domenica, 23 settembre 2018 - 4:32
Home / Notizie / Curiosità / Renault Trezor è la concept car più bella del 2016

Renault Trezor è la concept car più bella del 2016

Tempo di lettura: 1 minuto.

Durante la cerimonia ufficiale del 32° Festival Automobile International presso l’Hôtel National des Invalides, a Parigi, Renault Trezor ha ricevuto il premio come Concept-car più bella dell’Anno 2016.

Ringrazio la giuria per questo premio che ci incoraggia a proseguire nella nostra strategia design –  precisa Laurens van den Acker, Direttore del Design Industriale di Renault – con le sue linee possenti e sensuali, TREZOR apre la via al design e alle tecnologie dei nostri futuri modelli. Trezor inaugura anche un ciclo di nuove concept-car”.

La giuria ha premiato Trezor per la sua estrema bellezza, permeata di sensualità ed eleganza. È la concept-car per eccellenza. Abbiamo particolarmente apprezzato la sua coerenza globale, ma anche i dettagli stilistici. È un bel gesto creativo che – ce lo auguriamo – ispirerà i futuri modelli della Marca Renault”, sottolinea Rémi Depoix, Presidente del Festival Automobile International.

Renault Trezor si è aggiudicata l’ambito premio grazie alle sue linee morbide e allo stesso tempo sensuali con un frontale distintivo che mostra la firma luminosa C-shape. Il design dei futuri modelli Renault si ispirerà a questo “DNA stilistico”, continuando a proporre ancor più fluidità e maturità. All’interno il concept francese verte sul piacere di guida, con un grande touch screen che si rivolge al conducente e rafforza l’effetto cockpit di un’auto da corsa. Questa interfaccia tattile, personalizzabile e connessa, si associa a materiali nobili e caldi, come legno e pelle. L’abitacolo dei futuri modelli Renault si ispirerà anche a queste tendenze stilistiche e tecnologiche, sempre più pure, raffinate e connesse.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

F1 clienti

Sulla pista di Barcellona il meglio delle F1 Clienti e Programmi XX

Tempo di lettura: 2 minuti. Oltre trenta vetture di F1 Clienti e dei Programmi XX hanno partecipato alla due giorni …

something