Mercedes GLC 2023

Rinasce una stella, ritorna la Mercedes GLC. La terza generazione (MY 2023) di mid-suv è cambiata parecchio, ma rimanendo elegante, signorile ed imponente. Mercedes GLC 2023, inoltre, è disponibile solamente con motori ibridi, ma intelligentemente progettati per ogni tipo di utente ed utilizzo, senza rinunciare ai bassi consumi e alla coppia del diesel, né alla potenza della benzina.

Anche le dimensioni sono aumentate, ma per facilitare le manovre debuttano, su Mercedes GLC 2023, le ruote posteriori sterzanti fino a 4,5 gradi, ma sono solo una delle tante chicche tecnologiche introdotte per la prima volta su questo modello.

Il nuovo SUV Mercedes, per ora, non ha una gemella elettrica, o meglio, lo avrebbe, ma non appartiene alla nuova generazione. Ciò su cui punta sono la versatilità di utilizzo su ogni tipo di tracciato e per ogni tipo di viaggio, una versatilità che non può prescindere dal suo essere una Stella di Stoccarda, una vettura lussuosa ed appagante per antonomasia, sempre capace di ammiccare alla modernità e alla tecnologia.

Dunque, scopriamo listino prezzi, dimensioni, interni e motori della nuova Mercedes GLC 2023.

Listino prezzi Mercedes GLC 2023

Il listino prezzi della Mercedes GLC 2023 si articola su quattro allestimenti principali disponibili in svariate declinazioni ciascuno a seconda delle motorizzazioni e dei pacchetti di finiture.

La base di partenza è la GLC  200 Advanced (4 motion mild hybrid), il cui prezzo parte da 61.345 euro. La gamma Advanced è composta anche dalla 220d (che costa 62.800 euro) e dalla GLC 300 (da circa 73.300 euro)

Si sale poi all’allestimento Advanced Plus che parte dalla GLC 200 (sempre mild hybrid con trazione integrale) con i suoi 63.250 euro, prosegue con GLC 220d (con circa 1.500 euro di differenza dalla prima) e il cui listino “termina” con la 300 Advanced Plus (dal costo di 75.282 euro senza optionals).

Salendo di prezzo e categoria si arriva alla GLC Premium, disponibile in declinazione 200, 220d e 300 con prezzi compresi tra i 70.000 e i 77.700 euro. La GLC più completa è raffinata è disponibile in allestimento Premium Plus, ancora una volta suddiviso in 200, 220d e 300, i cui prezzi sono rispettivamente 74.000, 75.400 e 81.123 euro. Ogni allestimento è disponibile anche con il pacchetto AMG, il quale introduce accattivanti finiture esterne ed interne in grado di risaltare la sportività (e abbellire il look generale dell’auto.

Le dotazioni nel listino prezzi di Mercedes GLC 2023 sono davvero tantissime e di alto livello, ma chiaramente molti accessori sono opzionali. Partendo dai sistemi dedicati alla dinamica del veicolo (oltre le quattro ruote sterzanti), su Mercdes GLC 2023 si trovano le sospensioni adattive pneumatiche Airmatic (in alternativa ai quattro bracci anteriori e al multilink posteriore). Se si opta per il pacchetto Offroad l’auto può guadagnare 2 cm di altezza da terra e il sottoscocca protetto, mentre le versioni AMG hanno ulteriori parametri per irrigidire la risposta degli ammortizzatori.

Sempre dietro al volante di Mercedes GLC 2023 si può prendere dimestichezza anche con i sistemi di guida semiautonoma (di livello 2) di ultima generazione, completi, tra le altre cose, di cruise control adattivo (con stop and go), frenata di emergenza automatica con riconoscimento di pedoni e ciclisti e lane keeping (di ultima generazione, quindi meno intrusivo di quello della generazione uscente).

Il benchmark delle moderne Mercedes è il suo sistema multimediale MBUX, uno dei più (se non il più) avanzati sul mercato e ricchi di funzionalità. Ovviamente sulla nuova generazione del SUV tedesco è presente nella sua ultima versione, e non potrà che incidere sul listino prezzi della Mercedes GLC 2023.  Costantemente aggiornato sin dal suo debutto (anche over the air) offre, oltre a quanto già visto, la navigazione a tutto schermo, la connettività con la domotica domestica (per gestire cancelli, serrande, tapparelle, garage, ma anche rilevare gli ultimi movimenti registrati dai sensori domestici o la temperatura impostata nell’impianto di riscaldamento) e nuove funzionalità per i comandi vocali con intelligenza artificiale. Una di queste è NewsFlash che raggruppa in maniera personalizzata le notizie del giorno per comunicarle a chi pronuncia il comando preceduto dal proverbiale “Hey Mercedes” (ora dotato anche di riconoscimento vocale). 

Tra le ultime dotazioni dapprima implementate su Classe S (ed ora importate sulla GLC) c’è l’head-up display con realtà aumentata e il sistema di proiezione sull’asfalto della segnaletica e delle indicazioni stradali (collegate al navigatore e realizzate dai gruppi ottici a matrice di led).

ModelloCilindrataPotenzaPrezzo

Motori Mercedes GLC 2023

Come anticipato, i motori della Mercedes GLC 2023 sono solo più ibridi e pensati per svariati utilizzi; di serie abbinati alla trazione integrale e al cambio automatico 9 G-Tronic, una piacevole conferma è la presenza della motorizzazione mild hybrid a gasolio, un powertrain che unisce un sistema ibrido a 48 V ad un 2.0 4 cilindri parco nei consumi, ma allo stesso tempo prestazionale (relativamente al suo contesto di utilizzo). 

Al lancio della Mercedes GLC 2023, con questo motore, sarà disponibile solamente la 220d 4Matic (a trazione integrale) con 197 CV e 440 Nm. Per questa Mercedes dichiara un consumo tra i 5,2 e 5,9 l/100 km (WLTP). A listino figurerà, per la fase di lancio di Mercedes GLC 2023, anche una motorizzazione mild hybrid benzina, anch’essa abbinata alla trazione integrale 4Matic, disponibile nelle versioni GLC 200 e 300. L’unità termica è un 2.0 l 4 cilindri, unita ancora una volta ad un alternatore-booster elettrico, a generare una potenza complessiva di 204 o 258 CV e 320 o 400 Nm. In questo caso il dichiarato dei consumi è nell’intervallo da 7,3 a 8,2 l/100 km.

 

Curiosità per i motori della Mercedes GLC 2023 mild hybrid: il modulo elettrico per il mid-suv sia benzina che diesel si chiama ISG, alternatore-starter integrato, ed è in grado di fornire 17 kW di potenza aggiuntiva e 200 Nm di coppia aggiuntiva. Questo è inoltre in grado di far veleggiare la GLC a motore spento e ricaricare la batteria sia con la frenata rigenerativa a pedale che con il rilascio del gas. La seconda curiosità, questa volta comune anche per le plug-in hybrid, riguarda il turbocompressore, il quale è un’evoluzione della tecnologia Twin Scroll studiata in collaborazione con gli ingegneri di Mercedes AMG di F1. L’obbiettivo è garantire una risposta più rapida, efficiente e poderosa.

Al top della gamma motori della Mercedes GLC 2023 c’è il powertrain plug-in hybrid, un concentrato di potenza e tecnologia. L’offerta si compone di GLC 300 de (che sfrutta il 2.0 turbodiesel e due motori elettrici posizionati su entrambi gli assi), GLC 300 e (con due motori elettrici e il 2.0 benzina) e GLC 400 e (con la stessa configurazione della precedente, ma con una maggior potenza sviluppata dalla componente termica). La 300 de sviluppa 335 CV e 750 Nm, la GLC 300 e, invece, eroga 313 CV e 550 Nm ed infine la GLC 400 e vanta 381 CV e 650 Nm. 

La capacità della batteria della Mercedes GLC 2023 plug-in hybrid è di 31,2 kWh, in grado di garantire 100 km di percorrenza in modalità solamente elettrica (valore che nella precedente generazione di GLC si era rilevato veritirero), mentre la ricarica può essere effettuata fino a 60 kW, durando appena 30 minuti. Le dotazioni tecnologiche aggiuntive (di serie) sono utili ed intelligenti. La prima è l’assetto a controllo elettronico, fondamentale per gestire una massa presumibilmente superiore alle 2,5 t.

In secondo luogo vi sono le modalità di guida pensate per offrire le prestazioni più sportive (moalità Sport), mantenere il più possibile la ricarica della batteria (modalità Battery Hold) o viaggiare solamente con i motori elettrici attivi (fino a 140 km/h, modalità Electric). L’ultima funzione degna di nota è quella che permette il dialogo tra la power unit ed il navigatore (e l’assetto). La nuova Mercedes GLC non è solo in grado di rallentare autonomamente prima di una curva, ma anche di riconoscere (e memorizzare) la presenza di una ZTL per auto a basse emissioni e impostare in maniera automatica la modalità di guida Electric, così che il conducente possa guidare spensierato nei centri abitati.

 

Dimensioni Mercedes GLC 2023

Più lunga di 6 cm rispetto alla precedente generazione, le dimensioni della Mercedes GLC 2023 sono:

  • Lunghezza: 4,71 m
  • Larghezza: 1,89 m 
  • Altezza: 1,64 m
  • Passo: 2,88 m

I 6 cm in più hanno permesso un aumento di passo di ben 14 cm, mentre l’altezza è stata ridotta di 4 cm, e il riscontro visivo non manca. Leggendo le dimensioni della nuova Mercedes GLC 2023 risulta più “berlina” rispetto a prima, anche grazie a (doppie) vetrature più basse e lo slancio pronunciato dal passo e dalla lunghezza in generale. I cerchi da 20” degli esemplari delle immagini (i più grandi disponibili oltre a quelli da 18 e 19”) aumentano questa sensazione, mentre la luce da terra la fanno somigliare ad una “All Terrain” sotto steroidi.

Il look in generale, comunque rimane tutt’altro che volgare o sfrontato, anzi. Mercedes chiama “sensual purity” la resa estetica delle linee piene, arrotondate, ma slanciate, andando a ricercare l’eleganza di un orologio sportivo di lusso. Il posteriore di GLC 2023 è caratterizzato da sottili fari full led orizzontali che lo appesantiscono meno rispetto alla precedente generazione. Le protezioni in plastica sui passaruota (non presenti su GLC AMG line e AMG) danno, infine, un look più rugged. 

A seconda dell’allestimento scelto cambiano la calandra, il paraurti anteriore e quello posteriore, oltre che alcuni dettagli estetici (che passano dalla plastica grezza, alle cromature e al nero lucido). Uno degli elementi più familiari, ma al contempo innovativo, della Mercedes GLC 2023 è la presenza dei fari anteriori a matrice di LED chiamati Digital Light. Non solo illuminano la strada oscurando utenti che potrebbero essere abbagliati dalle luci, ma sfruttano 1,3 milioni di microspecchi per disegnare sull’asfalto le indicazioni stradali e la segnaletica in realtà aumentata.

Il volume del bagagliaio segna il record per il modello, toccando i 600 litri (1.640 a sedili abbattuti), mentre, per chi dovesse trainare rimorchi, è utile sapere che la massa rimorchiabile arriva a 2,4 t e sono presenti una serie di assistenti di guida atti a controllare il traino, onde evitare incidenti nelle situazioni più rischiose durante la marcia.

Interni Mercedes GLC 2023

Gli interni della Mercedes GLC 2023 prendono chiaramente ispirazione dalla nuova Classe C, con la disposizione verticale del display centrale. Non si parla solo del quantitativo di elementi tecnologici introdotti sul nuovo modello, ma anche di un interno molto simile, seppur con punto G più elevato. La plancia è disponibile in diverse finiture ed ospita pochi comandi: tutto è gestito dal tablet centrale da 11,9”, il quale, anche se non sembra, è più piccolo di quello per la strumentazione (personalizzabile), che infatti ne misura 12,3”.

Il primo di questi è a sbalzo e orientato leggermente verso il guidatore e, tramite l’interfaccia intuitiva di MBUX, permette di visualizzare le telecamere a 360 gradi (incluso il sottoscocca e con ricostruzione tridimensionale e collegate al sistema di parcheggio automatico anche da remoto) e sfruttare i sistemi di mirroring per Android ed Apple (senza fili). 

I sedili anteriori e posteriori sono elettrici (anche climatizzati e massaggianti) e possono essere rivestiti con molteplici colori di pelle ed impunture. Analogamente le finiture della plancia possono essere scelte tra diversi modelli per rispecchiare lo stile del proprietario, offrendo un’esperienza di lusso personalizzata degna della Stella. Alcuni elementi tipici di Mercedes GLC 2023 (e del resto della gamma) sono le bocchette ispirate alle turbine aeronautiche, i 64 colori delle luci ambientali (capaci di realizzare anche giochi cromatici) e l’impianto audio Surround Sound System by Brumester (audio 3D a 720 W). Qualità di assemblaggi e materiali, nemmeno da dire, è da prima classe, sia per quanto riguarda il feedback tattile che sonoro.

 

Opinioni Mercedes GLC 2023 - Prova su strada

La Mercedes GLC 2023 è una vettura di successo e le sue vendite l’hanno resa uno dei modelli di punta per la casa di Stoccarda. Con la sua tecnologia al servizio del lusso, non si limita ad essere solo uno status symbol, ma anche una vera e propria suite hi-tech e domotica, capace di stupire, ma soprattutto di non far percepire da quanto tempo si è in viaggio e che strada si stia percorrendo. E’ Mercedes stessa ad affermare ed elencare decine di interventi messi a punto sull’aerodinamica (che vanta un cx di 0,29) e l’isolamento acustico il cui scopo è rendere estremamente più confortevole la vita a bordo, un altro aspetto migliorato con anche un pacchetto opzionale dedicato. Il suo nome è Energizing Coach, nella pratica è un assistente che, a seconda del bisogno fisico espresso dal conducente, crea l’atmosfera giusta per affrontare il viaggio in maniera rigenerante, giocando con la luce dell’abitacolo, l’impianto audio, la climatizzazione ed i massaggi. Una cosa ancora più incredibile è che possa fare tutto questo collegandosi, per esempio, allo smartwatch del conducente.

Con questa miriade di funzioni (e molte altre che non sono scritte nel comunicato stampa di 37 pagine) sembra si dia credito alla voce di chi sostiene che “le auto moderne non sono auto, ma computer”. No. Sono un ecosistema di vita basato su una digitalizzazione massiccia e complessa, piene di sistemi che fino a 10 anni fa non si pensava potessero raggiungere così velocemente la quotidianità. Ma lo scopo della Mercedes GLC 2023 è sempre portare gli occupanti da A a B, ma con classe e modernità, due fattori cari al pubblico che si interfaccia ad auto di questa fascia di prezzo. In quanto vettura della Stella, la GLC 2023 è ingegnerizzata a puntino per saper assecondare il ritmo della guida di chi stringe il volante. 

Un valzer che passa per la taratura dei comandi, la risposta dei motori e la capacità di stupire e coccolare chi stringe il volante. Guidare una Mercedes di questo tipo è un’esperienza paragonabile a quella che si vive in un ristorante stellato: si va oltre al bisogno umano di mangiare, rendendo la cucina, il procedimento, un’arte in grado di creare una fusione di sapori e sensazioni capaci di emozionare e appagare il gusto. Per chi volesse un piatto da trattoria stellata esiste sempre la GLC AMG, la quale si spera monterà un sano V8 o quanto meno un sei cilindri elettrificato, anche se i piani di Mercedes non sembrano procedere in quella direzione.