in

Pininfarina firma la prima hypercar a idrogeno: si chiama Viritech Apricale

Tempo di lettura: < 1 minuto

Pininfarina ha avuto il privilegio di disegnare quella che sarà la prima hypercar alimentata ad idrogeno. A realizzarla è stata l’inglese Viritech, la quale ha battezzato l’innovativo progetto come Apricale, questo è il suo nome e verrà presentata al Goodwood Festival of Speed. La sinergia creatasi tra Viritech e Pininfarina sta definendo anche la produzione della vettura, che potrebbe vedere la luce negli stabilimenti di Cambiano, dove Pininfarina ha sede.

La prima hypercar ad idrogeno dalla penna di Pininfarina

La Viritech Apricale disegnata da Pinifarina verrà prodotta in soli 25 esemplari, la cui produzione non prenderà il via prima del 2024. Si tratta di una vettura speciale, a cominciare dal peso pari 1.000 kg, eccezionalmente basso per una vettura dotata di powertrain Fuel Cell. Proprio il powertrain è figlio di altre collaborazioni, quelle con AMTE Power e Tri-Volt.

Viritech Apricale, l’auto che va a idrogeno compatto

Sotto al cofano dell’auto verranno alloggiate delle piccole batterie per stoccare l’energia recuperata in frenata. Ma lo stoccaggio che fa la differenza è quello dell’idrogeno, stivato in serbatoi a 700 bar di pressione dal peso 100 kg ogni 5 kg di combustibile. Sono realizzati in un composito unito ad una resina di grafene, inoltre questi serbatoi fanno anche parte della struttura della Apricale. L’autonomia è di 560 km, due sono i motori elettrici per la trazione integrale a zero emissioni, non sa invece ancora nulla in merito alla potenza della Viritech Apricale disegnata da Pinifarina.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Valtteri Bottas sveglia Milano con la F1 V8 aspirata: che spettacolo!

    La Mercedes-AMG One finalmente in azione al Goodwood Festival of Speed [VIDEO]