Volkswagen ID.3 2021

volkswagen ID.3 2021

Presentata al Salone di Francoforte 2019, alla fine dell’anno seguente la nuova Volkswagen ID.3 2021 ha debuttato sui mercati lanciando la Casa tedesca ufficialmente nel nascente segmento delle elettriche. Dimensioni da berlina, piattaforma MEB che diventerà sempre più protagonista in futuro, la nuova ID.3 combina un design originale ad interni spaziosi.

Scopriamo quindi com’è fatta, e come va, la nuova Volkswagen ID.3, analizzando il listino prezzi, gli esterni e le dimensioni, i sopra citati interni e i motori elettrici/batterie delle quali è dotata.

Listino Prezzi Volkswagen ID.3

I prezzi della Volkswagen ID.3 2021 partono da una base di 34.800 euro per la entry level City con la batteria da 45 kWh, prezzo che sale di quasi 15.000 euro se si va a considerare la versione più accessoriata, la Tour, la cui batteria ha una capacità maggiore (77 kWh) portando così l’autonomia a circa 550 chilometri e migliorando la capacità di ricarica (in corrente continua) fino a 125 kW.

La gamma di Volkswagen ID.3 si struttura quindi sui cinque allestimenti (City, Life, Business, Tech e Tour) dove la dotazione di serie comprende, fin dalla base, un buon numero di ADAS (Front Assist, Lane Assist, Light Assist, Adaptive Cruise Control), il navigatore Discover Pro, ricarica Wireless per lo smartphone, il Comfort Pack e i cavi di ricarica (Mode 2 e Mode 3).

ModelloCilindrataPotenzaPrezzo
  • ID.3 City-150 CV34.800 euro
  • ID.3 Life-204 CV39.300 euro
  • ID.3 Business-204 CV43.300 euro
  • ID.3 Tech-204 CV46.300 euro
  • ID.3 Tour-204 CV49.300 euro

Motori Volkswgen ID.3 2021

Ora che Volkswagen ha inserito a listino la versione City, pensata specificatamente per l’uso urbano, i motori della Volkswagen ID.3 2021 sono tre, considerando l’insieme motore-batterie (150 CV – 43 kWh, 204 CV – 58 kWh, 204 CV – 77 kWh).

Il motore più potente che monta la Volkswagen ID.3 viene chiamato Pro Performance ed posizionato posteriormente, così come posteriore è la trazione. La potenza è di 150 kW (204 CV) e la velocità massima è di 160 km/h per uno 0-100 km/h coperto in 7,3 secondi. Questo per quanto riguarda le versioni con la batteria della variante Pro (58 kWh) mentre la Pro S (77 kWh) della ID.3 Tour garantisce più autonomia ma anche un’accelerazione minore (0-100 km/h in 7,8 secondi) a causa del maggior peso che grava sul telaio. volkswagen id3 2021

Motore0-100 Km/hVelocità MassimaCoppia Massima
  • ID.3 Pro Performance7,3 secondi160 km/h310 Nm
  • ID.3 Pro S7,8 secondi160 km/h310 Nm
  • ID.3 City (150 CV)8,9 secondi160 km/H310 Nm

Dimensioni Volkswagen ID.3

Le dimensioni della Volkswagen ID.3 ricalcano quelle dei monovolume di qualche anno fa, con un design che riprende in parte lo stile caro ai padri di famiglia quando questo tipo di carrozzeria impazzava sul mercato. Per intenderci, la Volkswagen ID.3 è lunga 4,26 metri, mentre una Golf è lunga appena 2 centimetri in più. Merito della piattaforma MEB, colei sulla quale è nata la ID.3 e sulla quale nasceranno i veicoli elettrici del Gruppo Volkswagen e dei suoi marchi.

Le dimensioni della Volkswagen ID.3 si concludono con una larghezza di 1,80 metri e un’altezza di 1,57 metri; in questo caso, la differenza con una Golf di ottava generazione è tangibile ed è pari a 12 centimetri. Proprio l’altezza dona alla Volkswagen ID.3 un aspetto più voluminoso, quasi da SUV. Il passo di 2,77 metri e aver “giocato” su sbalzi particolarmente ridotti ha però liberato molto spazio in abitacolo, come vedremo a breve. 

Parlando degli esterni, lo stile della ID.3 si fa in parte futuristico e in parte legato alla tradizione: c’è qualcosa del vecchio Maggiolino, che nel 2020 ha compiuto 75 anni, e, se ci pensate, a una e-up! in formato extra large, specie per la mascherina e la forma dei fari. Quest’ultimi sono di tipo IQ.Light Matrix a partire dall’allestimento Business, mentre di serie ci sono i diurni a LED sia davanti sia dietro.

Per quanto riguarda i colori della Volkswagen ID.3, viene sempre proposto il tetto nero a contrasto, gratis con la tinta Moonstone Grey pastello. I metallizzati sono i Grigio Manganese, Bianco Ghiaccio, Moon Silver, Stonewash Blue (645 euro) mentre il Turchese Makena viene 800 euro.  

Interni Volkswagen ID.3 2021

Come accennavamo, gli sbalzi ridotti hanno permesso di allungare il passo e, di conseguenza, offrire così grande abitabilità degli interni della Volkswagen ID.3. Davanti vige l’essenzialità dei comandi, quasi del tutto touch, e dominano i due schermi: il primo, dietro il volante ricco di pulsanti a sfioramento, ha una diagonale da 5,3″ e alla sua destra si trova il selettore delle modalità di marcia, visto che non esiste più una leva sul tunnel centrale: il pianale è completamente piatto

Manca anche il tasto di avviamento: la ID.3 riconosce l’ingresso in vettura del conducente e basta selezionare la modalità “D” per muoversi, e qui Tesla ha fatto scuola. Al centro della plancia il vistoso display touchscreen da 10″, sotto la quale trova spazio una console con alcuni comandi a sfioramento per entrare in men che non si dica nelle varie schermate dell’infotainment MIB 3, lo stesso che si ritrova sulla nuova Golf 2020. I comandi vocali sono in costante aggiornamento sulla falsariga di alcuni sistemi visti sulla concorrenza (Mercedes MBUX) e si attivano con le parole “magiche” “Ciao ID”. 

Novità che ben si sposa con la natura di quest’auto è la striscia a LED, o ID. Light, che adorna gli interni della ID.3 2021: si illumina secondo le varie funzioni, come ad esempio la navigazione, o indica il livello della ricarica quando l’auto è collegata alla presa o alla colonnina per fare il pieno d energia. A partire dall’allestimento Tech diventa poi di serie l’head-up display con realtà aumentata, quest’ultimo dotato di un sistema che dà la sensazione di vedere le informazioni fino a 10 metri dal parabrezza. 

Infine il bagagliaio della Volkswagen ID.3 2021: parte da una capacità minima di 385 litri e arriva a un massimo di 1.267 litri. 

Opionioni Volkswagen ID.3 - Prova su strada

La Volkswagen ID.3 2021 è nata per rappresentare il primo passo nel futuro elettrificato della Casa di Wolfsburg. Per questo motivo questo modello è la terza pietra miliare della Casa tedesca (dopo il Maggiolino e la Golf), da cui la sigla. La sua gestazione è stata piuttosto lunga ma le sue dimensioni da berlina di segmento C, gli esterni futuristici e dotati di innovativi fari LED Matrix, senza considerare gli interni spaziosi e ridotti all’essenziale, seppur estremamente tecnologici, rendono la Volkswagen ID.3 il manifesto della mobilità elettrica del Marchio tedesco. 

Il motore, disponibile in due livelli di potenza (150 CV e 204 CV) risulta piuttosto prestante e viene abbinato a tre tipi di batteria, per variare così l’autonomia, specie ora che la marca ha introdotto la variante “City”, con prestazioni ma anche prezzi inferiori. Proprio i prezzi rappresentano ancora il tallone d’Achille della vettura, con un attacco, al netto degli incentivi, a partire da 34.800 euro, non certo il prezzo di una vettura “classica” di pari segmento. 

Ecco il nostro primo contatto con la Volkswagen ID.3 2021: 

Volkswagen ID.2 2021, prova su strada in anteprima