in

Winter Marathon 2013. A Margiotta la 25ª edizione

Tempo di lettura: 2 minuti

Il campione siciliano Antonino Margiotta, navigato dal torinese Bruno Perno (su Morris Mini Cooper S del 1965 / Club Orobico) vince e succede a Ezio Salviato nell’Albo d’Oro della Winter Marathon.

Seconda posizione per la Lancia Aprilia del 1940 condotta da Alberto Aliverti e Alberto Maffi (F.M. Franciacorta Motori), a precedere un’altra Lancia Aprilia, quella del 1938, dei coniugi bolognesi Giuliano Canè e Lucia Galliani portacolori della Loro Piana Classic. Quarti, ai piedi del podio, i vincitori della scorsa edizione Ezio e Francesca Salviato che, ancora su Lancia Aprilia (1939), precedono l’altro equipaggio targato FM formato da Franco Spagnoli e Giuseppe Parisi su Fiat 508 S Balilla Sport del 1932. 36 le prove valide ai fini della classifica finale per l’annullamento di due postazioni di rilevamento, causate da un problema tecnico riscontrato dai cronometristi e dall’intenso traffico trovato da una parte dei concorrenti nell’attraversamento di Bolzano, dovuto alla concomitanza di una fiera e di un cantiere stradale. Strade ben agibili hanno caratterizzato il percorso dell’edizione 2013, reso impegnativo solo dal freddo intenso che ha visto sui passi più elevati (Pordoi, Gardena e Valparola) punte di -15°C con parecchia neve ai bordi della strada. 1° equipaggio femminile quello composto da Emanuela Cinelli e Elena Scaramuzzi (Fiat 1500 Coupé, 1961) che hanno sfiorato, con un ottimo 35° posto assoluto, l’accesso alla prova sul lago ghiacciato mentre al primo posto fra gli equipaggi stranieri troviamo la coppia Lange-Lange su Invicta S-Type del 1936, una delle 8 vetture anteguerra scoperte più apprezzate dal pubblico. 7ª assoluta la vettura più datata al via, la Bentley 3 Litre del 1925 dei veneti Patron-Casale. 123 gli equipaggi regolarmente classificati sui 154 ammessi alla partenza.

Il racconto di Autoappassionati

winter marathon risultati 130126 00002

Nei prossimi giorni vi racconteremo la nostra esperienza alla Winter Marathon, che abbiamo seguito a bordo di una Porsche Boxster S. Rivivrete con noi il fascino delle Dolomiti, il suono di motori che spingono forte per le salite più impervie, l’odore di benzina e olio, vedrete i volti dei partecipanti ad una manifestazione unica per fascino ed emozioni.

Dì la tua

Continuano i test della 208 TYPE R5 da competizione

Coppia chiama i sei gemelli con marche di automobili