mercoledì, 25 aprile 2018 - 2:38
Home / Notizie / Novità / Volkswagen Golf Variant

Volkswagen Golf Variant

Tempo di lettura: 4 minuti.

La Volkswagen presenta una Golf Variant interamente rivisitata: una vettura eclettica che, essendo basata sulla Golf VII, beneficia delle tecnologie e dei vantaggi dell’innovativo pianale modulare trasversale MQB.

Una strategia che si traduce in: minor peso (fino a 105 kg in meno), package ottimizzato (100 litri in più di capienza), proporzioni della carrozzeria studiate con ancora maggiore accuratezza, nuovi sistemi comfort e di sicurezza, nuovi motori benzina e Diesel (fino al 15% più parchi nei consumi) nonché nuove soluzionib di assetto. 

Questa è la prima Golf Variant a essere equipaggiata di serie del differenziale a bloccaggio elettronico trasversale ottimizzato XDS+, che perfeziona il comportamento di marcia in curva. Inoltre, per la prima volta la nuova Variant può essere ordinata con la regolazione adattiva dell’assetto DCC comprendente la selezione del profilo di guida. In questo caso chi siede al volante può scegliere una guida più confortevole oppure più sportiva semplicemente premendo un pulsante. La selezione del profilo di guida abbinata al sistema DCC offre anche una modalità Eco e una modalità Individual; quest’ultima permette di configurare diversi parametri per impostare una messa a punto personalizzata. In alternativa al sistema DCC (con carrozzeria abbassata di 10 mm) è inoltre disponibile un assetto sportivo classico abbassato di 15 mm, di serie sulle Highline.

Sulla nuova Golf Variant vengono montati in ogni classe di potenza motori benzina TSI e Turbodiesel TDI di nuovo sviluppo. Tutte e sette le motorizzazioni offerte in occasione del lancio sul mercato (gamma di potenza da 85 a 150 CV) sono dotate di serie dei sistemi start/stop e di recupero dell’energia (trasformazione dell’energia cinetica in energia elettrica). I cambi manuali possono essere a 5 o 6 rapporti. Disponibile per alcuni TSI e TDI anche la trasmissione DSG a 6 o 7 rapporti. Inoltre, ci saranno due versioni della Golf Variant TDI con trazione integrale 4Motion.

I nuovi motori benzina TSI  erogano rispettivamente 85 (non previsto per l’Italia), 105, 122 e 140 CV di potenza, e sono tutti particolarmente efficienti. Si consideri per esempio il TSI 1.2 BlueMotion Technology 105 CV: con questo 4 cilindri turbo a iniezione diretta, la familiare consuma solo 5 l/100 km ed è in grado di raggiungere i 193 km/h. Anche il TSI 122 CV consuma solo 5,3 l/100 km (5,1 l/100 km se equipaggiato con DSG) secondo il nuovo ciclo di guida europeo (NEDC).
Per la Golf Variant vengono offerti anche i nuovi motori Diesel TDI altrettanto efficienti, con potenze di 105, 110 e 150 CV. Il consumo medio dei TDI 105 e 110 CV con cambio manuale è di 3,9 l/100 km, mentre il TDI 150 CV consuma 4,2 l/100 km.

Il punto di forza della nuova Golf Variant è naturalmente la versatilità. Grazie al volume di carico incrementato da 505 a 605 litri (carico fino agli schienali dei sedili posteriori), anche con cinque persone a bordo offre un bagagliaio decisamente capiente, la cui capacità raggiunge 1.620 litri se si sfrutta lo spazio fino agli schienali dei sedili anteriori e fino al tetto (modello precedente: 1.495 litri). Per quanto riguarda le dotazioni, ora la versione familiare presenta una copertura del vano bagagli con dispositivo automatico di avvolgimento a due stadi. Quando non viene utilizzata, la copertura, così come la parete divisoria, può essere riposta al di sotto del piano di carico, che può essere regolato in altezza o completamente rimosso. I quattro ganci portaborse posizionati sulle pareti laterali del bagagliaio risultano molto pratici. Di nuova concezione è lo sbloccaggio meccanico a distanza dello schienale dei sedili posteriori, attivabile comodamente dal bagagliaio agendo su un’apposita leva.

Per quanto riguarda gli esterni, la Golf Variant (4.562 mm di lunghezza, ossia + 307 mm rispetto alla due volumi) segue fino ai montanti centrali il profilo preciso e “prestante” della Golf. Per la prima volta, i designer sono anche riusciti a ricreare la linea tipica dei montanti posteriori della Golf, nei montanti che delimitano la coda della Variant, sottolineati anche dal terzo cristallo laterale. A loro volta, i nuovi gruppi ottici posteriori a due elementi della Golf Variant esprimono  l’appartenenza sia alla famiglia sia al Marchio.

La Golf Variant sarà disponibile nelle tre linee di allestimento Trendline, Comfortline e Highline. Al pari di tutte le nuove Golf, anche la Variant è dotata di serie dei sistemi start/stop e di recupero dell’energia, come già accennato. Come prima versione familiare della sua categoria, la Golf Variant dispone inoltre, sempre di serie, del nuovo dispositivo di frenata anti collisione multipla (che decelera automaticamente il veicolo dopo il primo impatto). La dotazione di serie della versione di accesso Trendline comprende tra l’altro sette airbag, specchietti retrovisori esterni a regolazione elettrica, indicatore della temperatura esterna, funzione ECO-Tipps nel display multifunzione (indicazioni sui consumi e indicatore di cambio marcia), controllo elettronico della stabilizzazione, sedile del guidatore regolabile in altezza, alzacristalli elettrici, climatizzatore, freno di stazionamento elettronico con funzione Auto-Hold, XDS+, indicatore della pressione degli pneumatici, schienale dei sedili posteriori abbattibile e sdoppiabile in modo asimmetrico nonché luci diurne.

Anche la nuova Golf Variant può essere dotata a richiesta del sistema proattivo di protezione degli occupanti. Se questo sistema riconosce un potenziale rischio di incidente, viene attivato automaticamente il pretensionamento delle cinture di sicurezza del guidatore e del passeggero anteriore. Qualora la situazione fosse ancora più critica, come per esempio in caso di sovrasterzo o sottosterzo con l’intervento dell’ESC, verrebbero inoltre chiusi sia i cristalli laterali che il tetto scorrevole (fino a un apposito punto di fermo). Tra le nuove dotazioni opzionali ricordiamo tra l’altro sistema Front Assist con funzione di frenata di emergenza City, regolazione automatica della distanza ACC, assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist, sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore, rilevamento della segnaletica stradale, sedili sportivi ergonomici (ergoActive) e sistemi di infotainment di nuova generazione. Molte delle dotazioni disponibili a richiesta sono proposte in pacchetti a prezzi decisamente vantaggiosi.

Motorizzazioni:
Benzina
1.2 TSI 105 CV BMT manuale 6m
1.4 TSI 122 CV BMT manuale 6m / DSG 7m
1.4 TSI 140 CV BMT manuale 6m / DSG 7m
Diesel
1.6 TDI 90 CV BMT manuale 5m
1.6 TDI 105 CV BMT manuale 5m / DSG 7m
1.6 TDI 110 CV BMT manuale 5m / DSG 7m
2.0 TDI 150 CV BMT manuale 6m / DSG 6m
Introduzione successiva:
Metano
1.4 TGI 110 CV BM manuale 6m / DSG 7m
(novembre 2013)
Mix motorizzazioni: Benzina 9% – Metano 6% – Diesel 85%
Mix cambi: Manuale 85% – DSG 15%
Mix allestimenti: Trendline 10% – Comfortline 55% – Highline 35%
Prezzi: da € 19.500 per la 1.2 TSI 105 CV BMT Trendline

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

Peugeot 108

Peugeot 108 si aggiorna per la bella stagione

Tempo di lettura: 1 minuto. Aria di primavera, con il caldo estivo che incombe, e la Peugeot 108 si aggiorna …

something