbe composto da centinaia di singole pile, come avviene per le elettriche oggi sul mercato, ma sarebbe formato da un’unica grande batteria. E così, a parità di peso e dimensioni, le pile della Apple sarebbero in grado di immagazzinare più energia di quelle attuali che hanno le rivali, con tutto quello che consegue in termini di miglioramento dell’autonomia.

Rivalità anche fra le auto

Anche nel mondo dell’auto, insomma, verrà a crearsi il dualismo fra Apple e Google, storiche rivali nel settore dell’elettronica di consumo. Tuttavia, se Apple sarà una “debuttante” nel mondo delle quattro ruote, Big G invece è un’affermata realtà: con la controllata Waymo, infatti, ha accumulato anni di esperienza nel campo della guida autonoma, tanto da essere fra le aziende leader nel settore (ha anche un accordo con la FCA).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Mazda MX-5 VS Abarth 124 Spider: la drag race tra gemelle diverse [VIDEO]

    Ford Kuga Ecoblue Hybrid

    Ford Kuga Diesel Ecoblue Hybrid: prova su strada, motore, consumi e prezzi