venerdì, 15 dicembre 2017 - 7:37
Home / Prove / Prove su strada / Peugeot 208 GTi by Peugeot Sport | Prova su strada
Foto di Gabriele Bolognesi

Peugeot 208 GTi by Peugeot Sport | Prova su strada

Tempo di lettura: 3 minuti

Ci accomodiamo velocemente, cinture, accensione e via! Non si riesce proprio a fare le cose con calma a bordo della Peugeot 208 GTI By Peugeot Sport, troppa è la voglia di assaporare cosa può offrire la piccola francesina.

Esterni: tutta l’aggressività del Leone

Le linee della Peugeot 208 By PS sono un azzeccato mix tra forme tondeggianti che conferiscono eleganza e spigoli con tagli netti di natura tipicamente sportiva. Possiamo guardarla da tutte le angolazioni ed ognuna fa nascere nell’autoappassionato una percezione di energia. Il frontale è molto aggressivo, salta subito all’occhio la scritta PEUGEOT in tinta rossa sulla calandra, mentre i gruppi ottici con le luci diurne a LED ben si fondono con la linea della carreggiata anteriore, maggiorata di 22mm. Osservandola lateralmente ricorda un “proiettile” pronto ad esprimere un’accelerazione bruciante con i grossi cerchi da 18” nero lucido che ben si integrano con le pinze freno rosse a 4 pistoncini Brembo marchiate Peugeot Sport.

 Peugeot 208 GTi 13

L’assetto è stato ribassato di 10 mm e la colorazione Matt Ice Silver (730 euro) dell’auto in prova non lascia dubbi, è una vera sportiva Peugeot! Nel posteriore quello che salta agli occhi è il doppio terminale di scarico cromato posto sul lato destro e gli onnipresenti sensori di parcheggio con retrocamera (250 euro).

Interni: race style

Gli interni viaggiano di comune accordo con le sensazioni regalate dagli esterni. La parola d’ordine è sportività infatti accomodandosi sul sedile sportivo in alcantara e pelle con poggiatesta integrato sviluppato da Peugeot Sport, si capisce di essere entrati in un auto dal carattere assolutamente sportivo, i continui rimandi al colore rosso e nero simbolo di sportività sono numerosi e li ritroviamo sul volante di dimensioni ridotte con la scritta GTI, sulle cinture di sicurezza, sulle impunture a vista del cruscotto, sui pannelli porta e sulle maniglie, sul contorno del quadro strumenti i-Cockpit ed infine sui 4 tappetini di colore rosso con logo Peugeot Sport.

 Peugeot 208 GTi 04

I materiali utilizzati per gli interni sono di buona qualità e gli accoppiamenti molto precisi, ogni dettaglio è stato minuziosamente curato. La pedaliera sportiva è in alluminio come il pomello del cambio a sei rapporti, appositamente sviluppato per questo allestimento da Peugeot Sport. Il Touchscreen da 7” con navigatore è ampio e intuitivo, dotato di ingresso USB e presa AUX.

Alla guida della Peugeot 208 GTI By Peugeot Sport

La cura rinvigorente fatta dal reparto corse di Peugeot è notevole, a cominciare dal differenziale autobloccante Torsen, lo stesso che viene montato sulla RCZ R. Le carreggiate sono state aumentate di 22 mm sull’anteriore montando nuovi bracci delle sospensioni e 16 mm sul posteriore, i grossi cerchi montano pneumatici Michelin Pilot Super Sport 205/40, i dischi freno da 323×28 mm, mentre la taratura specifica dell’ESP ottimizza l’intervento del differenziale insieme alla barra stabilizzatrice appositamente studiata. Unite il tutto ad un motore 1.6 THP con una potenza di 208 cv a 6000 giri e coppia di 300 Nm a 3000 giri/min e il risultato è una vettura altamente performante che sa regalare sensazioni di guida uniche.

Nelle curve e controcurve veloci la 208 è terribilmente reattiva, il posteriore se messo alle strette è nervoso e per gli appassionati significa un bel sorriso stampato sulle labbra. Il rollio è totalmente assente mentre lo sterzo è molto diretto, l’erogazione è regolare, fluida, non violenta e pertanto più gestibile rispetto alle concorrenti. Quasi nulli il sottosterzo e il pattinamento delle ruote anteriori in uscita di curva grazie alla rilevante presenza del Torsen e della barra stabilizzatrice che fa percorrere traiettorie strette e regala sicurezza al conducente, ma attenzione a non esagerare per strada!

 Peugeot 208 GTi 24

Il sound del motore è discreto fino ai 6000 giri poi esagera di pari passo con la potenza per tornare silenzioso in frenata grazie ai freni Brembo estremamente potenti e ben modulabili; da evidenziare il poco affaticamento anche in un uso sportivo. L’auto in prova è anche dotata del nuovo sistema Active City Brake che frena automaticamente l’auto sotto i 30 km/h. Se ci chiedessero cosa migliorare in questa 208 GTI By Peugeot Sport probabilmente risponderemmo il cambio, non tanto per i rapporti molto corti e studiati appositamente ma per la lunghezza del leveraggio e gli innesti nelle marce basse.

Prezzo e concorrenti

La 208 GTI By Peugeot Sport è una vettura full optional, rispetto alla 208 GTI con un prezzo di partenza di 22.800 euro può vantare in più il differenziale meccanico autobloccante Torsen a slittamento limitato, i cerchi in lega da 18”, il Touchscreen da 7” con navigazione, i sedili anteriori sportivi Peugeot Sport, le pinze Brembo, i tappetini rossi con logo Peugeot Sport e l’assetto ribassato. Il tutto si quantifica in un prezzo di 26.200 euro. La nostra auto in prova come avete potuto leggere era dotata di alcuni ulteriori optional che hanno portato il prezzo finale a 27.597 euro.

 Peugeot 208 GTi 39

Le concorrenti più agguerrite nello stesso segmento sono la Ford Fiesta ST dotata di un motore 1.6 con 182cv proposta ad un prezzo di listino di 22.600 euro, ma con alcune dotazioni inferiori rispetto alla 208, la Renault Clio R.S. con 200cv e cambio automatico ad un prezzo di 23.900 euro e, per finire, l’Audi S1 con un prezzo di attacco di 31.900 euro ma dotata di motore 2.0 TFSI da 231 cv e trazione integrale permanente.

Autore: Diego Maffè

Potrebbe interessarti

Volkswagen up

Volkswagen up! | Prova su strada

Tempo di lettura: 4 minutiPiccola, pratica e scattante. Questi sono gli aggettivi che descrivono al meglio la Volkswagen up!, …