martedì, 17 luglio 2018 - 5:58
Home / Notizie / Storiche / Fiat 124 Spider, storia di un’icona: ritorno al futuro con la nuova generazione

Fiat 124 Spider, storia di un’icona: ritorno al futuro con la nuova generazione

Tempo di lettura: 3 minuti.

Quarto, e ultimo, capitolo della storia della Fiat 124 Spider. Siamo giunti ai giorni nostri, quando nel novembre del 2015 il Salone dell’Automobile di Los Angeles ha tenuto a battesimo la nuova Spider targata Fiat.

I designer del Centro Stile Fiat hanno concepito una vettura che racchiude in un design evoluto la bellezza classica della progenitrice senza tradirne l’essenza. I tratti del frontale sono decisi ma non aggressivi, con le due leggere bombature del cofano a sottolineare la potenza del motore. La fiancata vanta proporzioni da vera sportiva, grazie all’architettura meccanica – motore longitudinale e trazione posteriore – e all’abitacolo arretrato: il design rende omaggio al passato, proiettandolo nell’attualità.

La nuova Fiat 124 Spider, infatti, s’ispira ad alcune finiture della sua progenitrice del 1966 e le reinterpreta in chiave moderna. Ha una silhouette slanciata e fuori dal tempo, una bella fiancata classica dalle proporzioni perfette, un baricentro basso, l’abitacolo arretrato e il cofano lungo da vera auto sportiva. Un richiamo al modello storico arriva anche dalla griglia superiore e dal motivo della calandra esagonale, dalle classiche “gobbe” sul cofano anteriore e dalle marcate luci posteriori orizzontali. Allo stesso modo, la griglia superiore, esagonale, s’ispira alla forma esclusiva delle prese d’aria anteriori del modello storico, così come il pattern rimanda alla trama “a nido d’ape” della griglia sportiva della leggendaria 124 Spider.

La parte posteriore è caratterizzata da due elementi: la sezione a coda di rondine dei parafanghi posteriori i fanali a sviluppo orizzontale, che riprendono caratteristiche proprie dell’antesignana. La forma dei parafanghi posteriori, la cui superficie superiore confluisce sul cofano baule, dona al retro dell’auto una caratteristica sagoma a V. Gli interni sono progettati e realizzati per garantire il massimo del comfort agli occupanti, a partire dall’impiego di materiali morbidi di alta qualità. È stata studiata a fondo l’ergonomia della vettura per esaltarne l’esperienza di guida anche attraverso una perfetta disposizione di pedali, volante e cambio.

La Fiat 124 Spider è dotata del motore a quattro cilindri turbo MultiAir da 1,4 litri, che eroga 140 CV di potenza (103 kW) e 240 Nm di coppia massima, disponibile da subito, a 2.250 giri/min. Il motore ha mantenuto le proprie peculiarità: quattro cilindri in linea con testata in alluminio, alesaggio di 72 mm e corsa di 84 mm, per una cilindrata totale di 1.368 cm3.

La Fiat 124 Spider raggiunge una velocità massima di 215 km/h e accelera da 0 a 100 in 7,5 secondi. All’ottimo dinamismo della vettura contribuiscono la trazione posteriore, una distribuzione dei pesi estremamente bilanciata e il baricentro basso. Fiat 124 Spider è disponibile sia con cambio manuale a sei marce, sia con cambio automatico, e vanta sospensioni e sterzo progettati per la dinamica di guida. All’avantreno, la nuova 124 Spider utilizza un raffinato schema di sospensioni a quadrilatero, mentre al retrotreno adotta un’architettura multilink per un totale controllo del veicolo in curva. Grazie all’utilizzo di un servocomando elettrico dual pinion, lo sterzo è leggero e reattivo.

Tributo nel tributo, successivamente è stata presentata anche la nuova serie speciale a tiratura limitata 124 Spider America, disponibile in Italia in soli 124 esemplari numerati: celebra, attraverso un equipaggiamento speciale, l’omonima versione che, negli anni Ottanta, commemorò i cinquant’anni di Pininfarina. Non a caso, la serie speciale riprende la livrea esterna bronzo magnetico che ricorda quel modello. Le calotte degli specchi retrovisori sono di color argento, e gli interni in pelle tabacco. A richiesta, è possibile dotare la nuova 124 Spider America di cerchi in lega leggera da 17″ dal design storico e del portapacchi posteriore. Si tratta di due accessori sviluppati da Mopar che ne sottolineano la personalità vintage. La 124 Spider America, infine, presenta una targhetta celebrativa e numerata interna (124 per il mercato italiano, disponibili da fine anno), e un logo sulla griglia frontale.

Dal 1966 al 2017, cinquant’anni (+1) di un modello leggendario che continua a far sognare attraverso un’evoluzione stilistica e tecnica costante, ma sempre con un occhio a un passato di successo. Crescere per migliorare, e per tagliare nuovi traguardi.

Non resta che augurarti altri 50 anni come questi, cara Fiat 124 Spider.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

DS19

Una stella decapottabile a Hollywood: la Citroen DS19 di Cary Grant

Tempo di lettura: 2 minuti. Cary Grant e Doris Day hanno lasciato un segno nel cinema holliwoodiano con un film …

something