domenica, 29 Marzo 2020 - 16:56
Home / Notizie / Curiosità / Alfa Romeo TZ3 Stradale: la n.6 di 9 è all’asta
TZ£ stradale

Alfa Romeo TZ3 Stradale: la n.6 di 9 è all’asta

Tempo di lettura: 1 minuto.

Nata per festeggiare i 90 anni della Zagato e i 100 dell’Alfa Romeo, la TZ3 Stradale basa la sua meccanica su quella della Dodge Viper ACR. Dei 9 esemplari realizzati nel 2010, la n.6 sarà venduta all’asta.

Dopo il successo delle vendite all’asta di alcune tra le più rare vetture esistenti al mondo, il primo weekend di maggio ne verrà messa all’asta una con una storia tutta particolare dalla RM Sotheby’s (la società di aste londinese).

Stiamo parlando dell’Alfa Romeo TZ3 Stradale, definita la “Viper” italiana perché sotto il suo cofano ruggisce il motore di ultima generazione della Dodge Viper, uscita di produzione quattro anni fa. Un V10 aspirato da 8,4 l realizzato interamente in alluminio e con l’angolo tra le bancate di 90°. Eroga 611 CV di potenza e 760 Nm di coppia, il cambio è manuale a sei rapporti abbinato alla trazione posteriore e ad un differenziale autobloccante.

alfa romeo tz3 stradale all'asta
La n.6 di 9 esemplari dell’Alfa Romeo TZ3 Stradale sarà venduta all’asta dalla società di aste londinese

La vettura è in grado di raggiungere una velocità massima di 325 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi. Tali prestazioni sono rese possibili grazie alla carrozzeria realizzata interamente in lega d’alluminio leggera battuta a mano mentre il telaio è costituito da una vasca in fibra di carbonio e da una struttura tubolare in acciaio. L’Alfa Romeo TZ3 Stradale che andrà all’asta ha percorso solo 350 km e, esteticamente, coniuga alla perfezione lo stile americano all’eleganza italiana. I riferimenti a Zagato risultano evidenti: tetto con doppia gobba e coda tronca. Il prezzo di partenza dell’asta? Ancora da scoprire!

Autore: Naomi Ventura

Potrebbe interessarti

Ferrari F40 drift neve video

Una FERRARI F40 (con il portapacchi) che drifta sulla neve? Ecco il VIDEO

Una Ferrari F40, un portapacchi, il Giappone, la neve, Red Bull e un po’ di …