venerdì, 7 Agosto 2020 - 11:45
Home / Notizie / Tecnologia / Autopilot Tesla Model 3: la prova durante il lockdown in Inghilterra [VIDEO]

Autopilot Tesla Model 3: la prova durante il lockdown in Inghilterra [VIDEO]

Tempo di lettura: 2 minuti.

Il progresso della tecnologia è sotto gli occhi di tutti. Ora come ora, lo sforzo della scienza è giustamente concentrato sulla ricerca di un vaccino utile a debellare il Coronavirus, anche se i tempi non saranno per forza di cose brevi. In campo automobilistico, non sono passati di moda campi di ricerca come la guida autonoma e l’elettrificazione, e Tesla ne è l’esempio concreto. Un giovane inglese ha messo alla prova l’ Autopilot di Tesla Model 3 sfruttando la favorevoli condizioni di traffico, ora che il lockdown ci costringe a casa.

Se anche l’azienda californiana ha deciso di dire la sua in questo momento di emergenza sanitaria globale, mettendosi a produrre respiratori polmonari, non dimentichiamo che le sue vetture sono tra le più avanzate tecnologicamente presenti sul mercato: gli altri, oggettivamente, stanno solo rincorrendo, e in ritardo. Conscio dei propri mezzi, uno youtuber inglese ha deciso di mettere alla prova l’Autopilot della sua Model 3 in un momento in cui, anche in Gran Bretagna, le strade sono vuote o quasi. 

Salito a bordo della sua vettura, Jack Massey, così si chiama il ragazzo, ha deciso di registrare a mò di documentario il suo viaggio verso il supermercato, spinto dal traffico ridotto (quasi) a zero nei sobborghi della sua residenza. Anche l’Inghilterra sta infatti adottando la politica del lockdown, e con lei decine di altri paesi. 

Come sappiamo Tesla, e il video lo dimostra, già possiede sistemi di guida autonoma di livello avanzato ma, dopo gli incidenti, alcuni mortali, l’azienda di Elon Musk ha effettuato un downgrade (un aggiornamento…al contrario) a un più sicuro 2 “pieno”, ossia con capacità di guida autonoma ma necessità, da parte del conducente, di monitorare la strada e intervenire nel caso in cui si presentasse il bisogno, differentemente da un livello tre dove questa accortezza non è richiesta. Per maggiori informazioni circa i livelli della guida autonoma, vi consigliamo questo articolo.

Autopilot Tesla: la precisazione sul sito toglie ogni dubbio

Osservando il sito Tesla, infine, la Model 3, a listino da 49.500 euro, l’Autopilot viene fornito di serie, anche se viene precisato che: “Le attuali funzioni disponibili richiedono la supervisione attiva del conducente e non consentono la guida autonoma del veicolo. Alcune funzioni richiedono l’attivazione degli indicatori di direzione e hanno una portata limitata. L’attivazione e l’utilizzo di queste funzioni dipendono dal raggiungimento di un livello di affidabilità che va ben oltre il controllo di un conducente, e che sia dimostrato da miliardi e miliardi di chilometri di esperienza su strada, nonché dall’approvazione di apposite normative, il che in alcune giurisdizioni potrebbe richiedere un tempo piuttosto lungo. Man mano che queste funzioni di guida autonoma si evolveranno, la tua auto effettuerà continuamente degli upgrade mediante aggiornamenti software via Internet.”

Curiosamente, la guida automatica su strade cittadine e il Summon avanzato (l’auto uscirà dal parcheggio e si recherà sul luogo indicato dal proprietario) sono funzioni che vengono date come “disponibili prossimamente” (al prezzo indicato di 6.700 euro). 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

riconoscimento vocale citroen

Citroen all’ascolto: basta la propria voce per gestire diverse funzioni

Citroen da sempre è attenta alle esigenze delle persone e dei loro veicoli. Da C3 …