mercoledì, 18 ottobre 2017 - 4:07
Home / Archivio / Carrera Cup Italia: tutti pronti per il gran finale di Monza

Carrera Cup Italia: tutti pronti per il gran finale di Monza

Tempo di lettura: 4 minuti

Chi sarà l’erede di Vito Postiglione nella Carrera Cup Italia? Il monomarca riservato alla 911 GT3 Cup arriva a Monza per il settimo e ultimo appuntamento stagionale con tre piloti ancora in lizza per il titolo assoluto e altrettanti in bagarre nella Michelin Cup, la classifica riservata ai piloti gentleman.

Non c’è crisi del settimo anno in una categoria che sta offrendo grandi sfide e gare molto spettacolari con continui capovolgimenti di fronte che hanno portato all’assoluta incertezza in vista delle due gare nel “tempio della velocità”.

Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) arriva in Brianza nel ruolo del grande favorito: lo jesino nel carniere ha messo quattro vittorie, contro le tre collezionate dai suoi sfidanti Alberto Cerqui (Ebimotors – Centri Porsche Milano) e Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport). Il marchigiano si presenta sullo Stradale di Monza con 144 punti, che gli consentono di avere un margine di quattro lunghezze sul giovane bresciano di 21 anni – al suo debutto nella Carrera Cup Italia – e diciannove sul più esperto torinese. Dotato di grande auto stima, Enrico Fulgenzi è un pilota che non sente la pressione, ma anzi si galvanizza quando deve esprimere il meglio di sé. Non si limiterà certo a tattiche difensive, ma andrà all’attacco come ha sempre fatto, ben sapendo che quest’anno il titolo potrebbe essere aggiudicato anche dai punti aggiuntivi che si possono conquistare con la pole position (due) e ciascun giro veloce (uno) nei due Round che ancora sono rimasti da disputare.

Enrico Cerqui si presenta a Monza dopo aver partecipato a Oschersleben all’International Scholarship Program 2013, la selezione alla quale sono stati ammessi il 6 e 7 ottobre i migliori otto talenti Under 26 che erano in rappresentanza delle varie Carrera Cup nazionali. Porsche AG non ha ancora diramato il vincitore che potrà garantirsi un supporto della Casa di 200 mila euro per partecipare alla Mobil 1 Supercup 2014, ma il solo fatto di aver vissuto per due giorni le metodologie di lavoro della Porsche Motorsport deve aver contribuito a rendere il “giaguaro” ancora più determinato in quella che sembra una partita a scacchi nella quale non si può sbagliare nemmeno una mossa.

Diverso è il discorso che riguarda Gianluca Giraudi. Il torinese, essendo staccato di 19 punti da Enrico Fulgenzi, non deve fare ragionamenti, l’unica via che deve percorrere per riaprire i giochi è quella di cercare di trarre il massimo bottino possibile nel tentativo di ribaltare una situazione tutt’altro che facile e sperando che i due più giovani avversari si facciano prendere dall’impeto agonistico. L’imprenditore piemontese a Misano ha patito un po’ di pressione, mentre ora può guardare a Monza in modo disincantato, perché il risultato finale non dipenderà solo dalle sue scelte. Gianluca Giraudi, inoltre, potrà contare su uno “scudiero” affidabile come Massimo Monti. Il bolognese ha vinto il 911 Trophy 50th Anniversary nella doppia sfida con i piloti della Carrera Cup France e si è imposto nell’ultima gara di Misano, per cui approda in Brianza con la determinazione di chi è in grado di rompere degli equilibri.

Proprio a Monza si registra anche il gradito rientro del team Bonaldi Motorsport, la forte squadra bergamasca che ha iscritto Miloš Pavlovic, un pilota con partecipazioni in GP2, Formula 2 e World Series by Renault prima di approdare al GT1 FIA, e che cercherà di mettersi subito in mostra nella Carrera Cup Italia.

Anche in Michelin Cup i giochi sono ancora aperti a tre piloti. Nella graduatoria riservata ai Gentleman driver, Alberto De Amicis (Ebimotors – Centri Porsche Milano) resta il grande favorito, visto che conduce la speciale classifica con 61 punti, quattro lunghezze in più di Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport) e dieci sull’altro bresciano, Alex De Giacomi (MIK Events), che cercherà di recitare il ruolo del terzo incomodo, sperando di scatenare la bagarre fra i primi due. De Amicis è in testa dalla prima gara stagionale e deve mantenere la concentrazione nell’appuntamento decisivo per non precludere un Campionato che lo ha portato alla ribalta del monomarca riservato alla 911 GT3 Cup vincendo sei dei dodici Round già disputati, anche se non si è più imposto nelle ultime tre gare.

Angelo Proietti (Erre Esse – Antonelli Motorsport) e Nicolo Granzotto (Antonelli Motorsport) sono due outsider che potrebbero rompere gli equilibri: il romano è il bi-campione in carica della classe che, prima di abdicare, vorrebbe dare un’altra zampata, come gli è già riuscito nell’ultimo appuntamento di Misano. Il veneto, invece, è un giovane che sta maturando molto rapidamente e che sta capitalizzando il bagaglio di esperienza alla sua prima stagione di Carrera Cup Italia.

Programma

Round 13 si disputerà sabato con partenza alle ore 15,10 sulla distanza di 28 minuti + 1 giro, mentre Round 14 sarà in programma domenica pomeriggio alle ore 14,00. Entrambe le gare saranno trasmesse in diretta televisiva da Sportitalia2 (canale 61 del Digitale Terrestre e canale 226 della piattaforma di Sky) e in live streaming da www.carreracupitalia.it (disponibile anche su iPhone e iPad) e da www.motormedia.tv e www.panorama-auto.it con il commento di Guido Schittone e gli approfondimenti di Mauro Gentile che ritornerà in pit lane. Il sito OmniCorse.it aggiornerà in tempo reale il Pit Live con fatti, racconti e retroscena di pista e della vita nel paddock, mentre saremo noi di Autoappassionati.it a coinvolgervi con la nostra consueta diretta Twitter e tramite l’account @auto_app e con l’hashtag #CarreraCup_IT. Seguiteci numerosi!

Le Classifiche

Assoluta: 1. Fulgenzi 144 punti; 2. Cerqui 140; 3. Giraudi 125; 4. Liberati 92; 5. Monti 72; 6. De Amicis 39; 7. De Giacomi 34; 8. Chatin 32; 9. Scanzi 31; 10. Gaidai 21; 11. Granzotto 19; 12. Proietti 15; 13. Bignotti 13; 14. Cicognani 11; 15. Benucci 10; 16. Roda 8.

Michelin Cup: 1. De Amicis 61 punti; 2. Scanzi 57; 3. De Giacomi 51; 4. Granzotto e Proietti 37; 6. Bignotti 24; 7. Roda 19; 8. Benucci 17; 9. Negra 5; 10. Cassarà e Bagnasco 2.

Team: 1. Heaven Motorsport 149 punti; 2. Ebimotors 143; 3. Antonelli Motorsport 132; 4. Erre Esse – Antonelli Motorsport 99; 5. Tsunami RT 68; 6. MIK Events e Krypton Racing 56; 8. GDL Racing by Centro Porsche Padova 39; 9. Kinetic Racing 22.

Le statistiche

Vittorie: 4 Fulgenzi, 3 Giraudi e Cerqui, 1 Loup Chatin e Monti
Pole position: 3 Giraudi, 2 Fulgenzi, 1 Cerqui e Loup Chatin
Giro più veloce: 5 Giraudi, 4 Fulgenzi, 1 Monti, Liberati e Cerqui

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Binomio al vertice per DS Virgin Racing nella tappa argentina della Formula E

Tempo di lettura: 2 minutiIl Team DS Virgin Racing sbarca fiducioso in America del Sud per l’ePrix di Buenos …