in

Volkswagen presenta il top di gamma del suo SUV elettrico: la ID.4 GTX

Tempo di lettura: 5 minuti

Volkswagen presenta la versione top di gamma del suo SUV elettrico: la ID.4 GTX. La nuova variante della ID.4 si pone al vertice della proposta Volkswagen anche in termini di prestazioni pure. I suoi due motori, montati rispettivamente sull’asse posteriore e su quello anteriore, sviluppano insieme una potenza massima pari a 299 CV e sono in grado di funzionare in sinergia creando una trazione integrale elettrica. Il SUV ID.4 GTX debutterà sui mercati europei nell’estate 2021. In Germania, il prezzo base è di 50.415 Euro.  

Con il SUV elettrico debutta anche il nuovo sub-brand GTX che si affiancherà ai noti GTI, GTE e GTD per indicare le auto elettriche più prestazionali. Volkswagen assicura che arriveranno tanti nuovi modelli con la sigla GTX per continuare quella serie di vetture ad alte prestazioni progenie della Golf GTI. 

La ID.4 rappresenta un modello estremamente importante per la casa, in quanto vettura che si inserisce nel più ampio segmento di mercato a livello mondiale: i SUV compatti. Volkswagen non ha posto l’attenzione solo a prestazioni e posizionamento di mercato, la casa ha sviluppato un vero ecosistema di elettromobilità sostenibile. Ai clienti della ID.4 GTX, infatti, viene consegnata una vettura prodotta con un bilancio neutro in termini di emissioni di CO2. Se la ricaricano usando corrente prodotta da fonti sostenibili, come Volkswagen Naturstrom o PLT puregreen in Italia, anche il funzionamento dell’auto sarà neutro dal punto di vista climatico.

La ID.4 poggia sulla nuova piattaforma MEB, totalmente nuova e specificamente pensata per la trazione elettrica, in questo caso anche integrale. Diversamente da una trazione integrale tradizionale, non esiste alcun collegamento meccanico tra i due assi, motivo per cui non è presente nell’abitacolo il classico tunnel centrale. 

I due motori elettrici presentano una struttura compatta e leggera. Un motore sincrono a magneti permanenti con una potenza di 204 CV opera sull’asse posteriore, mentre sull’asse anteriore è montato un motore asincrono. Il funzionamento sinergico di questi due motori elettrici sviluppa 299 CV di potenza massima, permettendo così al modello top di gamma della ID.4 di accelerare da 0 a 60 km/h in 3,2 secondi e di tagliare il traguardo dei 100 km/h in 6,2 secondi. La velocità massima è limitata elettronicamente è di 180 km/h. Il consumo di corrente della ID.4 GTX è compreso tra 19,1 e 18,1 kWh/100 km secondo il ciclo NEDC, in attesa di conoscere il dato sul più realistico WLTP.

La batteria della ID.4 GTX ha una capacità energetica netta pari a 77 kWh. Con un peso di 486 kg, offre un’autonomia realistica fino a 480 km (WLTP). La Volkswagen garantisce che la batteria, dopo 8 anni o 160.000 km, presenti ancora almeno il 70% della propria capacità originaria.

Utilizzando il cavo di carica Mode 3, è possibile ricaricare la ID.4 GTX con corrente alternata con una potenza fino a 11 kW. Presso una stazione di ricarica rapida, la si può caricare con corrente continua per i successivi 300 km (secondo il ciclo WLTP) in circa 30 minuti, con una potenza di ricarica fino a 125 kW. Chi possiede una ID.4 GTX può ricaricarla nel garage di casa usando energia elettrica proveniente da fonti certificate. Grazie alla wallbox ID. Charger è possibile ricaricare la vettura con una potenza di ricarica fino a 11 kW.

Cinque profili di guida. Il telaio sottolinea l’indole sportiva della ID.4 GTX con la sua intelligenza collegata in rete. Mediante la selezione del profilo di guida di serie (Eco, Comfort, Sport, Individual e Traction), il guidatore può commutare il funzionamento dei motori elettrici, degli ammortizzatori regolabili e dello sterzo. Il pacchetto sportivo comprende un assetto sportivo che abbassa la carrozzeria di 15 mm e lo sterzo progressivo. Più si gira il volante, più diretta è la trasmissione dello sterzo. 

Due le impostazioni del freno motore. In Drive la vettura avanza per inerzia nella maggior parte delle situazioni e in questo caso i motori elettrici girano, praticamente, senza carico. Selezionando la modalità B (Brake), invece, i motori si trasformano in generatori e ricaricano la batteria. Il sistema di recupero rappresenta un fattore di fondamentale importanza ai fini di una guida efficiente. Se il guidatore lo desidera, il sistema Eco Assistant tiene sotto controllo l’andatura per inerzia e il recupero non appena l’auto si avvicina a un’area in cui è necessario ridurre la velocità. A tal scopo, si avvale, tra l’altro dei dati topografici e di navigazione. 

La ID.4 GTX è una vettura sportiva particolarmente versatile, facile e divertente da guidare. La batteria agli ioni di litio, posizionata sotto all’abitacolo tra i due assi, abbassa il baricentro dell’auto, consentendo una distribuzione ben bilanciata del carico sugli assi. In virtù della potente trazione e dell’altezza dal suolo di 17 centimetri, questo SUV elettrico firmato Volkswagen affronta con disinvoltura anche percorsi fuoristrada non troppo impegnativi. Coadiuvano la versatilità della vettura gli ammortizzatori adattivi disponibili a richiesta o inclusi nel pacchetto Sport Plus.

Lunga 4,58 metri, la ID.4 GTX sfoggia un’immagine decisamente muscolosa, in virtù anche del passo lungo ben 2,77 metri. In altezza misura 2,61 metri mentre in larghezza 1,85. Il suo design, coniuga il carattere scultoreo tipico di un SUV con un’aerodinamica evoluta, grazie a un coefficiente Cx pari ad appena 0,29. Oltre alla fluida forma di base della carrozzeria, contribuiscono a questo risultato molte soluzioni di dettaglio, che spaziano dall’apertura a feritoia elettrica del radiatore nella zona anteriore della vettura, alle maniglie delle porte incassate a filo, fino ai gruppi ottici posteriori scolpiti. 

Le prese d’aria inserite nel frontale della ID.4 GTX sono verniciate in nero lucido. All’interno delle sottili prese esterne sono presenti rispettivamente tre LED sovrapposti, che conferiscono un tocco esclusivo alla firma luminosa notturna. I fari a LED Matrix, disponibili di serie, sono ancora più accattivanti: i loro moduli con la luce ambiente laterale ricordano gli occhi umani. Ciascuno di essi contiene 18 LED singoli, undici dei quali possono essere spenti e parzializzati separatamente. Questo modello top di gamma viene offerto di serie con gli esclusivi cerchi Ystad da 20″, a richiesta sono disponibili i cerchi Narvik da 21″.

Nella parte posteriore della ID.4 GTX sono stati adottati gli innovativi gruppi ottici posteriori a LED 3D: nove superfici di fibra ottica per ciascun gruppo ottico, che sembrano fluttuare nello spazio, danno vita a una luce posteriore arcuata in un’intensa tonalità rossa. La luce di stop si illumina formando una X, mentre gli indicatori di direzione dinamici lampeggiano dall’interno verso l’esterno. Tra le luci posteriori si estende una fascia luminosa di colore rosso. Animazioni dinamiche, che si creano all’interno dei gruppi ottici, “salutano” il guidatore quando sale e scende dalla vettura. Il paraurti posteriore è realizzato in un nuovo e distintivo design, l’inserto del diffusore è verniciato in grigio galvanizzato. I colori carrozzeria disponibili sono: Bianco Ghiaccio metallizzato, Grigio Manganese metallizzato, Moonstone Grey, Scale Silver metallizzato, Stonewashed Blue metallizzato e la nuova tonalità sportiva Kings Red metallizzato. 

Il bagagliaio della ID.4 GTX vanta un volume di 543 litri, che aumenta a 1.575 abbattendo gli schienali dei sedili posteriori. 

La plancia non presenta né tasti né interruttori fisici, conferendole così un aspetto pulito ed estremamente moderno. Mediante il volante multifunzione, il guidatore gestisce un display forse troppo compatto con diagonale di 5,3″, che visualizza i dati principali. Sul lato destro è presente una leva per la selezione dei rapporti del cambio. Al centro della plancia c’è l’ampio display touch per le funzioni di navigazione, telefonia, media, sistemi di assistenza e impostazioni della vettura. La versione di serie presenta una diagonale di 10″, che diventa di ben 12″ se si opta per il pacchetto Infotainment Plus. Il pacchetto Infotainment Plus comprende anche l’head-up display con realtà aumentata, che fonde le sue visualizzazioni tridimensionali con l’ambiente reale.

Il pacchetto di asistenza comprende una telecamera per la retromarcia, un impianto antifurto e il sistema di accesso senza chiave Keyless Access. In caso di collisione imminente, il sistema proattivo di protezione degli occupanti provvede a chiudere i finestrini e a pretensionare le cinture di sicurezza. Nel pacchetto Assistenza Plus è compreso il Travel Assist che, entro i limiti del sistema, solleva ampiamente il guidatore dal compito di accelerare e frenare e, mediante leggeri interventi sullo sterzo, lo aiuta a mantenere la vettura al centro della propria corsia. Il Side Assist tiene sotto controllo il traffico dietro e accanto alla ID.4 GTX. L’Emergency Assist provvede ad arrestare la vettura, qualora il guidatore non fosse più in grado di farlo. Le telecamere del sistema Area View mostrano l’ambiente nelle immediate vicinanze con prospettiva dall’alto. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Frontale Citroen C3 Aircross 2021

    Il design distintivo del nuovo SUV Citroen C3 Aircross

    Come “canta” una Toyota Corolla a idrogeno? Scopriamolo [VIDEO]

    Come “canta” una Toyota Corolla a idrogeno? Scopriamolo [VIDEO]