in

Volvo S60 e XC60: massimo punteggio nel nuovo test dei sistemi di prevenzione dell’impatto frontale

Tempo di lettura: < 1 minuto

La posizione di Volvo Car Group ai vertici della sicurezza automobilistica viene ancora una volta confermata dall’istituto americano IIHS (Istituto di Assicurazione per la Sicurezza Stradale) con il nuovo programma di test introdotto per valutare le prestazioni dei sistemi di prevenzione degli impatti frontali.

Sia Volvo S60 sia XC60 hanno ottenuto il punteggio massimo – ‘Superior’ – e il sistema City Safety di Volvo è stato l’unico dispositivo di prevenzione delle collisioni a basse velocità incluso nella dotazione standard fra tutti e 74 i veicoli che hanno preso parte al test.

I nuovi criteri di valutazione della prevenzione delle collisioni sviluppati dall’IIHS verranno utilizzati per la compilazione della classifica Top Safety Pick+ 2014 da parte dell’Istituto, il cui programma include due crash test che valutano l’impatto da frontale a posteriore, uno effettuato a 20 km/h e l’altro a 40 km/h. Un ulteriore punto viene assegnato ai veicoli dotati di sistema Forward Collision Warning (Segnalazione di Impatto Frontale).

Le Volvo S60 e XC60 equipaggiate di dispositivo City Safety e Collision Warning con frenata automatica completa e sistema Pedestrian Detection sono fra i sette modelli che hanno ottenuto il punteggio ‘Superior’ nel nuovo test.

Lo studio dell’IIHS sulle richieste di risarcimento assicurativo per incidenti con una Volvo XC60 dimostra che il sistema City Safety riduce del 33% i costi legati alla RCT per lesioni, mentre i costi legati alla responsabilità per danni a cose sono calati del 15%.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

50 anni di Porsche 911: l’Italian Tour arriva al gran finale, ecco la prossime tappe

Mercedes-Benz Classe G: incremento delle capacità produttive nello stabilimento di Graz