Lotus Emira 2021

Lotus Emira 2021

Sono passati ben 12 anni dalla presentazione dell’ultima vera novità della Casa di Hethel. Nel frattempo è arrivata l’elettrificazione e i capitali cinesi di Geely ma prima di tutto ciò Lotus vuole dire addio alle sportive vecchio stile lanciando la nuova Lotus Emira 2021, sportiva due posti secchi, anche con cambio manuale, che segue la filosofia che ha sempre premiato le vetture della Marca inglese: leggerezza, motori piccoli ma prestazioni e interni ridotti all’essenziale.

Questa è la Lotus Emira 2021, un concentrato di sportività che nasce con l’arduo compito di mandare in pensione le “vecchie” Exige, Elise ed Evora, mixando un po’ di tutte e tre. Vediamo quindi il listino prezzi, le dimensioni, gli interni e i motori, sì perchè ce ne saranno di due tipologie, della Lotus Emira 2021.

Listino prezzi Lotus Emira 2021

Lotus ha già svelato il listino prezzi della nuova Emira 2021. Arriverà nel 2022 e sarà anche l’ultima Lotus a portare su strada un motore puramente endotermico, visto che la Evija ha già fatto capire e intendere quale sarà la direzione della Casa di Hethel per il futuro prossimo.

La vedremo in anteprima dinamica al Festival of Speed di Goodwood 2021 ma sappiamo che il prezzo della Lotus Emira 2021 sarà di circa 72.000 euro al cambio attuale rispetto alla Sterlina inglese. Si tratta di un prezzo in linea con concorrenti europee del calibro di Alpine A110S, molto meno potente, o della Porsche 718 Cayman GTS o GT4, che è a listino a un prezzo ben superiore.

Motori Lotus Emira 2021

Sui motori della Lotus Emira 2021 c’è da fare un distinguo: un quasi omaggio alla storia recente del brand è testimoniato dalla scelta di mantenere per la “First Edition” il V6 3.5 di origine Toyota, già in forza su modelli come la Exige e la Evora. Solo nell’estate 2022 verranno prodotte le prime Lotus Emira con il 2.0 quattro cilindri di derivazione AMG, si dice da 360 CV modificato per essere montato in posizione trasversale ma centrale.

Con il Toyota la potenza sarà invece di 400 CV e qui ci sarà la doppia scelta tra manuale e automatico. Si sa ancora poco delle prestazioni della Lotus Emira 2021 ma c’è da scommettere che in entrambi i casi lo 0-100 km/h sarà contenuto sotto i 5 secondi. Importante conferme dal punto di vista del peso: la Lotus Emira non andrà oltre i 1.450 chilogrammi in ordine di marcia.

Dimensioni Lotus Emira 2021

Si conferma un’auto compatta, come è sempre stato nello stile del costruttore britannico, la nuova Lotus Emira 2021. Le sue dimensioni parlando di una lunghezza di 4,41 metri, 1,89 metri di larghezza e 1,22 metri di altezza, con un passo di 2,57 metri che aiuta a centrare le masse. Se pensiamo a modelli come la Elise, la cui lunghezza è contenuta ben sotto i 4 metri, la Lotus Emira 2021 sembra quasi lunga ma la sua linea è stata accuratamente studiata per fendere al meglio l’aria.

Davanti la firma luminosa è a LED e si riscontra una certa parentela con la hypercar Evija, mentre impressionano le prese d’aria del motore, in posizione centrale, che conquistano tutta la zona centrale della vettura, appena dietro la superficie vetrata. Buone anche le dimensioni del bagagliaio: 208 litri nello spazio dietro ai sedili, ulteriori 151 litri nel piccolo vano posteriore dietro il motore.

Gli esterni della Lotus Emira premiano poi la deportanza grazie allo stesso corpo vettura ma anche e soprattutto nel sottoscocca: osservando la vettura da dietro si nota la predominanza del diffusore, sopra il quale sbucano aggressivi i due terminali di scarico perfettamente tondi. Lotus Emira 2021 proporrà le tinte Hethel Yellow, Shadow Grey, Magma Red, Dark Verdant e la Seneca Blue che vedete in queste immagini. Quattro le opzioni di colore per le pinze dei freni, dietro i cerchi da 20″ proposti di serie.

Interni Lotus Emira 2021

Siamo sempre stati abituati a vedere interni ridotti all’osso sulle vetture create da Colin Chapman, quasi fino ai giorni nostri. Gli interni della Lotus Emira 2021 non si discostano da questa filosofia ma, seppur nella loro essenzialità, non possono fare a meno di digitalizzarsi seguendo le mode del momento. Il minimalismo quasi assoluto del passato ormai è un ricordo e lo si nota già a un primo sguardo dell’abitacolo: davanti agli occhi del pilota, dietro il volante, c’è il quadro strumenti virtuale da 12,3″, mentre centralmente (le foto sono di un’auto con la guida a destra) c’è il display da 10,25″, una misura ormai di riferimento per i sistemi di infotainment.

Sul tunnel centrale della Lotus Emira la leva del cambio, che sarà anche manuale, con leveraggio a vista (omaggio alla Esprit). Il passo in avanti è testimoniato dalla regolazione elettrica dei sedili (Colin Chapman, forse, si starà rivoltando nella tomba) così come dalla presenza degli immancabili ADAS di nuova generazione (Cruise Control giusto per citare il più famoso). Basterà poi connettere col cavetto lo smartphone per vedere Apple CarPlay e Android Auto comparire sullo schermo. Interni Lotus Emira

Opinioni Lotus Emira 2021 - Prova su strada

Lotus presenta il canto del cigno della sua produzione endotermica, la Emira, creando un’auto che profuma di futuro (stilisticamente è chiaro il rimando alla hypercar elettrica Evija) ma che è fedelmente ancorata al passato non solo perchè monta il V6 3.5 litri di derivazione Toyota, usato su tutte le ultime Lotus stradali, bensì perchè è leggera, propone interni meno essenziali del recente passato ma comunque tendenti alla semplicità e soprattutto è divertente da guidare.

Ci voleva un’auto così per dire addio e chiudere un’era, prima di buttarsi a capofitto nell’elettrificazione. Nel 2022, poi, arriverà un’interessante versione spinta dal motore AMG sulla quale è già tanta l’attesa e la curiosità in attesa di dati più precisi su prestazioni ecc.