in

Volvo 850 celebra il suo 25° anniversario: puntava alle stelle

Tempo di lettura: 4 minuti

La Volvo 850 è stata una vettura che ha rivoluzionato il mondo dell’auto. Si trattava di una Volvo con trazione anteriore e propulsore a cinque cilindri montato trasversalmente ed era il risultato del progetto Galaxy (‘Galassia’), così denominato perché il suo obiettivo erano le stelle. La Serie 850 riscosse grandi successi nel mondo degli sport motoristici e fu la prima automobile a marchio Volvo dotata di trazione integrale.

La nuovissima Volvo 850 GLT fece il suo debutto in anteprima mondiale alla Globe Arena di Stoccolma l’11 giugno 1991. Si trattava di un modello sviluppato grazie a uno dei più ingenti investimenti industriali fatti in Svezia e si differenziava in maniera sostanziale dai precedenti modelli realizzati da Volvo. L’auto era infatti dotata di trazione anteriore e motore cinque cilindri montato in posizione trasversale e portava il piacere di guida a un livello del tutto nuovo.

Il nuovo modello fu lanciato all’insegna dello slogan “Un’automobile dinamica con quattro novità a livello mondiale“. Le novità erano di fatto il propulsore trasversale a cinque cilindri, l’assale posteriore delta link progettato e realizzato internamente, il sistema integrato di protezione dagli impatti laterali (SIPS) e le cinture di sicurezza anteriori auto-regolabili.

Sebbene il suo profilo ricordasse la Serie 700, la 850 era una vettura completamente nuova. Il lavoro di sviluppo del modello era iniziato già nel lontano 1978. In occasione di una riunione tenutasi in quell’anno, si decise che era ormai venuto il momento di pensare più liberamente e puntare in alto, alle stelle. Ecco perché il progetto venne battezzato Galaxy.

61274 Il cruscotto del modello 850 1993

Dal Progetto Galaxy scaturirono due serie di modelli – una svedese e una olandese. La tecnologia di base venne sviluppata congiuntamente, dopo di che i due gruppi di tecnici e ingegneri si separarono. La società olandese, Volvo Car B.V., continuò a sviluppare quella che sarebbe poi diventata la Serie 400, mentre Volvo Cars, in Svezia, si concentrò sulla Serie 850.

Il primo modello ad essere lanciato fu la 850 GLT, con il suo motore aspirato 20 valvole in grado di erogare 170 CV di potenza. Durante la fase di sviluppo, Volvo lavorò per far sì che la 850 GLT fosse un’auto briosa in grado di garantire un elevato piacere di guida, mantenendo il giusto rumore d’aspirazione e di scarico del motore.

La successiva versione importante della 850 venne presentata nel febbraio del 1993 – si trattava della familiare. La nuova versione era contraddistinta dai tratti tipici dei modelli Volvo, come la sezione posteriore troncata bruscamente per favorire la massima capacità di carico, una nuova caratteristica stilistica era tuttavia rappresentata dagli gruppi ottici posteriori verticali che si estendevano fino a coprire l’intero montante D. Durante la fase di sviluppo, il responsabile del design Jan Wilsgaard fece realizzare anche un modello dal quale le luci posteriori potessero essere rimosse e sostituite con altre per fare un confronto. La versione familiare si aggiudicò in seguito il prestigioso riconoscimento giapponese “1994 Good Design Grand Prize”, oltre che il premio italiano per la “Vettura familiare più bella”.

191962 Volvo 850 T5 R

La Serie 850 venne presto ampliata con l’aggiunta di nuove motorizzazioni. Il modello che avrebbe in assoluto attirato il maggior interesse venne presentato al Salone dell’Auto di Ginevra del 1994. Con la sua carrozzeria dall’inconfondibile colore giallo, la T-5R spiccava come un vero e proprio punto esclamativo su ruote. Per questo modello speciale era stata prevista una produzione di 2.500 esemplari. Il motore turbo-alimentato con intercooler sviluppava 240 CV di potenza e 330 Nm di coppia motrice. Le dotazioni dell’auto includevano speciali spoiler, un tubo di scarico a sezione quadrata e cerchi in lega da 17” denominati Titan. Le vetture gialle vennero vendute tutte nel giro di qualche settimana e lo stesso avvenne per lo stesso numero di esemplari di colore nero, seguiti infine da una produzione di 2500 T-5R color verde scuro.

Il 1994 fu anche l’anno in cui Volvo tornò sui circuiti da gara, scegliendo una modalità alquanto spettacolare per celebrare il suo ‘rientro’ nel mondo delle corse. Le due 850 che comparvero sulla linea di partenza della prima gara della stagione sul circuito di Thruxton, nel sud dell’Inghilterra, erano infatti in versione station wagon! La presenza di un ‘furgoncino’ fra i partecipanti al campionato per vetture di serie più prestigioso d’Europa, il BTCC (Campionato britannico vetture turismo), attirò un’attenzione considerevole. Volvo investì molto nell’iniziativa, insieme alla scuderia Tom Walkinshaw Racing, affidando la guida delle due vetture allo svedese Rickard Rydell e all’olandese Jan Lammers. Nel 1995 le vetture familiari vennero praticamente messe fuori legge dalle nuove regole di gara e Volvo passò dunque al modello berlina. Rickard Rydell concluse quella stagione conquistando il terzo posto assoluto in campionato.

139979 Volvo 850 Racing BTCC

La Volvo 850 venne sin dall’inizio definita “l’automobile più sicura al mondo” dalla stampa specializzata e nel 1995 introdusse un’altra novità assoluta a livello mondiale in fatto di sicurezza, diventando la prima automobile prodotta in serie dotata di airbag laterali.

La 850 AWD – la prima vettura a quattro ruote motrici prodotta dalla Casa che venne lanciata nel 1996 – svolse un ruolo pionieristico per Volvo. La 850 All Wheel Drive aveva una trazione integrale costantemente attiva. Un giunto viscoso distribuiva automaticamente la potenza ripartendola fra le ruote anteriori e quelle posteriori; se una delle ruote posteriori cominciava a slittare, il dispositivo elettronico anti-slittamento TRACS provvedeva in automatico a trasferire potenza alle ruote anteriori privilegiando quella con la miglior presa. La 850 AWD era alimentata da un propulsore di nuova concezione con turbocompressore a bassa pressione da 193 CV e fu uno dei predecessori dei modelli XC a trazione integrale di Volvo.

Il 1996 fu l’ultimo anno di produzione per la 850. A seguito dell’esteso aggiornamento dei modelli avvenuto nel 1997, le designazioni dei modelli vennero modificate e sostituite dalla S70 per i modelli berlina e dalla V70 per la versione station wagon. Complessivamente sono state costruite 1.360.522 automobili in versioni derivanti dalla Serie 850.

Guidatore della domenica

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

Mercedes-Benz Classe E Station Wagon e AMG E 43 4MATIC: prime informazioni

L’Alfa Romeo Giulia in bella mostra sulla facciata del Lingotto di Torino