in

UrbanRebel Concept, la piccola Cupra che corre come una Porsche

Cupra Urbanrebel concept
Tempo di lettura: 2 minuti

Cupra ha svelato la UrbanRebel Concept, prototipo di vettura di segmento B che promette numeri da supercar di rango. Seguendo la scia della El Born concept, poi arrivata alla produzione di serie come Cupra Born, la UrbanRebel Concept propone un’interpretazione racing della stirpe di vetture che nasceranno sulla piattaforma MEB “accorciata” del gruppo Volkswagen. La commercializzazione dovrebbe arrivare entro il 2025 insieme alle sorelle: Audi, Skoda, Volkswagen e probabilmente Audi.

Nonostante la base tecnica sia la stessa il marchio sportivo Seat ha voluto imprimere una fortissima personalità alla sua UrbanRebel, a Martorell ci credono veramente e prevedono una produzione che dovrebbe arrivare a 500 mila vetture all’anno.

Cupra Urbanrebel concept

Cupra UrbanRebel Concept: un design che ridefinisce l’estremo

Dal punto di vista stilistico il concept spagnolo è incredibilmente estremo. Non si può non partire dal posteriore la cui vista è interamente occupata dallo spoiler che definire gigantesco appare un gentile eufemismo. Le luci prendono posto lungo gli spigoli del suddetto alettone e si incontrano al centro dove si inserisce il marchio Cupra, che partecipa anch’esso all’illuminazione. Più in basso una sottile striscia di lamiera, subito interrotta dall’estrattore che neanche a dirlo: è oversize.

La fiancata si caratterizza per una struttura della superficie vetrata “a casco“, linee morbide interrotte da un grossa appendice aerodinamica dietro la ruota anteriore e una presa d’aria per l’impianto frenante posizionata anteriormente alla ruota posteriore. La linea di cintura, nonostante la UrbanRebel sia un concept, non è troppo alta, ma è visivamente “schiacciata” dalle superfici concave e la curva a contrasto che costeggia il brancardo.

L’anteriore è costituito essenzialmente da una grandissima presa d’aria trapezoidale tagliata da una lama in colore carrozzeria che separa la componente aerodinamica da quella adibita a veicolare il flusso d’aria ai dischi dei freni. Gli sbalzi, pur non riproducibili su una versione di serie, non sono estremi come il resto della vettura. I proiettori di forma triangolare ricordano quelli della Cupra Born, ma sono stati semplificati nel disegno e si spostano dal muso al cofano della vettura.

Cupra UrbanRebel Concept: le prestazioni sono folli

Se fosse stata una Tesla avremmo definito “ludicrous” la modalità che permette di passare per alcuni istanti dai 340 CV, garantiti in modo continuo, ai 435. Una potenza talmente incredibile che probabilmente è necessario ripeterlo: 435 CV! In questa modalità lo scatto 0-100 km/h termina in appena 3,2 secondi. Un numero che parla da sé, ma per fare qualche paragone basti pensare che l’endotermica Porsche 911 GT3 RS accelera da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi e che l’elettrica Audi e-Tron GT RS è perfino più lenta con i suoi 3,3 secondi.

Cupra UrbanRebel non è una concept digitale, il modello fisico verrà presentato al Cupra Garage di Monaco di Baviera durante l’IAA (qui tutte le anticipazioni). Il modello di serie potrebbe cambiare nome come successo con la El Born, mentre se varieranno anche le prestazioni non è possibile prevederlo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Alfa Romeo Giulia GT restomod anteriore

    Emilia GT Veloce: restomod della Alfa Romeo Giulia GT con 510 CV

    defender bond edition

    Land Rover Defender V8 Bond Edition: pronta per il lancio di “No time to die”