DR 4.0 2022

DR_4.0 2022 frontale

L’ascesa delle auto DR Automobiles è ormai innegabile. Il marchio molisano, fondato da Massimo di Risio a Macchia d’Isernia nel 2006, dopo diversi anni di assestamento si sta affermando come uno dei brand in ascesa del panorama automobilistico nazionale. Questo cambio di rotta è giustificato da modelli sempre più moderni, come DR 4.0 2022. Il crossover sino-molisano è stato lanciato sul mercato nel 2021, a un anno di distanza dalla sorella DR 5.0.

Con il modello superiore, infatti, DR 4.0 2022 condivide quasi tutte le caratteristiche con la più costosa 5.0, persino le linee della carrozzeria. Rispetto alla sorella “maggiore”, DR 4.0 2022 ha paraurti meno sportivi, un interno più semplice e meno ricercato e la stessa meccanica, derivata dall’orientale Chery Tiggo 5X. Come la più grande 5.0, anche DR 4.0 2022 offre due motori, un 1.5 aspirato da 116 CV e la sua versione Turbo, da 154 CV. Rispetto a 5.0, però, DR 4.0 2022 offre, sorprendentemente, una trasmissione automatica più raffinata, un DCT a doppia frizione.

Rispetto alle DR del passato, come le sorelle più moderne anche DR 4.0 2022 offre contenuti notevolmente migliorati. Sebbene alcuni aspetti non siano ancora a livello delle concorrenti occidentali, l’ottima dotazione di serie, il prezzo competitivo e la disponibilità di esemplari in pronta consegna sta spingendo DR, e nello specifico la coppia 4.0/5.0, a risultati di vendita in continua crescita. Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di DR 4.0 2022.

Listino prezzi DR 4.0 2022

Il listino prezzi di DR 4.0 2022 è estremamente semplice. Il C-SUV sino-molisano è infatti proposto con un singolo allestimento, in accoppiata alle quattro motorizzazioni differenti. Ad aprire la gamma ci pensa il 1.5 aspirato da 116 CV con alimentazione a benzina, offerto a 18.900 euro. Si tratta di un ottimo prezzo, considerando la dotazione di serie praticamente full optional. Di serie su tutte le DR 4.0 troviamo cerchi in lega da 18″, luci diurne e fari posteriori a LED, sedili in ecopelle, climatizzatore, sensori di parcheggio con retrocamera, sistema di avviamento e apertura Keyless e il sistema di infotainment da 9 pollici.

Non va poi dimenticato il quadro strumenti digitale da 7 pollici, la chiusura centralizzata, Cruise Control e l’assistente alla partenza il salita e alla discesa, nonché il tetto panoramico e apribile, gli specchietti elettrici e le barre sul tetto. Manca, però, la frenata automatica di emergenza e tutti gli ADAS più moderni come il mantenitore di corsia e il Cruise Control Adattivo, presenti su altri C-SUV (sebbene più costosi).

Per portarsi a casa una DR 4.0 con motore 1.5 aspirato e impianto GPL si devono mettere in conto 1.500 euro in più, arrivando a 20.400 euro. Per il più potente motore 1.5 Turbo, invece, si sale di 3.000 euro, passando a 21.900 euro per la versione solo a benzina, mentre il prezzo di DR 4.0 1.5 Turbo Bi-Fuel GPL è di 23.400 euro. Come detto in precedenza, infine, DR 4.0 Turbo è sempre dotata di serie del cambio automatico DCT a 6 rapporti.

ModelloCilindrataPotenzaPrezzo
  • 1.51.5 cc116 CV18.900 euro
  • 1.5 Turbo DCT1.5 cc154 CV21.900 euro
  • 1.5 Bi-Fuel GPL1.5 cc116 CV20.400 euro
  • 1.5 Turbo DCT Bi-Fuel GPL1.5 cc154 CV23.400 euro

Motori DR 4.0 2022

La meccanica e la gamma motori di DR 4.0 2022 è condivisa con la DR 5.0, e derivata da quella della Chery Tiggo 5X venduta sui mercati asiatici. A livello telaistico, siamo di fronte ad un SUV molto classico, dotato di sospensioni McPherson all’anteriore e di un tradizionale retrotreno a ruote interconnesse. I freni sono a disco sia davanti che dietro, con i dischi anteriori autoventilati, mentre il peso è piuttosto contenuto a 1.360 kg. A livello motoristico, invece, i motori di DR 4.0 2022 sono due, gli stessi della DR 5.0. 

Il motore di base è sempre lo stesso 1.5 quattro cilindri della famiglia ACTECO, figlio di una joint-venture tra la Chery e l’austriaca AVL. Alla base della gamma troviamo il 1.5 aspirato da 116 CV e 136 Nm di coppia. Questo motore, che punta più sulla fluidità e sulla regolarità di marcia che sullo spunto, è accoppiato al solo cambio manuale a 5 marce e alla trazione anteriore l’unica disponibile nella gamma DR 4.0. Capace di raggiungere i 175 km/h, il motore 1.5 è disponibile anche con alimentazione a GPL, con un serbatoio di 44 litri effettivi nell’alloggiamento della ruota di scorta.

Al top della gamma motori di DR 4.0 2022 troviamo però una piccola sorpresa. Il motore, infatti, è il noto 1.5 Turbo da 154 e 210 Nm di coppia, disponibile sia a benzina che Bi-Fuel a GPL (con coppia “ridotta” a 195 Nm). La DR 4.0 Turbo è però disponibile solo in accoppiata ad un cambio automatico molto raffinato. Se la più costosa DR 5.0 ha infatti un CVT a variazione continua, la DR 4.0 1.5 Turbo è offerta solamente con un moderno cambio automatico DCT doppia frizione a 6 marce, condiviso con la DR F35. Nonostante la differenza di potenza, però, DR 4.0 scatta sempre da 0 a 100 km/h in 11,0 secondi secondo i dati ufficiali, indipendentemente dal motore e dall’alimentazione.

Motore0-100 Km/hVelocità MassimaCoppia Massima
  • 1.511,0 secondi175 km/h136 Nm
  • 1.5 Bi-Fuel GPL11,0 secondi175 km/h136 Nm
  • 1.5 Turbo DCT11,0 secondi185 km/h210 Nm
  • 1.5 Turbo DCT Bi-Fuel GPL11,0 secondi185 km/h195 Nm

Dimensioni DR 4.0 2022

A livello di dimensioni, DR 4.0 2022 si va a posizionare nell’affollato segmento dei crossover compatti, in quel segmento dei SUV intorno ai 4,30 metri che oggi è uno dei più forti e in ascesa del panorama automobilistico europeo. Nello specifico, le dimensioni di DR 4.0 sono:

  • Lunghezza: 4,32 metri
  • Larghezza: 1,83 metri
  • Altezza: 1,67 metri
  • Passo: 2,63 metri

Per chi conosce la DR 5.0 queste dimensioni non saranno inedite. La scocca di DR 4.0 2022 è infatti esattamente la stessa della più costosa 5.0. Sono derivate entrambe dalla vendutissima Chery Tiggo 5X, e si differenziano per pochi dettagli. Nello specifico, a cambiare tra DR 4.0 e 5.0 è il paraurti anteriore, con le prese d’aria sotto i fari anteriori. Se la 5.0 ha una presa d’aria con due strisce LED per lato con una cornice nera lucida, DR 4.0 ha una singola striscia a LED, unita da una banda cromata interrotta dall’alloggiamento per la targa.

Dietro, invece, a cambiare è solo il nome del modello, l’alloggiamento del grande logo DR e il disegno degli scarichi (finti su entrambe): cromato su DR 5.0, satinato e integrato nel paracolpi, su DR 4.0. Per il resto, invece, le foto di DR 4.0 2022 dimostrano come le due vetture siano poi identiche. Il frontale è dominato da una grande calandra esagonale, dotata di una finitura in nero lucido e caratterizzata dalla presenza di un enorme logo DR nella parte bassa. Lateralmente, spiccano i grandi cerchi da 18 pollici, di serie su DR 4.0 2022, gli immancabili passaruota in plastica grezza e le barre sul tetto.

Per il resto, il disegno di DR 4.0 è più tranquillo e accogliente che dinamico, così come al posteriore. Il portellone è molto verticale e il lunotto è poco inclinato, mentre in basso si fa notare il paracolpi in argento satinato. Come sulla gemella DR 5.0, poi, anche DR 4.0 sfoggia fari a LED con firma luminosa a C, uniti da una vistosa barra cromata. Non convince, però, il voluminoso logo DR cromato su sfondo in plastica nera, unica differenza con la DR 5.0 (che alloggia il logo DR direttamente sulla carrozzeria. Concludendo con le dimensioni di DR 4.0 2022, il bagagliaio è piuttosto piccolo: sono 340 i litri a disposizione in configurazione 5 posti, anche in versione GPL. Abbattendo il divano, si ottiene un vano da 1.100 litri. 

Interni DR 4.0 2022

Gli interni di DR 4.0 2022 si differenziano dalla gemella 5.0 per uno stile meno moderno e più semplice, sia a livello di dettagli che di tecnologia. Entrambe condividono una plancia dalla qualità discreta e una buona abitabilità, sia davanti che dietro. La posizione di guida alta e il grande parabrezza regalano poi un’ottima visibilità anteriore, mentre il piccolo lunotto posteriore ostruisce un po’ quella dietro.

La più grande differenza tra gli interni di DR 4.0 2022 e quelli della gemella 5.0 è la presenza di un diverso sistema di infotainment, che per schermo, posizionamento e funzionalità separa parecchio i due modelli, e influisce anche su disegno e finiture della plancia. La DR 5.0 punta infatti su un moderno schermo da 12,3 pollici a sbalzo, che di conseguenza cambia le linee della plancia, più elegante e con persino un inserto in simil-pelle al centro.

Su DR 4.0 2022 gli interni sono invece decisamente più semplici e lineari. Lo schermo dell’infotainment touch c’è anche qui, ma è più piccolo con i suoi 9 pollici, è integrato nella plancia e circondato da una finitura in Piano Black ed è dotato di Apple CarPlay e della possibilità di fare lo Screen Mirroring dei telefoni Android tramite un’app specifica, QDrive, un po’ macchinosa e non fluida come Android Auto. Anche la plancia è meno ricercata, con una fascia in plastica al centro e bocchette dell’aria squadrate ma molto grandi. Sul tunnel centrale trova infine posto il tasto d’accensione e la leva del cambio manuale o automatico, mentre poco più in alto troviamo i comandi fisici del climatizzatore.

Dietro il volante a tre razze dal disegno piuttosto piacevole, infine, gli interni di DR 4.0 2022 sfoggiano un quadro strumenti digitale da 7 pollici, condiviso con gran parte dei modelli DR di ultima generazione. Piuttosto completo e comprensibile nella lettura, al suo fianco ospita due strumenti analogici per la quantità di benzina rimasta nel serbatoio e la temperatura del refrigerante. Tutte le DR 4.0 2022 offrono, infine, sedili in ecopelle, ingresso e partenza keyless e alzacristalli e specchietti elettrici.

Opinioni DR 4.0 2022 - Prova su strada

Disponibile in sei colori (rosso, grigio, bianco, nero, blu e argento), DR 4.0 2022 è un SUV compatto molto interessante. Dalla sua ha un prezzo d’acquisto contenuto, più basso della sorella 5.0 anche se non stracciato. Rispetto alle DR di qualche anno fa, che puntavano su prezzi da utilitarie ma peccavano in qualità, modernità e guidabilità, oggi la ricetta è un po’ cambiata. DR 4.0 è ancora economica, strappando prezzi di diverse migliaia di euro inferiori alle rivali a parità di allestimento, ma la sostanza è molto più corposa.

Non siamo ancora di fronte ad un’automobile perfetta, ovviamente. A livello tecnologico, meccanico e di guidabilità, rispetto alle più giovani concorrenti DR 4.0 2022 cede ancora un po’ il passo. Dal punto di vista dello stile, della facilità di guida e della qualità, però, DR ha fatto passi da gigante. In più, la disponibilità della motorizzazione a GPL, ancora apprezzatissima in Italia, e di diversi esemplari in pronta consegna sta facendo da traino per le vendite della Casa. La sorella 5.0, infatti, si è issata nel mese di agosto 2022 al primo posto tra le auto a GPL, e al decimo posto totale con 1.540 unità.

Nonostante ci siano rivali più piacevoli da guidare, più moderne e più tecnologiche, DR 4.0 si propone come una prima auto di famiglia robusta, pragmatica e sincera. Grazie ad un ottimo rapporto qualità-prezzo, alla presenza a richiesta del GPL e di una rete di vendita sempre più capillare, il SUV compatto della Casa sino-molisana si propone come una valida scelta per chi vuole un’auto solida e concreta. Concludiamo, infine, con le dirette concorrenti di DR 4.0 2022. Oltre alla gemella DR 5.0 e la cugina EVO 4, tra le rivali più temibili troviamo le altre crossover economiche: Dacia Duster, MG ZS e la parente EMC Wave 3, basata anch’essa sulla Chery Tiggo 5X. Alzando un po’ il budget, troviamo le crossover compatte più vendute come Volkswagen T-Roc, Renault Captur, Peugeot 2008, FIAT 500X, Ford Puma e Citroen C4.