in

Addio Volkswagen Polo: dopo 6 generazioni stop alla produzione

Tempo di lettura: 2 minuti

Cari amanti delle piccole di segmento B e del marchio Volkswagen preparate i fazzoletti, che questa volta ci sarà molto da piangere: se nelle scorse settimane vi era stata la possibilità che la Volkswagen prolungasse il ciclo di vita della Polo, la produzione dell’iconica Segmento B tedesca, da sempre nello stabilimento spagnolo di Navarra, a Landaben, è ufficialmente terminata, dopo più di 40 anni non esiste più.

Il 2 luglio, infatti, è uscito dalle linee produttive l’ultimo esemplare della vettura che venne realizzata per la prima volta nel lontano 1975, quindi poco meno di 50 anni fa. Si tratta di un addio decisamente doloroso quello della mitica Polo. Ovviamente non si tratta di un caso isolato, ma questa volta parliamo di un’altra ferita aperta, come l’addio, dopo 47anni della Ford Fiesta, che ha cessato la produzione il 7 luglio del 2023.

Una seconda vita dopo la Polo

Il barlume di speranza arriva dai mercati emergenti, dove la Volkswagen Polo continuerà ad essere prodotta nello stabilimento di Kariega (Sudafrica), ma secondo indiscrezioni, sarà riservata solo ai mercati locali. In attesa di conferme si chiude un capitolo storico dell’industria non solo spagnola ma europea in generale, con gli operai di Landaben che hanno detto addio all’ultimo esemplare prodotto con la scritta: “Grazie, Polo. Ciao elettrica”.

Il futuro sarà elettrico

Il riferimento all’addio della Polo non è stato l’unica rivelazione, ma viene segnalato anche l’avvio della produzione di due nuove vetture elettriche del gruppo Volkswagen, che avranno il complicatissimo compito di sopperire nei numeri l’uscente vettura B tanto amata quanto venduta in tutto il mondo. Stiamo parlando di due vetture come la Volkswagen ID.2, che avrà linee e dimensioni della Polo ma con motorizzazione completamente elettrica, e della Skoda Epic. Due auto che dovrebbero vedersi sul mercato solo a partire dal 2026, il tempo che appunto la loro produzione entri a regime.

La cosa particolare è che stabilimento di Landaben ha legami più profondi anche con l’Italia quando Seat e Fiat erano in partnership: a Navarra vennero prodotte la Lancia Beta Coupé e la HPE, vetture iconiche che negli anni passati hanno fatto sognare migliaia di fan.

Pilota professionista

Alessio Richiardi

Attualmente indeciso se ha preso prima in mano un volante o una penna, probabilmente entrambe, date le due mani.
Così è nato l'amore per i motori e per la scrittura giornalistica.
Da poco papà sempre attento a tutto ciò che riguarda i bimbi in auto ed i seggiolini.

Anni di utenzaAutore

Energy Saving e Fiat X 1/75. L’avanguardia, ieri 

F1 GP di Gran Bretagna 2024: i TOP e FLOP a Silverstone