in

Peugeot svela alcuni dettagli della sua Hypercar LMH

hypercar peugeot
Tempo di lettura: 3 minuti

Entra sempre più nel vivo l’avventura che porterà Peugeot a debuttare nel nuovo campionato del mondo FIA WEC a partire dal 2022, con le nuove regole che permetteranno l’accesso delle cosiddette Hypercar LMH

Veniamo subito al dunque, cioè ciò che si nasconderà sotto al vestito. Le principali caratteristiche di quella che per ora Peugeot chiama HYBRID4 500kW sono le seguenti:

  • Tecnologia ibrida che combina un motore V6 biturbo da 2,6 litri da 500 kW (680 CV) collocato nella parte posteriore ed un motore elettrico da 200 kW collocato anteriormente
  • Batteria ad alta densità, sviluppata congiuntamente da Peugeot Sport e Total
  • Trazione a 4 ruote motrici e cambio sequenziale a 7 rapporti
  • Sistema di gestione intelligente per la trasmissione e il flusso di energia, elemento fondamentale per le prestazioni e sviluppato da François Coudrain, Powertrain Director del programma WEC di PEUGEOT Sport.

Rispetto al V12 Diesel con la quale Peugeot trionfò a Le Mans nel 2009, la Casa francese ha optato per dimezzare sostanzialmente i cilindri e scendere a una cilindrata conseguentemente più piccola, potendo contare sull’apporto dei motori elettrici. 

L’architettura del propulsore Peugeot HYBRID4 500kW è la conseguenza dell’applicazione di un rigido regolamento tecnico del campionato FIA WEC. Inizialmente avevamo pensato di progettare un motore con un singolo turbo, ma ciò non ci avrebbe permesso di centrare l’obiettivo del baricentro del motore. Un V6 biturbo è la migliore soluzione tra tecnologia, peso, architettura, affidabilità e prestazioni’’ afferma François Coudrain, Powertrain Director del programma WEC di Peugeot Sport.

Con un impianto frenante di tipo “By Wire”, sarà poi il pilota a regolare l’intensità del freno motore generato dal motore elettrico, nonché la forza applicata ai dischi dalle pastiglie freni, per ottenere una distribuzione elettrica rigenerativa idraulica ottimale. La gestione dell’energia, sia in fase di accelerazione che di recupero (limitata dalla normativa a 200 kW di potenza), sarà quindi un punto chiave per le prestazioni e l’efficienza della vettura.

Peugeot Le Mans

I liquidi di raffreddamento e i lubrificanti in vettura saranno invece curati dal partner storico Total. Tornando alla componente ibrida, protagonista sarà il motore da 200 kW posizionato all’anteriore: “Il motore elettrico sarà accoppiato ad una trasmissione ad unico rapporto molto leggera e ad alta efficienza e ad un inverter di ultima generazione che trasferirà la potenza dalla batteria al motore. Potrà utilizzare istantaneamente tutta l’energia messa a disposizione dalla batteria, grazie alle strategie del sistema di gestione energia del motore. L’esperienza acquisita da PSA Motorsport nelle gare WRC e Formula E ci aiuterà nello sviluppo di software per la gestione elettronica ed energetica (recupero di energia in frenata, potenza in accelerazione, tempo di risposta, ottimizzazione del consumo)’’. Specifica François Coudrain.

 Visto come sarà composta la power unit, emergono già alcuni dettagli sulle modalità del suo funzionamento. Fissando, per regolamento, una potenza massima di 500 kW da utilizzare durante la gara, la gestione della potenza diventa fondamentale. Innanzitutto i regolamenti vietano l‘utilizzo dell’energia elettrica al di sotto di 120 km/h, cosicché l’unità motoria si attiva solo una volta raggiunta tale velocità. L’automobile deve muoversi al di sotto di tale velocità con la sola potenza del suo motore a combustione interna; a piena spinta, la potenza del motore V6 biturbo è limitata a 300 kW (408 CV) che si vanno ad affiancare ai 200kW del motore elettrico che dipendono direttamente dal livello della batteria. 

Quando il motore elettrico entra in funzione, l’automobile passa automaticamente alla trazione su tutte e quattro le ruote, il che modifica la sua dinamica di guida, specie nell’affrontare curve veloci. Quando la batteria ad alta densità è scarica, il motore a combustione interna ritorna a una potenza di 500 kW (680 CV) e la trasmissione ritorna alle sole ruote posteriori. Durante le corse, la batteria sarà caricata interamente prima dell’inizio con un caricatore ibrido. Una volta in gara, la batteria funzionerà in maniera indipendentemente e sarà caricata solo dal sistema di recupero dell’energia in frenata.

Peugeot Le Mans

Tuttavia, dalla normativa sono presenti le seguenti eccezioni:

  • La potenza del motore a combustione interna può essere aumentata del 3% fino a 515 kW (700 CV) alla fine dei rettilinei quando la batteria è scarica, cosicché il motore elettrico funzioni come un alternatore da 15 kW. Questa configurazione è applicata automaticamente dall’elettronica del veicolo;
  • La possibilità di guidare con il motore a combustione interna o con il motore elettrico, oppure simultaneamente, nella pitlane o quando la velocità sia limitata a 60 km/h.
  • Conformemente alla normativa, l’Hypercar sarà dotata di sensori specifici che consentano di monitorare e trasmettere in tempo reale i livelli di potenza misurati a tutte le quattro ruote alla FIA per garantire la potenza massima specificata dalla «bilancia delle prestazioni» (BoP).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    nuova picanto

    Promozione Kia Picanto dicembre 2020: Scelta Kia Special

    Citroen C5 Aircross anteriore

    Promozioni Citroen C5 Aircross dicembre 2020: prezzi da 19.900 euro