in

Livrea Ferrari 1000 GP: omaggio alla storia del Cavallino

Livrea Ferrari 1000 GP
Tempo di lettura: 2 minuti

Se le prestazioni della SF1000 in pista latitano, dal punto di vista della pura estetica, almeno per un weekend, i tifosi possono spalancare gli occhi e godere. Con questa livrea la Ferrari celebra i 1000 GP affrontati in F1 e, per tutto il fine settimana toscano, le SF1000 di Leclerc e Vettel, comprese le loro tute, scenderanno in pista con una livrea color amaranto che ricorda le imprese delle 125 F1, le prime Ferrari a scendere in pista nel Gran Premio di Monaco edizione 1950.

Livrea Ferrari 1000 GP: affonda le radici nella storia

Oltre al colore, tra l’altro simile a quello utilizzato a cavallo tra il 2007 e il 2008 quando i piloti erano Raikkonen e Massa, un adesivo applicato al cofano motore ricorda la speciale evenienza. Le celebrazioni coinvolgeranno anche la vicina Firenze, con un evento che avrà luogo nel cuore della città sabato sera e sarà trasmesso sul sito e sui canali social della Scuderia Ferrari.

Dopo la livrea della SF1000 per i 1000 GP, altra sorpresa per i tifosi: i presenti e gli spettatori da casa potranno assistere, poco prima della gara, a una nuova esibizione di Mick Schumacher, sempre al volante della F2004 campione del mondo con papà Michael (come già successe ad Hockenheim).

Per il giovane tedesco un’attestato di stima da parte della Ferrari e un altro passo avanti verso quella F1 che lo attende a porte aperte.

Ticket. I biglietti per il Gran Premio della Toscana – Ferrari 1000 sono disponibili online qui:  https://www.ticketone.it/artist/formula-1-gran-premio-della-toscana/

“Un traguardo così importante come i 1000 Gran Premi della Scuderia Ferrari nel Campionato del Mondo di Formula 1 non poteva non essere contrassegnato da qualcosa di speciale. È per questo motivo che abbiamo deciso di dedicare all’evento una livrea commemorativa: le SF1000 usciranno dai box del Mugello con quel colore rosso amaranto che caratterizzava la 125 S, la prima vettura da competizione a portare il nome Ferrari. Saranno amaranto anche le tute dei piloti. IInoltre inumeri di gara sulle vetture di Charles e Sebastian riprendono la tradizione degli anni Cinquanta, quando erano verniciati a mano sulla carrozzeria. È un omaggio alle nostre origini: da lì è partita la straordinaria storia della Ferrari, caratterizzata dall’incessante desiderio di competere accompagnato dalla volontà di costruire vetture stradali eccezionali per tecnologia e design. La Ferrari è un’azienda unica al mondo perché la sua anima è allo stesso tempo quella di un costruttore automobilistico e di una squadra sportiva, un nesso inscindibile che mai nessuno ha messo in discussione.

Piero Ferrari Vice Presidente Ferrari

Livrea Ferrari 1000 GP: anche Leclerc si adegua

Dì la tua

Opel Ascona

Opel Ascona 1.8i: 35 anni fa è stata la prima tedesca con catalizzatore

maserati mc20

Maserati MC20: Listino Prezzi, Dimensioni, Interni, Motore