venerdì, 15 dicembre 2017 - 7:30
Home / Notizie / Motorsport / Volvo Polestar campione del mondo WTCC

Volvo Polestar campione del mondo WTCC

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Campionato del Mondo WTCC (World Touring Car Championship) si è concluso in Qatar questo weekend con la vittoria del titolo, piloti e costruttori, di Thed Björk e della sua Volvo S60 del team Polestar Cyan Racing  che hanno riempito un’altra pagina di storia della specialità.

Thed Björk è diventato così il primo pilota svedese di sempre a fregiarsi del titolo di Campione del Mondo mentre Volvo Cars, Polestar e Cyan Racing conquistano il loro primo titolo mondiale. Tutto è filato liscio nelle due gare conclusive della stagione disputatesi sul circuito di Losail, in Qatar.

La sfida tra Volvo Polestar contro i rivali di Honda Racing e della loro prima punta Norbert Michelisz si è quindi risolta a favore del primo, per la felicità del nuovo campione del mondo: “Diventare il primo pilota svedese campione del mondo è qualcosa che ho sognato fin da quando ho iniziato a correre! Non riesco a mettere insieme le parole, ma questo è il momento più bello della mia carriera di pilota. La gara conclusiva della stagione è andata secondo i nostri piani e mi sento di dire un enorme grazie a tutti i ragazzi del team, sono tutti campioni del mondo quanto io sono!

Per l’occasione, la squadra Polestar Cyan Racing è stata rafforzata dal quattro volte campione del mondo della specialità Yvan Muller, che è sceso in pista a bordo della terza vettura del team portando a casa punti vitali per il team in entrambe le gare, fondamentali per la conquista del titolo costruttori.

WTCC

Che futuro attende il WTCC ?

Ora che il campionato è finito, si prospettano grossi cambiamenti per la categoria, mai in crisi come quest’anno per colpa dell’innalzamento dei costi del regolamento TC1, andato ormai fuori controllo. Secondo voci ben informate, la FIA trasformerà l’attuale WTCC in WTRC, ovvero un’apertura al più calmierato (e combattuto) Touring Car Series (TCR) messo in piedi dall’italiano Marcello Lotti nel 2014 e rivelatosi troppo appetitoso e minaccioso per non creare una fusione che, in fin dei conti, accontenta tutti.

Intanto, mettetevi comodi e godetevi una bella storia di sport.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

motorsport

Al Motor Show di Bologna in mostra il motorsport di PSA

Tempo di lettura: 2 minutiForse non tutti sanno che Groupe PSA nasconde nei propri archivi una storia vincente nel …