in

Il restomood di Maggiore si scrive GranTurismO si legge GTO

Tempo di lettura: 3 minuti

Automobili Maggiore GranTurismO, nota azienda toscana attiva nella creazione di vetture uniche o in serie limitata costruite con tecniche artigianali per dare la massima possibilità di personalizzazione, ha fatto il suo debutto al “Concours of Elegance” nella lussuosa cornice di Hampton Court Palace, dove ha svelato il suo secondo progetto.
Con la GranTurismO, l’azienda ha deciso di seguire l’aggressività dello stile, del design e delle performance per offrire un prodotto dal carattere molto più deciso e moderno. L’ispirazione, come si può intuire dal nome GranTurismO viene dalla mitica 288 GTO, la prima vera Supercar Ferrari che rappresenta la sua massima evoluzione con la 308.
La Maggiore GranTurismO nasce per gli amanti degli anni ’80, che cercano anche atmosfere più “hardcore” rispetto alla Progetto M. Con la GranTurismO Automobili Maggiore porta in strada una vera belva con motore Turbo da 600CV pronta a divorare ogni centimetro d’asfalto.

Telaio e motore maggiorati

Il telaio della GranTurismO riprende quello della famiglia 208-308-328 il quale viene completamente restaurato e rinforzato per sostenere i nuovi livelli di sollecitazione. A questo viene collegato un sottotelaio per ancorare il motore V8 da 600 cavalli ed il nuovo cambio manuale a 6 marce.
Le carreggiate del restomood firmato GranTurismO sono state allargate sia all’anteriore sia al posteriore. Le sospensioni sono completamente nuove nella geometria e saranno in Ergal, a tutto vantaggio dell’handling della vettura. A queste verranno abbinate ammortizzatori regoalbili a ghiera ed un impianto frenante racing by Brembo.

Granturismo maggiore front

Il motore della GranTurismO sfrutta il V8 originale Ferrari, mentre sono riprogettate le teste per accogliere il nuovo sistema di aspirazione: il tutto è un sistema inedito derivato dalle competizioni con tamburi rotanti gestiti elettronicamente e intercooler aria/acqua direttamente alloggiati nel collettore di aspirazione in modo da migliorare la risposta del motore al richiamo dell’acceleratore e ridurre il lag di risposta nel cambio marcia.
Anche dal punto di vista estetico, il motore della GranTurismO, adotta una soluzione che consentirà di unire l’estetica dei motori aspirati con trombette d’aspirazione ed iniettori a vista con le performance dei motori turbocompressi. Questo è possibile grazie al carbonio specificatamente progettato ed inserti in materiale trasparente resistente alle elevate pressioni e temperature e posizionati nell’estremità del plenum monolita. Il posizionamento del motore nel vano sarà di tipo longitudinale sia per una miglior distribuzione di masse e carichi termici. In termini dimensionali il propulsore avrà un ingombro inferiore di circa il 30% in tutti gli assi rispetto al motore originale.

Estetica d’ispirazione Ferrari

L’intera GranTurismO è stata completamente ridisegnata ispirandosi alla più muscolosa Ferrari GTO 288 e tutta la carrozzeria sarà realizzata in fibra di carbonio. All’anteriore lo spoiler basso, insieme alla bocca squadrata, richiamano lo stile anni ’80, così come la striscia di LED per i fari diurni e gli iconici fari a scomparsa che in questa reinterpretazione sono più piccoli degli originali e utilizzano una coppia di faretti alogeni di ultima generazione.

Granturismo Maggiore rear

I parafanghi hanno volumi massicci, ma sono stati alleggeriti da nervature che accentuano la sensazione di forza di tutta la GranTurismO insieme al taglio della della zona portiere che porta ad avere la forma a coca-cola nella vista dall’alto, tipica delle vetture da Formula 1. Le prese d’aria della GranTurismO sono molto ampie per far passare bene l’aria: 3 su ogni lato e realizzate con una forma più moderna e squadrata. La presa principale sulla porta ha origine sulla nervatura alta della spalla e conferisce dinamicità a tutta la fiancata, quella dietro al finestrino laterale ha un volume tridimensionale che ne enfatizza il carattere e la terza è nascosta nella parte finale della minigonna.

Granturismo maggiore lato

Al posteriore l’estrattore della Maggiore GranTurismO domina la parte bassa, mentre nella parte alta i fari incastonati vengono tagliati a metà da una fascia di materiale lucido, a richiamare i più recenti concetti delle produzioni di Maranello. Il cofano è muscoloso e lo spoiler posteriore può essere implementato con dei piccoli holder che ne accentuano la sportività. Le aperture delle prese d’aria della GranTurismO sono a branchia con un tratto distintivo che ritroviamo sia sul cofano anteriore sia su quello posteriore che sui fianchetti posteriori per aumentare l’uscita del calore. I cerchi in lega da 18”, disegnati appositamente per questa GranTurismO, reinterpretano il concetto della stella a 5 punte, ma con un Design 3D molto moderno e ricercato.

Gli interni della GranTurismO saranno moderni, ma con richiami vintage, e ovviamente saranno completamente personalizzabili nei materiali, nei colori e negli accessori. La GranTurismO verrà prodotta in un numero limitato di unità e ogni modello sarà realizzato seguendo le specifiche del cliente e corredato da uno libro che ne ripercorrerà la storia, rendendo di fatto unico ogni esemplare prodotto.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Alfa Romeo Giulia Estrema: prezzo, interni, motore, prova su strada

    Pagelle GP Olanda 2022: Verstappen vince tra gli orange, podio Leclerc