in

Porsche 911 Turbo Cabriolet e 911 Turbo S Cabriolet

Tempo di lettura: 2 minuti

50 anni dopo il debutto della 911 e in occasione dell’anniversario per i 40 anni della 911 Turbo, le rispettive versioni open air celebrano il debutto mondiale al Salone dell’Auto di Los Angeles il prossimo 20 novembre.

La 911 Turbo Cabriolet e la 911 Turbo S Cabriolet offrono dinamica, performance ed efficienza con la stessa dovizia dei modelli Coupé presentati alcuni mesi fa. Tradotto in cifre: motore sovralimentato a sei cilindri da 3,8 litri in grado di erogare 520 CV (383 kW) nella 911 Turbo aperta e 560 CV (412 kW) nel modello S; accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,5 o 3,2 secondi e velocità massima di 318 km/h. Tanta potenza a fronte di consumi inferiori alla soglia dei 10 litri: nel NEDC entrambi i nuovi modelli cabriolet top di gamma si accontentano di 9,9 l/100 km (corrispondenti a emissioni di CO2 pari a 231 g/km). In confronto ai rispettivi modelli precedenti ciò significa: 30 CV di potenza in più, 0,2 secondi più veloci in accelerazione standard e consumi ridotti fino al 15%.

Grazie al cambio a doppia frizione Porsche Doppelkupplung (PDK), di serie e alla nuova trazione integrale PTM, con asse posteriore sterzante e aerodinamica attivi, i modelli 911 Turbo aperti sono l’espressione della migliore tecnologia Porsche. Mentre l’asse posteriore sterzante aumenta la maneggevolezza sia in pista sia nell’uso quotidiano, l’aerodinamica attiva può essere adeguata a piacere dal guidatore premendo un tasto per ottenere un’efficienza ottimale o una migliore dinamica di guida.

Nella nuova generazione 911 Turbo, i tipici passaruota posteriori particolarmente pronunciati, sono stati ulteriormente maggiorati di 28 millimetri rispetto ai modelli 911 Carrera 4. Tra il montante posteriore e il bordo esterno si estende quindi una superficie pressoché piatta e larga più di un palmo. La capote aperta accentua ulteriormente questo effetto.
Un fiore all’occhiello delle 911 Turbo Cabriolet è la capote Porsche con centine e telaio in magnesio in struttura leggera. Contrariamente alle costruzioni tradizionali, questa tecnica innovativa consente di ottenere a capote chiusa lo stesso arco fisso del tetto della versione Coupé, con ulteriori vantaggi aerodinamici. Il tetto si apre o si chiude in circa 13 secondi e, come nel modello precedente, fino ad una velocità di 50 km/h.

Gli interni delle nuove Cabriolet richiamano quelli della 911 Turbo Coupé. La versione S dispone di una dotazione particolarmente ricca e offre, tra gli altri, interni bicolor esclusivi nella combinazione nero-rosso Carrera, sedili sportivi adattivi Plus con regolazione a 18 vie e funzione Memory. Inoltre, i gusci degli schienali sono rivestiti in pelle con cucitura a doppia piega e rifiniti con vari elementi in carbon look. Il Bose Sound-System è installato di serie come nei precedenti modelli mentre su richiesta è disponibile, per la prima volta, l’impianto Burmester. Come optional sono disponibili anche il sistema adattivo di regolazione della velocità (ACC) a controllo elettronico tramite radar e l’indicatore del limite di velocità e di altri segnali stradali rilevati da telecamera.

I nuovi modelli di punta delle 911 Cabriolet saranno immessi sul mercato a dicembre 2013. La 911 Turbo Cabriolet viene offerta in Italia a 178.356 Euro, la nuova 911 Turbo S Cabriolet a 212.478 Euro (inclusa IVA).

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Foto di Alessandro Altavilla, scattata con Pentax

Nuova Peugeot 308. Olivier Mornet: “Obbiettivo 10 mila vetture vendute in Italia nel 2014

Focus EcoBoost 1.0 3 cilindri: oltre 1.600 Km con un pieno