in

Yokohama continua a investire, anche sull’elettrico

Tempo di lettura: 2 minuti

Le prospettive fiscali di Yokohama per il 2013 sono positive, un altro anno di vendite e ricavi record.

L’azienda prevede un risultato netto di 36,0 miliardi di yen (quasi 300 milioni di €) e un risultato operativo pari a 59 miliardi di yen (oltre 488 milioni di €). Si stima che le vendite nette raggiungeranno un valore pari a 630 miliardi di yen (5,2 miliardi di Euro).
Yokohama confida che ulteriori guadagni verranno dal ricco mercato russo, nazione nella quale la casa madre ha inaugurato lo scorso anno la prima fabbrica, che vedrà nel corso del 2013 un ulteriore investimento per aumentarne la capacità produttiva, da 1,4 a 1,6 milioni. Oltre a rifornire il mercato locale, la fabbrica russa inizierà anche a produrre per esportare alcuni prodotti in Europa.
Insieme a investimenti produttivi e distributivi, Yokohama Rubber continua a sviluppare progetti legati ad una mobilità sostenibile: un recente esempio è la concept car elettrica”Aero-Y”, realizzata interamente da Yokohama e presentata al Salone dell’Auto di Tokyo 2013. La casa madre ha utilizzato e testato le proprie tecnologie eco-compatibili sulla motorizzazione elettrica del futuro, cercando di armonizzare il piacere di guida con il rispetto dell’ambiente. Questa iniziativa evidenzia l’impegno di Yokohama per promuovere la mobilità elettrica e il relativo sviluppo tecnologico: la scocca della vettura è realizzata in fibra di carbonio e pesa solo 1285 chili. Dotata di 215 cavalli, è alimentata da una batteria al litio di 56kWh. “Aero-Y” è equipaggiata con prototipi di pneumatici eco nella misura 175/50 R17 79W all’anteriore e 225/40 R18 88W al posteriore, dotati di mescola all’arancia e peso ridotto, al fine di diminuire la resistenza aerodinamica durante la guida. Il dipartimento tecnico della casa madre non investe quindi solamente le proprie risorse tecnologiche d’avanguardia nello sviluppo di pneumatici high performance in fatto di rispetto ambientale, ma anche per un’aerodinamica complessiva dell’auto capace di influire positivamente sui consumi di carburante.
Tutte queste attività rappresentano gli aggiornamenti corporate attualmente più significativi per la casa madre, costantemente impegnata in una trasversale ricerca di sviluppo e miglioramento della società e dell’ambiente: la mission di Yokohama Rubber, infatti, esposta nel programma ufficiale “Grand Design 100”, è quella di affermarsi come una “Trusted Global Company” capace ci concorrere alla realizzazione di un mondo più vivibile a livello ambientale, sociale ed economico.

Guidatore della domenica

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

Audi “warm up” per le 24 Ore di Le Mans

Alfa Romeo 4C: i dirigenti ci svelano i dettagli sulla nuova nata