in

Via Carlo Abarth: Torino celebra i primi 70 anni del marchio dedicandogli una via

Via Carlo Abarth
Foto LaPresse/Andrea Alfano 24/10/2019 Torino (Italia) Automotive FCA Via Carlo Abarth Nella foto: Cerimonia di intitolazione della Via Carlo Abarth. Sergio Rolando, Francesco Sicari, Luisa Bernardini, Luca Napolitano, Anneliese Abarth, Roberto Giolito. Photo LaPresse/Andrea Alfano October 24, 2019 Torino (Italy) Automotive FCA Via Carlo Abarth In the picture: Titling ceremony of Via Carlo Abarth. Sergio Rolando, Francesco Sicari, Luisa Bernardini, Luca Napolitano, Anneliese Abarth, Roberto Giolito.
Tempo di lettura: < 1 minuto

In occasione del 70° anniversario del marchio Abarth, Torino decide di celebrare il legame che da ormai 50 anni unisce il fondatore del leggendario brand al capoluogo piemontese. E lo fa dedicandogli una via: Via Carlo Abarth.

Alla cerimonia hanno partecipato Francesco Sicari (presidente del Consiglio comunale), Sergio Rolando (assessore al Bilancio, Programmazione e Toponomastica), Luisa Bernardini (presidente Circoscrizione 2), Luca Napolitano (head of EMEA Fiat and Abarth brand) e Roberto Giolito (Head of FCA Heritage). Compresa tra via Anselmetti, corso Orbassano e via Plava, via Carlo Abarth chiude la cornice dove sorgono il quartier generale della Casa dello Scorpione e l’Heritage HUB, dove sono custodite alcune tra le vetture più importanti prodotte dall’Abarth nel corso della sua esistenza.

A 40 anni dalla sua scomparsa, e dopo il successo dello scorso Abarth Days 2019, Torino dedica un pezzo di città al genio e all’intuizione che hanno sempre fatto parte dell’ingegnere austriaco.

Come sottolinea Sicari “Oggi è un giorno importante, quarant’anni fa ci lasciava un grande imprenditore che, davanti ad un destino poco benevolo nei suoi confronti (subì due gravi incidenti) si è reinventato come innovatore ed imprenditore. Il nome Abarth è entrato nelle case di milioni di persone in tutto il mondo. In una società come la nostra che vede l’automobile come uno dei veicoli maggiormente utilizzato per il trasporto privato, il marchio Abarth rappresenta qualcosa di più, un vero e proprio carattere distintivo. Non sta a me fare ipotesi su quello che sarà il futuro della mobilità ma sta a me unire il nome di Carlo Abarth con Torino, una città che dall’industria automobilistica ha per decenni ottenuto molto, con l’auspicio che possa ottenere ancora in futuro, magari sotto il segno dello Scorpione.

Dì la tua

DS 3 Crossback E-Tense

DS 3 Crossback E-Tense: il primo B-SUV elettrico del Gruppo PSA

Volkswagen Golf 2020

Volkswagen Golf 2020: conosciamo meglio l’ottava generazione