lunedì, 26 giugno 2017 - 9:02
Home / Live – Fiat 500 MY14 al Salone di Ginevra

Live – Fiat 500 MY14 al Salone di Ginevra

Tempo di lettura: 7 minuti

Debutta al Salone di Ginevra 2014 la nuova Fiat 500 Model Year 2014 che introduce importanti novità di prodotto in termini di stile e contenuti tecnologici. A iniziare da 3 nuove tinte di carrozzeria – Verde Lattementa, Bianco tristrato e Blu Italia, quest’ultimo esclusivo dell’allestimento S – e da 3 nuovi cerchi in lega, da 15″ o 16″, proposti di serie a seconda degli allestimenti. Inoltre, con il rinnovamento della gamma debuttano dei nuovi interni, in tessuto o in pelle, con combinazioni specifiche per ogni allestimento.

L’abitacolo si rinnova anche nelle dotazioni come dimostra il nuovo e innovativo quadro strumenti con display TFT 7” realizzato in collaborazione con Magneti Marelli, il gruppo internazionale che opera nell’ambito della progettazione e nella produzione di sistemi e componenti ad alta tecnologia per autoveicoli. In dettaglio, dispositivo fornisce tutte le informazioni utili al guidatore e dimostra, ancora una volta, l’anima “trendsetter” del modello, un’icona che è sempre un passo avanti.

Tra le tante novità introdotte dal Model Year 2014 vi è anche la nuova l’inedita Fiat 500 Cult, la versione top di gamma da ‘collezionisti’ che racchiude in sé il meglio delle novità 2014 offrendo un esclusivo livello di stile, contenuti tecnologici – come il sistema vivavoce Blue&Me con Bluetooth e climatizzatore automatico di serie – e prestazioni al più esigente e attento cliente della Fiat 500 MY 2014.

Il Model Year 2014 dell’iconica Fiat 500 contribuirà certamente a consolidare il successo globale del modello-icona Fiat. Nasce così un vero e proprio ‘effetto 500’ che ha contagiato non solo la sfera automotive ma è diventato fonte d’ispirazione anche in altri ambiti: dal cinema all’arte, dalla moda al design. La Fiat 500 è quindi entrata nell’immaginario collettivo come un simbolo forte e inequivocabile, non un semplice mezzo di trasporto ma un ‘veicolo’ di emozioni autentiche ed esperienze uniche. Tanto che in alcuni ambienti, la Fiat 500 è diventata quasi un oggetto di ‘culto’ per collezionisti e ammiratori. Spetta al marchio Fiat ravvivare continuamente il ‘500ismo’ con nuovi prodotti, sempre più attuali e contemporanei, proprio come l’esclusiva versione Fiat 500 Cult che s’inserisce di diritto nel manifesto del ‘500ismo’.

Del resto, Fiat 500 è l’icona Made in Italy per eccellenza che si afferma nel mondo grazie a stile italiano, innovazione continua, rispetto ambientale e qualità premium. Basti dire che è il modello Fiat con il più alto tasso di vendite fuori dall’Italia: oltre 1.200.000 unità vendute dal 2007 a oggi, il 75% delle quali immatricolate all’estero.

Prodotta dal 2007 in Polonia e dal 2010 anche a Toluca (Messico), la Fiat 500 è commercializzata in più di 100 Paesi nel mondo e ha segnato anche il ritorno del marchio Fiat negli Stati Uniti. Un modello globale, quindi, che solo nel 2013 ha ripetuto in Europa lo stesso record di quota (13,9%) raggiunto nel 2008, primo anno pieno della sua commercializzazione. Non solo. Per la prima volta nella sua storia, lo scorso mese ha raggiunto un altro importante traguardo diventando la vettura più venduta del segmento A in Europa. In totale, nel 2013 nell’area EMEA ne sono state immatricolate quasi 163 mila, circa il 9% in più del 2012.

Tra i segreti del suo successo globale vi è certamente la capacità di evolvere con nuove interpretazioni – dalla 500 Abarth (2008) all’ultima nata 500 GQ (2013) – ma anche di esplorare nuovi territori dando vita a una famiglia di vetture simpatiche e accessibili che assicurano la massima libertà di scelta e di utilizzo: sono nate così la 500L (2012), la 500L Trekking e la 500L Living (2013).

La nuova 500 Model Year 2014

A partire dal secondo trimestre del 2014 sarà esposta negli showroom europei la nuova 500 Model Year 2014 che introduce importanti novità di prodotto sia in termini di stile che di contenuti tecnologici. A iniziare dalle 3 nuove tinte di carrozzeria – Verde Lattementa, Bianco tristrato e Blu Italia, quest’ultimo esclusivo dell’allestimento S – e dai 3 nuovi cerchi in lega, da 15″ o 16″, proposti di serie a seconda degli allestimenti. Inoltre, con la gamma 2014 debuttano dei nuovi interni, in tessuto o in pelle, con combinazioni specifiche per ogni allestimento. Ma tra le novità più rilevanti di Fiat 500 Model Year 2014 vi è certamente l’innovativo quadro strumenti digitale sviluppato in collaborazione con Magneti Marelli.

Nuovo display TFT da 7″

Per la prima volta nel segmento, la Fiat 500 Model Year 2014 offre un display digitale TFT da 7″ dove sono raccolte tutte le informazioni necessarie alla guida e al controllo della vettura. Connubio ideale tra estetica retrò e modernità tecnologica, il nuovo quadro strumenti è di serie sugli allestimenti S e Cult, a richiesta su Lounge.

In dettaglio, il guidatore ha sempre sotto controllo i dati forniti dal tachimetro, contagiri e trip computer, tutti percepibili immediatamente e in simultanea. Inoltre, la parte centrale del display – dove campeggia un’immagine della vettura – è configurabile secondo le preferenze del guidatore scegliendo tra le diverse informazioni fornite dal trip computer quali percorrenza, consumo istantaneo del carburante, autonomia eccetera.

Da sottolineare l’integrazione con il collaudato sistema di navigazione Blue&Me TomTom 2 LIVE, che consente di visualizzare le informazioni di navigazione sul display TFT da 7″ della Fiat 500 Cult mentre sullo schermo del navigatore si possono gestire media player, telefono e trip computer, sicuri di percorrere sempre la strada più veloce e sicura grazie ai servizi in tempo reale di traffico e autovelox.

Ben visibili anche i messaggi di avviso – quali porte aperte, temperatura, eccetera e l’indicatore del sistema “GSI” (Gear Shift Indicator) che suggerisce al guidatore di effettuare un cambio marcia attraverso l’accensione di un simbolo specifico.

Infine, se la vettura è dotata di dispositivo satellitare TomTom, sul display TFT da 7″ sono visibili le informazioni di navigazione. Inoltre, sullo schermo a cristalli liquidi appare il segnale di attivazione del tasto Sport sulla motorizzazione 0.9 TwinAir Turbo da 105 CV.

Motorizzazioni

Fiat 500 MY 2014 t è anche sinonimo di carattere e divertimento alla guida come dimostra un’ampia gamma di motorizzazioni composta dai propulsori benzina 1.2 da 69 CV, TwinAir Turbo da 85 CV (entrambi disponibili anche con cambio robotizzato Dualogic) e il nuovo 0.9 TwinAir Turbo da 105 CV. Inoltre, il cliente può scegliere di equipaggiare la propria vettura con il brillante turbodiesel 1.3 Multijet II da 95 CV o con il 1.2 da 69 CV Bi-fuel (benzina/GPL).

In particolare, tra i motori che maggiormente esaltano la vocazione ‘metropolitana’ della vettura vi è certamente il 0.9 TwinAir da 105 CV, il nuovo propulsore della famiglia TwinAir che abbina al concetto di downsizing – riduzione della cilindrata e del peso – tecnologie raffinate come la sovralimentazione mediante un turbocompressore ad alta efficienza, l’integrazione del collettore di scarico nella testa cilindri e l’inedito sistema di controllo delle valvole di aspirazione MultiAir 2.

Abbinato al cambio manuale a 6 rapporti, il nuovo propulsore 0.9 TwinAir eroga 105 CV a 5.500 giri/min ed esprime una coppia massima di 145 Nm a 2.000 giri/min. Da qui nascono le prestazioni di Fiat 500 0.9 TwinAir da 105 CV: 188 km/h di velocità massima e appena 10 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Il tutto a fronte di consumi ed emissioni di CO2 ai vertici della categoria: sul ciclo combinato di omologazione sono rispettivamente 4.2 litri/100 km e 99 g/km.

Come sulle precedenti applicazioni Turbo TwinAir, anche per la Fiat 500 è disponibile all’avviamento la modalità “ECO”: in questa condizione la coppia massima erogata è limitata a 120 Nm e la potenza a 98 CV, permettendo così al propulsore di operare nelle zone dove è massima l’efficienza e di conseguenza minori sono i consumi. Inoltre è presente, nella dotazione di serie, il sistema Start&Stop.

Infine, va anche ricordato come il propulsore TwinAir abbia conquistato in brevissimo tempo l’apprezzamento del grande pubblico e delle più importanti giurie internazionali. Basti pensare che già al suo debutto ha trionfato agli ‘International Engine of the Year Awards 2011’, conquistando 4 premi: quello relativo alla propria categoria di cilindrata (sotto i 1.000 cm3), il ‘Best New Engine 2011’, il ‘Best Green Engine 2011′ e l”International Engine of the Year 2011’, il massimo riconoscimento previsto dal concorso.

Questo palmares si è arricchito lo scorso anno del titolo ‘Best Green Engine of the Year 2013’, assegnato al 0.9 TwinAir Turbo bi-fuel a Metano. Senza dimenticare che sempre lo scorso anno il modello Fiat 500 dotato di propulsore TwinAir da 85 CV, sistema Start&Stop e cambio Dualogic, è risultata la vettura a benzina con il più basso livello di emissioni di anidride carbonica: soli 90 g/km di CO2 (fonte: ‘Guida al Risparmio di carburante 2013’ realizzata dai Ministeri dell’Ambiente, delle Infrastrutture e Trasporti e dello Sviluppo Economico).

Fiat 500 Cult, la nuova versione top di gamma

La Fiat 500 Cult è la nuova versione top di gamma che offre un esclusivo livello di stile, contenuti tecnologici e prestazioni al più esigente degli appassionati dell’icona Fiat. In particolare, disponibile nelle configurazioni berlina o cabrio, il nuovo ed esclusivo allestimento rappresenta la sintesi perfetta tra look distintivo e innovazione che, ancora una volta, evidenzia l’anima ‘trendsetter’ di Fiat 500.

Fiat 500 Cult può ‘vestire’ una delle tinte di carrozzerie in gamma, tra cui il nuovo colore Verde Lattementa, tutti abbinati all’elegante tetto composto da una parte in vetro fisso e l’altra con verniciatura in nero lucido. Il risultato finale è un raffinato accostamento cromatico che conferma, ancora una volta, come per l’icona Fiat il colore non sia solo una questione estetica, ma parte integrante di una filosofia di prodotto che ha tra i suoi elementi costitutivi carattere, stile e la massima possibilità di personalizzazione. Inoltre, sulla versione cabrio, sarà disponibile il nuovo Bianco Tristrato.

A scelta del cliente le calotte degli specchi esterni possono essere cromati o nero lucidi: qualunque sia la scelta, l’effetto finale è un accostamento contemporaneo e di tendenza con la tinta di carrozzeria. Il tutto impreziosito da un’elegante cromatura per i caratteristici baffi’ del frontale, della maniglia del portellone posteriore, oltre alla cornice in nero lucido dei fanali posteriori e ai nuovi cerchi in lega da 16″.

La stessa impronta stilistica si ritrova all’interno dove spiccano i nuovi sedili in pelle – a scelta tra pelle nera (inserti avorio o rossi), pelle tabacco o pelle rossa (entrambe con inserti avorio) – che bene si sposano con la plancia verniciata della stessa tinta esterna. In particolare, la nuova selleria è stata studiata per offrire la miglior ergonomia possibile garantendo al cliente comfort e personalità in un’unica soluzione.

La nuova 500 Cult è disponibile con il turbodiesel 1.3 Multijet II da 95 CV e i propulsori benzina 1.2 da 69 CV, 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV (entrambi disponibili anche con cambio robotizzato Dualogic) e il nuovo 0.9 TwinAir Turbo da 105 CV.

La versione Cult di Fiat 500 assicura un alto controvalore in termini di equipaggiamento come dimostrano alcuni importanti contenuti offerti di serie: quadro strumenti con display TFT da 7″, climatizzatore automatico, sensori posteriori di parcheggio, tetto in vetro fisso con tendina parasole, sedili in pelle, volante in pelle con comandi Blue&MeTM e servosterzo elettrico Dualdrive.

Inoltre, sempre di serie sono il sedile posteriore sdoppiato (50/50) con appoggiatesta regolabile in altezza e la radio Cd/Mp3 e sistema vivavoce Blue&MeTM con tecnologia Bluetooth (riconoscimento vocale, comandi al volante, lettore file audio digitali con porta USB).

Anche nel campo della sicurezza la nuova Fiat 500 Cult non conosce rivali come dimostrano ABS+EBD, airbag guidatore e passeggero con sistema Dual stage, airbag laterali, windows bag, airbag per ginocchia, attacchi Isofix, luci diurne (DRL) e sistema ESP completo di ASR/MSR, HBA e Hill Holder.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

GP Arzebaijan

GP Azerbaijan : Ferrari in recupero…ma che rischi!

Tempo di lettura: 2 minutiNella gara più incredibile di tutto il mondiale (e forse della storia recente della F1), …