in

Dacia “a tutto GPL”: ecco il nuovo 1.6 GPL su Duster, Dokker e Lodgy

Tempo di lettura: 2 minuti

Con più di quattro milioni di veicoli venduti in Europa e nel bacino del Mediterraneo, la gamma Dacia si conferma molto competitiva sul mercato, grazie al suo rinnovamento continuo sia in termini di modelli sia in termini di equipaggiamento.

Anche in Italia il marchio Dacia ha continuato a crescere con più di 272.000 veicoli venduti dal suo esordio nel 2006 ad oggi ed un anno in corso che segna il record di volumi mai registrati prima con ben 45.028 immatricolazioni registrate fino ad ottobre, ben il 15% in più rispetto ai volumi registrati lo scorso anno nello stesso periodo.

Forti di questo successo, in Dacia si è deciso di puntare forte sull’alimentazione GPL, da sempre molto apprezzata dai clienti del marchio del Gruppo Renault. Il motore TCe GPL su Sandero e Sandero Stepway ha infatti riscosso molto successo presso il pubblico con oltre un terzo delle Sandero e Sandero Stepway vendute nell’ultimo anno sono con alimentazione GPL. La Sandero si è così posizionata tra i primi cinque modelli più venduti del segmento B con motorizzazione a GPL.

Per offrire una gamma 100% GPL, Dacia ha oggi presentato un nuovo motore GPL studiato per essere equipaggiato su Duster, Dokker e Lodgy, lanciato al prezzo di 500 euro in più (in confronto ai 1.000/1.500 euro che altre Case propongono) rispetto alla versione di riferimento, con la relativa motorizzazione a benzina. Il GPL è stato sviluppato (e installato dalla Landi) sul nuovo motore 1.6 H4M con base in alluminio, anziché in ghisa, con una potenza di 115 CV su Duster e di 100 CV su Dokker e Lodgy. Questo motore Euro 6 è dotato dello Start & Stop che garantisce consumi ed emissioni ridotte, ma mantiene il piacere di guida di un classico motore a benzina.

Per Duster la versione GPL S&S Euro6 è disponibile al prezzo di partenza di 12.700 euro per la versione Ambiance. Stesso sovrapprezzo per Dokker rispetto al 1.6 benzina 100 CV S&S che viene 11.500 euro nella versione Ambiance e così anche per Lodgy, la monovolume della Casa, che viene lanciata a 12.100 euro.

Secondo i calcoli effettuati dalla Casa romena, il delta di prezzo di soli 500 euro permette all’acquirente che fa 10.000 km l’anno di rientrare del costo maggiore già dopo i primi 365 giorni e, di conseguenza, di risparmiare circa 500 euro per ogni anno successivo.

La filosofia dell’acquisto intelligente continua, come da tradizione, in Casa Dacia.

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Ride 2: si amplia il Gran Turismo delle due ruote

Inaugurazione del Centro di Restauro del Museo dell’Auto di Torino