in

Arena del futuro Stellantis: la ricarica wireless per le auto elettriche funziona

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo mesi di test effettuati presso il circuito “Arena del Futuro”, Stellantis, insieme agli altri partner del progetto, ha dimostrato oggi a Chiari, Italia, come la tecnologia Dynamic Wireless Power Transfer (DWPT) sia in grado di ricaricare i veicoli elettrici (EV) mentre percorrono corsie stradali dedicate opportunamente attrezzate. 

Come funziona la ricarica wireless delle auto elettriche

Il DWPT è un sistema innovativo nel settore automobilistico costituito da bobine sistemate sotto l’asfalto che trasferiscono energia direttamente ad auto, camion e autobus senza necessità di fermarsi alle apposite stazioni per ricaricare la batteria. La tecnologia può essere adattata a tutti i veicoli dotati di uno speciale “ricevitore” in grado di trasferire l’energia proveniente dall’infrastruttura stradale direttamente al motore elettrico, estendendo l’autonomia e salvaguardando la carica della batteria del veicolo. 

Il progetto pilota di Stellantis e dei partner coinvolti è coordinato da A35 Brebemi, una società di proprietà di Aleatica, operatore globale nel settore delle infrastrutture di trasporto che si occupa di soluzioni di mobilità innovative e sostenibili. 

Il nostro piano strategico di lungo periodo, Dare Forward 2030, si basa sulla premessa di offrire una ‘libertà di mobilità all’avanguardia’ per tutti e questo progetto rappresenta la quintessenza di dove vogliamo arrivare come azienda” ha affermato Anne-Lise Richard, Head of Global e-Mobility Business Unit di Stellantis. “Lavorando con questo straordinario gruppo di partner, abbiamo dimostrato che la tecnologia di ricarica induttiva può alimentare il nostro futuro elettrificato. Questi progetti congiunti sono passi in avanti entusiasmanti nel percorso verso l’allungamento della vita utile della batteria, una minore ansia da autonomia, una maggiore efficienza energetica, una riduzione delle dimensioni delle batterie, prestazioni eccezionali e una riduzione di peso e costi.”

Nella fattispecie, vediamo una Fiat 500 elettrica già equipaggiata per mettere alla prova il sistema di ricarica wireless per le auto elettriche; la citycar torinese elettrica più venduta in Italia può viaggiare a velocità elevate senza consumare l’energia accumulata nella batteria. I test dimostrano che l’efficienza del flusso di energia proveniente dall’asfalto e diretto alla vettura è paragonabile all’efficienza tipica delle stazioni di ricarica rapida. In questo modo non è necessario fermarsi per effettuare la ricarica. Inoltre, le rilevazioni relative all’intensità del campo magnetico dimostrano l’assenza di qualsiasi effetto sul guidatore, sui passeggeri e sui pedoni.

La presenza di un esemplare di Maserati Grecale Folgore in occasione dell’evento ha annunciato il prossimo coinvolgimento di Maserati nel progetto. Folgore è la versione full electric di Maserati, che elettrificherà l’intera gamma entro il 2025. La vettura sarà equipaggiata e girerà sul circuito “Arena del Futuro” per raccogliere dati e svolgere un’analisi dettagliata delle prestazioni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Auto Aziendali carburante

    Continuano i rincari dei carburanti, cosa succederà con le accise

    Stellantis espone al MIMO la Fiat 500 cabrio “la Prima by Bocelli”