Con il lancio della FIAT 500e nel marzo del 2020, era nell’aria che, prima o poi, sarebbe arrivata anche una Abarth 500 elettrica. A due anni dal lancio della 500e, molto apprezzata in Italia e in Europa, approda sul mercato l’inedita Abarth 500e, la prima vettura elettrica della storia dello Scorpione. Erede del modello più iconico e amato della storia Abarth, la 500 che dagli anni ’60 alla sua reincarnazione del 2008 ha fatto innamorare migliaia di appassionati in Italia e non solo, la Abarth 500e raccoglie un’eredità molto pesante. La Abarth 500 è stata un’auto che ha segnato il ritorno del mitico Scorpione di Karl Abarth, riportando la passione in tantissime persone che l’avevano persa, e instillandola in altre.

L’essenza Abarth, fatta di emozioni, suoni e un’indole arrogantemente sportiva, ha segnato il mondo delle Hot Hatch fin dal debutto della Abarth 500 nel 2008. La sfida è quindi enorme: sarà riuscita Abarth a portare la formula vincente dello Scorpione in un mondo silenzioso ed “educato” come quello delle elettriche? La sfida è senza dubbio di quelle difficili. A dirlo è stato lo stesso Presidente di FIAT e Abarth, Olivier François. “Le auto elettriche sono già divertentissime da guidare”, aveva detto a inizio 2022 il CEO Abarth.

“Per questo pensavo che non sarebbe stato difficile proporre una versione Abarth delle nostre auto elettriche. Sbagliavo. Creare una versione Abarth dei modelli elettrici FIAT si è rivelato più complicato del previsto.”. Per questo l’inedita Abarth 500e elettrica si è fatta attendere, ma è finalmente arrivata per portare l’aggressività dello Scorpione anche tra le silenziose EV. Con Abarth 500e, lo Scorpione diventa globale: ufficiale infatti l’approdo in USA, Brasile (dove presto arriverà la prima Abarth prodotta per il mercato giapponese, la Pulse) e Giappone. Proprio il Giappone è quello che, già oggi, è il primo mercato dello Scorpione.

A livello estetico, l’Abarth 500e evolve le già riuscite linee della 500e “normale”, aggiungendo una gran dose di cattiveria. All’interno vengono ripresi dalla Abarth 500 termica gli ormai iconici sedili sportivi con poggiatesta integrato nello schienale. Non mancano poi dettagli sportivi come cuciture a contrasto e inserti specifici sulla plancia, nonché le schermate specifiche per i due schermi dell’infotainment. A livello meccanico, il motore della Abarth 500e passa dai 118 CV della 500e più potente a 155 CV. Le prestazioni di Abarth 500e sono tra le migliori del segmento, e in diversi aspetti superiori a quelli della top di gamma termica, la 695 esseesse.

Per il 2023, la Abarth 500e e le termiche 595 e 695 condivideranno il listino, ma dal 2024 Abarth diventerà totalmente elettrica, con modelli come la futura Abarth 600e. Dopo questa prima 500e in versione Scorpionissima, però, non ci sarà più spazio per un’altra 500 Abarth elettrica, almeno per ora. Quanto costa la Abarth 500 elettrica? E come va? Scopriamo insieme dimensioni, interni, motori, autonomia, prezzi e concorrenti della Abarth 500e.

Listino prezzi Abarth 500e

Partiamo subito dal listino prezzi di Abarth 500e, che come ci si può aspettare non sarà affatto economico. Se infatti consideriamo come una FIAT 500e costi tra 9.000 e i 16.000 euro in più rispetto ad una 500 termica, il delta di prezzo tra le già non proprio economiche 595 e 695 e la Abarth 500e porta l’inedita sportiva elettrica a prezzi davvero alti. Il listino prezzi di Abarth 500e è comprende la sola versione di lancio, la Scorpionissima

Abarth ha infatti confermato che la Abarth 500e sarà prodotta solamente in versione Scorpionissima, e in soli 1.949 esemplari numerati. Non è infatti prevista una produzione di versioni “normali” della Abarth 500e, ma arriveranno in futuro altre Abarth elettriche. A quanto pare, però, non la 500e, che rimarrà solo in questi 1.949 esemplari per tutto il mondo. Da buona serie limitata, la 500e Scorpionissima è una top di gamma a tutti gli effetti, e offre tutte le dotazioni più ricche previste per il listino prezzi di Abarth 500e. Di serie, infatti, la Abarth 500e Scorpionissima offre gli esclusivi cerchi in lega da 18″ Diamond-Cut Titanium Grey, nonché il tetto fisso in vetro e i vetri oscurati. Non mancano poi la pedaliera sportiva in acciaio e la pedana con lo Scorpione inciso.

A livello di colori, Abarth 500e Scorpionissima può essere ordinata solo con le due tinte di lancio, il Verde Acido o il Blu Veleno, mentre all’interno spiccano i sedili in pelle e Alcantara con cuciture verde acido e la fascia della plancia in Alcantara goffrata, molto particolare e sportiva. Anche il volante, a tre razze e con il logo Abarth al centro, è rivestito in pelle e Alcantara, così come anche i pannelli porta e il bracciolo centrale.

La dotazione di serie offerta nel listino prezzi di Abarth 500e Scorpionissima è poi estremamente completa. Non manca infatti il quadro strumenti da 7 pollici e quello dell’infotainment da 10,25 pollici, quest’ultimo dotato delle inedite Performance Pages per verificare potenza, coppia e altri parametri di guida, ma non solo. Non mancano infatti fari full LED anteriori e posteriori, sensori pioggia e crepuscolare, caricatore wireless sotto la plancetta del clima, telecamera posteriore ad alta definizione e sistema di visione a 360°, nonché un curato sistema audio JBL. Gli ADAS sono poi tantissimi, portando il Cinquino ad una guida autonoma di Livello 2. Di serie, infatti, la Abarth 500e Scorpionissima offre:

  • Cruise Control Adattivo
  • Mantenitore attivo di corsia
  • Frenata automatica d’emergenza
  • Sensore per l’angolo cieco
  • Riconoscimento dei segnali stradali
  • Assistente alle partenze in salita

Per concludere, il prezzo di Abarth 500e Scorpionissima è fissato a 43.000 euro. Per acquistare una Abarth 500e, poi, la Casa lancia un nuovo metodo di vendita “paperless”, completamente online. La pre-prenotazione delle 1.949 vetture partirà già dal 22 novembre, data di presentazione ufficiale della 500e, e per un mese sarà dedicata solo ai membri della comunità Scorpionship Abarth. La Scorpionissima arriverà anche in versione Cabrio, ma non in Italia, dove sarà offerta solo in versione con tetto rigido. Quando arriverà la nuova Abarth 500e elettrica? L’arrivo di Abarth 500e sul mercato su strada e nelle concessionarie previsto per giugno 2023.

ModelloCilindrataPotenzaPrezzo
  • 500e Scorpionissima-155 CV43.000 euro

Motore Abarth 500e

La sezione più controversa della nuova sportiva dello Scorpione è senza dubbio la gamma motori di Abarth 500e. Il 22 novembre 2022 si è consumata una pagina fondamentale per la storia di Abarth: il lancio della sua prima automobile elettrica. Per questo salto tanto epocale quanto inevitabile, Abarth ha potuto fare affidamento sulla base meccanica della nuova FIAT 500e, una delle auto elettriche più riuscite degli ultimi anni. La piattaforma su cui FIAT e Abarth 500e si basano è infatti totalmente diversa da quella della 500 termica, ancora derivata dal pianale della Panda 169 del 2003 e con la quale non hanno neanche un bullone in comune.

Sviluppata fin dall’inizio per ospitare il powertrain elettrico, la piattaforma su cui si basano le due elettriche italiane sfrutta uno schema sospensivo molto classico, McPherson all’anteriore e ad assale rigido dietro. La rigidità torsionale e l’ottima taratura del telaio, molto più moderno e “maturo” delle versioni termiche, si sono già potute saggiare con la FIAT 500e, e sulla Abarth 500e queste caratteristiche sono state ulteriormente valorizzate. La “cura Abarth” sulla piattaforma della 500e si è concentrata su come rendere divertente e pepata la già piacevole 500e. E il primo aspetto su cui i tecnici Abarth hanno lavorato è il motore di Abarth 500e. La domanda che tutti gli appassionati di motori si stanno facendo, del resto, è proprio questa: che motore monta la Abarth 500 elettrica?

Dopo 15 anni di onorato servizio, il mitico 1.4 T-Jet, erede della dinastia Fire, lascia il posto ad un motore elettrico a magneti permanenti posizionato anteriormente. Rispetto ai 118 CV e 220 Nm di coppia, il nuovo motore elettrico porta molti più cavalli, arrivando a un livello simile alle 595 termiche. La gamma motori di Abarth 500e si apre infatti con la versione da 113,7 kW, ovvero 155 CV, e 235 Nm di coppia. Numeri non da capogiro, proprio perché, come nel mondo Abarth, ci sarà spazio per altre versioni più potenti. Come per la Abarth 500, che ha debuttato nel 2008 con 135 CV, ci sarà spazio per una crescita graduale, che dovrebbe portare sul mercato una 595e e magari anche una pepatissima 695e. Il peso di Abarth 500e, invece, è di 1.340 kg a secco, 40 kg superiore a quello di una FIAT 500e con batteria da 42 kWh. Siamo, inoltre, a circa 250 kg in più di una 595 e 695 termiche, ferme a 1.090 kg.

Abarth 500e elettrica guida tunnel

Al contrario dei rumors trapelati prima della sua presentazione, dovrebbe rimanere questa l’unica versione Abarth proposta della 500e. Non ci sarà spazio per una 595e o una 695e, né per una super-500e con due motori come in un primo momento si era speculato. Grazie all’erogazione fulminea garantita dal motore elettrico, , il motore di Abarth 500e permette alla piccola elettrica torinese di scattare da 0 a 100 km/h in 7 secondi netti. Un risultato estremamente interessante, considerato che la già molto vivace versione FIAT scatta da 0 a 100 km/h in 9 secondi netti, 2 secondi più lenta. A stupire sono però altri numeri riguardanti le prestazioni di Abarth 500e. Nella ripresa da 20 a 40 km/h, ad esempio, la 500e è più veloce del 50% rispetto alla 695 esseesse termica da 180 CV. Anche tra 40 e 60 km/h la Abarth “elettrificata” è più veloce di oltre un secondo, passando da 40 a 60 km/h in soli 1,5 secondi.

Oltre ai motori di Abarth 500e, grandi dibattiti si sono concentrati proprio sulla questione batteria e autonomia della Abarth 500e. Come sappiamo, infatti, più cavalli si aggiungono ad un’auto elettrica, minore è la sua autonomia. E visto che la batteria di Abarth 500e è rimasta la stessa da 42 kWh della 500 top di gamma da 118 CV, l’autonomia di Abarth 500e dovrebbe essere inferiore alla 500e tradizionale. Rispetto ai 312 km nel ciclo WLTP ottenuti dalla 500e LaPrima con cerchi da 17″, la Abarth 500e a causa della maggior potenza e dei cerchi da 18″ con gommatura sportiva avrà un’autonomia più bassa, nell’ordine dei 250 km. Per avere dettagli precisi, però, dobbiamo aspettare i dati omologativi, in quanto l’automobile non è ancora stata omologata.

Abarth 500e elettrica guida posteriore

La potenza massima di ricarica di Abarth 500e è poi di 85 kW in corrente continua, che permette di caricare circa 40 km in meno di 5 minuti, e di passare dallo 0 all’80% in 35 minuti. L’autonomia di Abarth 500e ovviamente dovrebbe scendere ulteriormente se si utilizzano tutti i 155 CV del powertrain elettrico, soprattutto cambiando modalità di guida. Se infatti la 500e ha tre modalità di guida chiamate Normal, Range e Sherpa, le modalità di guida della Abarth 500e sono diverse, con nomenclature totalmente differenti: Turismo, Scorpion Street e Scorpion Track.

La modalità di guida d’accesso è la Turismo, che offre una risposta più fluida del propulsore grazie ad un pedale dell’acceleratore più filtrato e una potenza inferiore: in modalità Turismo, la potenza di Abarth 500e passa da 155 a 136 CV, e la coppia scende da 235 a 220 Nm. La modalità successiva è la Scorpion Street, che offre tutti i 155 CV e massimizza la frenata rigenerativa Sia in modalità Turismo che Scorpion Street troviamo infatti la funzione di guida One Pedal, la stessa vista sulla FIAT 500e in modalità Range. Basta infatti alzare il piede dell’acceleratore per far rallentare molto la vettura, fino a farla eventualmente fermare. La terza modalità, la Scorpion Track, punta ad offrirer invece le migliori performance.

Tornando alla nuova piattaforma, Abarth 500e sfrutta a suo vantaggio i punti di forza del nuovo telaio. Tra il passo più lungo di 24 mm, la carreggiata allargata e il bilanciamento dei pesi molto più favorevole, Abarth 500e si preannuncia davvero agile e divertente da guidare. Basti infatti sapere che, nel Misto Alfa di Balocco, la nuova Abarth 500e ha battuto la attuale 695 esseesse di circa un secondo. Grazie al baricentro basso offerto dal pacco batterie molto in basso, infatti, Abarth 500e è definita da Abarth come più rapida nelle risposte e con una maggiore velocità in entrata, percorrenza e uscita rispetto alle 595 e 695 termiche.

Troviamo poi dei freni a disco al posteriore al posto dei freni a tamburo visti sulla FIAT 500E, delle sospensioni tarate da Abarth con molle specifiche e un differenziale meccanico con rapporto singolo di 10.2. L’ESC, invece, non è disinseribile completamente, come da tradizione Abarth e come abbiamo visto anche sulla versione FIAT del Cinquino elettrico. L’ultima domanda che ci si pone pensando ai motori di Abarth 500e è, ovviamente, riferita al suono. La Abarth 500e elettrica farà ancora rumore?

Abarth 500e elettrica guida in montagna verde acido

Fin dagli anni ’60 e ancor di più con il ritorno di Abarth sul mercato nel 2008, le 500 “punte” dallo Scorpione si sono fatte amare anche per il sound dello scarico. Oggi, non essendoci un motore termico, gli scarichi Record Monza non sono più utilizzabili. Abarth, però, vuole rendere “arroganti” anche le sue elettriche, e permette di scegliere due distinti suoni da riprodurre sia in abitacolo che fuori. Ad ogni accensione, al posto delle note della Dolce Vita di Nino Rotadella 500e tradizionale, Abarth 500e riproduce il suono di una chitarra elettrica all’interno dell’abitacolo. All’esterno, invece, la prima volta che si superano i 20 km/h si sente una “strimpellata” di una chitarra elettrica anche all’esterno. Questa è stata la scelta della community di abarthisti sul web, che hanno deciso che fosse proprio questo il suono che dovrebbe fare una Abarth elettrica.

C’è poi un’altra opzione per chi no si accontenta della chitarra elettrica. Abarth 500e arriva sul mercato con una soluzione innovativa, il Sound Generator, per coloro che non vogliono rinunciare al “ruggito” Abarth. Questo Sound Generator sopperisce all’assenza di un tradizionale motore di Abarth 500e, e riproduce fedelmente il sound di una Abarth 695 termica a benzina. Il sistema può essere acceso o spento a piacere ad auto ferma tramite una semplice pressione di un tasto sul volante, e promette di portare le classiche emozioni della Abarth più rumorosa della Casa anche sulla nuova elettrica.

Motore0-100 Km/hVelocità MassimaCoppia Massima
  • 500e7,0 secondin.d. km/h250 Nm

Dimensioni Abarth 500e

Partiamo subito con le dimensioni di Abarth 500e, che non differiscono troppo dalla normale FIAT 500 elettrica. Come succede tra la Abarth 595 e la FIAT 500 termica, infatti, anche le due versioni elettriche del Cinquino sono basate sulla stessa carrozzeria, con la Abarth un po’ più lunga per via dei paraurti sportivi. Nel dettaglio, queste sono le dimensioni di Abarth 500e:

  • Lunghezza 3,72 metri
  • Larghezza 1,70 metri
  • Altezza 1,50 metri
  • Passo 2,32 metri

Se già la FIAT 500e è più lunga e più larga di 6 cm rispetto alle 595 e 695 termiche, anche le dimensioni di Abarth 500e sono più generose della 595 termica. Più lunga di 6 cm rispetto alla Abarth 595, dalla versione termica la prima elettrica dello Scorpione riprende lo stile aggressivo e cattivo della 595 tradizionale, evolvendo le linee morbide e delicate della FIAT 500e. Il frontale riprende gli stessi gruppi ottici della versione FIAT, ma rinuncia al “baffo” cromato al centro del paraurti con il nuovo logo 500. Ora, al centro del paraurti, troviamo il nuovo lettering Abarth a tutta larghezza, mentre non manca il classico scudetto con lo Scorpione, spostato però alla base del cofano anteriore. Nella parte bassa del frontale, Abarth 500e sfoggia un paraurti più sportivo, in piena tradizione Abarth, con un baffo interiore che richiama quello visto sulle 595 e 695. I gruppi ottici full LED sono gli stessi della versione FIAT. Al posto dell’elegante e raffinata “ciglia” luminosa, peró, c’è una più aggressiva griglia scura, che assicura uno stile più arrogante alla compatta dello Scorpione.

Lateralmente, non può ovviamente mancare l’ormai classico adesivo nella parte bassa della fiancata, con il nome Abarth in bella vista. Come sull’attuale Abarth termica, poi, non manca uno Scorpione dietro le grandi portiere anteriori, identiche a quelle della nuova 500e. Se la posizione è la stessa, però, lo Scorpione è stato modernizzato ed “elettrificato”: l’estetica dello Scorpione sembra quasi come “folgorata” dall’iconico fulmine, e la colorazione bicolore nero-verde acido ne enfatizza la trasformazione. Rispetto alla versione “civile” dell’EV torinese, Abarth 500e sfoggia però dei cerchi inediti, che sulla versione Scorpionissima di lancio hanno un diametro di 18 pollici e un disegno davvero riuscito. Spiccano anche le minigonne sportive e le frecce sporgenti dallo stile retrò incastonate tra paraurti e cofano anteriore, riprese dalla 500e “tranquilla”.

Al posteriore, ovviamente, non troviamo gli ormai iconici scarichi delle 500 Abarth termiche. Negli anni abbiamo imparato a conoscere i diversi sistemi di scarico Abarth, dal doppio scarico di serie agli ormai iconici Record Monza fino agli speciali Record Modena, con due coppie di scarichi obliqui. Oggi, ovviamente, la nuova Abarth 500e rinuncia a tutto questo, ma non alla sportività. Grazie allo stile già molto dinamico della 500e, con carreggiate larghe e una bella presenza, il paraurti sportivo e l’alettone di grandi dimensioni si sposano bene con i fari full LED e le linee del Centro Stile FIAT, regalando ad Abarth 500e una presenza su strada aggressiva e cattiva.

A enfatizzare la cattiveria dello Scorpione “elettrizzato” ci pensano anche i colori, totalmente inediti sulla gamma Abarth 500e. Il più aggressivo è proprio il Verde Acido già conosciuto nelle ultime settimane. Non mancano, poi, in gamma altri colori appariscenti come l’altro colore di lancio, il Blu Veleno. Concludendo con le dimensioni di Abarth 500e, il bagagliaio rimane invariato rispetto alla 500e, nonché identico alla 595 termica. Sono infatti 185 i litri di capacità con i quattro posti in uso, e diventano 550 abbattendo il divano. Non è infine esclusa la possibilità che, in futuro, possa arrivare una versione 3+1 anche della Abarth 500e. La piccola porta posteriore controvento, posta sul lato del passeggero, aumenterebbe la praticità del piccolo Scorpione senza stravolgere la scocca della piccola 500.

Interni Abarth 500e

Gli interni di Abarth 500e riprendono da vicino lo stile di quelli della “normale” 500e, uno degli aspetti più apprezzati della nuova generazione del Cinquino elettrico. Tra i grandi limiti del progetto della 500 del 2007, infatti, c’erano proprio gli interni, riusciti dal punto di vista estetico ma con materiali poco appaganti alla vista e al tatto, e un livello di qualità costruttiva piuttosto limitato. La situazione migliorava parecchio sulla Abarth, forte di pannelli della plancia in fibra di carbonio o satinati, volante in pelle, leva del cambio in pelle o in acciaio e i bellissimi sedili sportivi, che su alcune versioni diventavano addirittura a guscio.

Gli interni della Abarth 500e riescono ad unire la rinnovata qualità e tecnologia degli interni della 500e tradizionale con la sportività di quelli delle precedenti 500 Abarth termiche, creando un ambiente curato, riuscito ma spiccatamente sportivo. L’impostazione della plancia rimane invariata, con un grande inserto che corre per tutta la plancia personalizzabile e il selettore del cambio in alto, proprio dove sulle 500 tradizionali c’è la leva del cambio. Sulla Abarth, però, abbiamo un inserto che può essere in fibra di carbonio, in Alcantara floccata come sulla versione di lancio Scorpionissima o in tinta carrozzeria, ravvivando molto un abitacolo comunque elegante e curato. Anche il volante diventa più sportivo e aggressivo, con la corona sempre tagliata in basso, un rivestimento in pelle e Alcantara con cuciture a contrasto e una terza razza cromata in basso, ispirata a quella delle attuali 500.

Non cambia però l’impostazione tecnologica, invariata rispetto alla 500e “normale”. Troviamo infatti il quadro strumenti digitale da 7 pollici dietro il volante, dotato però di grafiche, caratteri e animazioni personalizzate e decisamente più sportive. Anche lo schermo dell’infotaiment che domina la plancia da 10,25 pollici è lo stesso UConnect 5 apprezzato su FIAT 500e e su altri modelli del Gruppo Stellantis. La bontà del sistema è dimostrata dall’utilizzo non solo su 500e e Tipo, ma anche su Alfa Romeo Tonale e sulle Maserati Grecale ed MC20. Molto veloce, fluido e completo, sfrutta l’architettura basata su Android Automotive per avere un’eccellente usabilità e fluidità, risultando tra i migliori sistemi del suo segmento (e non solo). Convincono poi negli interni di Abarth 500e i comandi fisici del clima, sempre comodi e facili da usare.

Rimane come sulla 500 il tunnel centrale che ospita un grande vano portaoggetti celato da uno sportello a saracinesca e i comandi per il freno a mano elettronico, il volume dell’infotainment e le modalità di guida. A raccontare la sportività degli interni di Abarth 500e ci pensano soprattutto i sedili, che riprendono il disegno di quelli tanto apprezzati sulle Abarth termiche. Dotati di poggiatesta integrato e dell’ormai iconico disegno Abarth, con il logo della Casa fondata da Karl Abarth a Torino nel 1949 ricamata in rilievo nella parte alta e il foro centrale cromato, sulla versione speciale Scorpionissima la parte centrale dei sedili è rivestita in Alcantara con lo Scorpione in rilievo. Rispetto alle Abarth termiche, poi, qui la posizione di guida è finalmente registrabile in altezza in maniera tradizionale, abbandonando l’anacronistica sola seduta basculante.

In questo modo, gli interni di Abarth 500e sono adatti anche a chi supera il metro e 80, senza compromessi di sorta. Come sulla 500e, infatti, l’abitacolo è molto più spazioso e arioso che in passato, almeno davanti, e anche con il tetto in cristallo fisso, di serie sulla Scorpionissima. Dietro, a causa delle dimensioni molto compatte della vettura, lo spazio è sufficiente solo se chi siede davanti non è troppo alto. Chi supera l’1,80 m potrebbe avere qualche problema di troppo in altezza. Il divano, omologato per due persone, però, è dotato della stessa finitura dei sedili anteriori, con finiture in pelle e Alcantara e cuciture a contrasto. Molto personale, poi, il “laccio” per ripiegare i sedili anteriori in colore Blu Veleno della Scorpionissima.

Opinioni Abarth 500e: prestazioni e concorrenti

Dopo mesi di attesa, di discussioni e di scontri sui social network tra gli abarthisti più conservatori e i fautori di questa transizione, la Abarth 500e è arrivata finalmente sul mercato. Dopo il successo della FIAT 500e, diventata in breve tempo la citycar elettrica più venduta in Europa e in grado di trascinare ancora il fenomeno 500 a 15 anni dal lancio della sua reincarnazione moderna, oggi Abarth fa un passo avanti. Dopo aver fatto innamorare di nuovo delle auto e della guida migliaia di persone, grazie ad una Abarth 500 bella, iconica e divertente da guidare pur con i suoi limiti. Dai dati Abarth, infatti, sono oltre 160.000 gli abarthisti in tutto il mondo, e oggi Abarth sorprende tutti con la sua totale trasformazione. Dei brand dell’ex-Gruppo FCA, infatti, Abarth sarà il primo a completare la sua transizione totale all’elettrificazione.

Nel 2024, infatti, la 595 e la 695 termica saluteranno, lasciando il posto ad una gamma totalmente elettrica Abarth. Questa gamma dovrebbe essere composta dalla nuova Abarth 600 elettrica e da altri modelli a batterie. La 500e, invece, si fermerà dopo i 1.949 esemplari della Scorpionissima, attendendo il futuro dello Scorpione.. La Casa dello Scorpione ci ha comunque messo del suo, posticipando diverse volte il suo lancio per riuscire a dare una degna erede ad un’auto iconica. Se ci sono davvero riusciti potremo raccontarvelo solo provandola su strada. Dal punto di vista estetico, però, rispetto alle concorrenti Abarth 500e ha un look che non può non piacere. Grazie alle sapienti mani del Centro Stile Abarth, infatti, le già bellissime linee della 500e sono state incattivite e rese più arroganti senza perdere quel savoir-faire tipicamente italiano, elegante e raffinato che la 500 incarna.

Anche gli interni di Abarth 500e convincono per tecnologia, stile e per la personalità Abarth che non può mai mancare, mentre la più grande incognita è ovviamente la guida, almeno finché non potremo provarla. Abarth ha sempre fatto “di necessità virtù”, massimizzando le modeste basi meccaniche di 500 con assetti studiati nei minimi dettagli, motori esplosivi e tanta ignoranza. La sfida che si propone davanti alla nuova 500e è complessa, nata infatti già con tanti pregiudizi addosso. La cura Abarth, però, potrebbe rende ancor più divertente una FIAT 500e già molto piacevole da guidare. Lo Scorpione “folgorato” ha quindi la possibilità di diventare una vera sorpresa tra le piccole Hot Hatch. In questo momento, poi, le concorrenti di Abarth 500e sono ancora poche, in quanto una manciata di costruttori hanno creduto nel successo di Hot Hatch elettriche.

Il prezzo di Abarth 500e è poi molto alto, ma in linea con il livello di prezzi da sempre mantenuto dalle vetture Abarth, note per essere ben più costose delle rivali dirette. Se però dobbiamo fidarci dei risultati ottenuti da Abarth negli ultimi anni, possiamo aspettarci un’auto che sfrutta al massimo la riuscita piattaforma di 500e. Sulla carta lo Scorpione ha tirato fuori un’auto divertente, bella da vedere e molto vivace. Sarà abbastanza per far innamorare gli abarthisti di lei? Lo scopriremo solo guidandola. Concludiamo, infine, con le attuali concorrenti di Abarth 500e, tra le quali troviamo la rivale di sempre, la MINI Cooper S Electric. La versione a batterie della sportiva inglese conta su più potenza (184 CV), ma su un’autonomia ben più bassa, di contenuta. Attenzione poi alla “cugina” Peugeot e-208, più tranquilla ma dotata della stessa potenza, 155 CV. Occhio, infine, alla BMW i3s, prossima al pensionamento ma ancora estremamente goduriosa da guidare, e alla incompresa Honda e, nella sua versione più potente da 154 CV.